• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Viaggi > Viaggi, in contatto con l’ufficio e finanziamenti per partire: ecco le vacanze degli italiani

Viaggi, in contatto con l’ufficio e finanziamenti per partire: ecco le vacanze degli italiani

Il 24% degli intervistati pensa al lavoro anche quando si trova sotto l’ombrellone o all’estero


In spiaggia (Getty Images)

24/07/2015 15:41

VIAGGI ESTATE ITALIANI LAVORO PRESTITI E FINANZIAMENTI / ROMA - Vacanze estive tanto attese e voglia di staccare da lavoro? Non per tutti. Secondo un recente sondaggio commissionato dalla società di recruiting online Infojobs, infatti, ben 3 italiani su 4 pensano al lavoro anche quando si trovano sdraiati sotto l’ombrellone o all’estero.

Solo il 24% degli intervistati  riesce a staccare totalmente la spina dagli impegni di tutti i giorni, gli altri invece dichiarano di voler approfittare del tempo libero per cercare una nuova occupazione (43%), oppure di rimanere reperibile in caso di necessità dei colleghi (28%), il 3% pensa di sbrigare comunque qualche faccenda durante la villeggiatura e infine il 2% vuole impegnarsi per imparare una nuova lingua straniera e migliorare il proprio curriculum. Per quanto riguarda le differenze geografiche è emerso che il 13% di chi risiede nel Sud Italia pensa solamente a rilassarsi durante il periodo estivo, contro il 27% dei residenti al Nord e il 25% di quelli del Centro. Maggiore pro attività al Sud anche tra chi si dedica alla ricerca di un nuovo lavoro durante le vacanze: il 52%, dato che scende al 42% al Centro e Nord.

ALTRI DATI – Dalla ricerca emerge inoltre che il 47% del campione (10mila utenti su una base, a livello italiano, di oltre 6 milioni di iscritti) si è detto disponibile a posticipare le ferie per ragioni professionali. Un altro 19% è pronto a rientrare in anticipo dal mare o dalla montagna per emergenze in ufficio e il 16% non avrebbe alcun problema ad interrompere temporaneamente la vacanza per stare davanti a un computer. Solo il 18% ha ribadito la sacralità e l’inviolabilità dei propri giorni di riposo. InfoJobs ha inoltre chiesto agli italiani come vivono gli ultimi giorni delle vacanze: è emerso che il 40% inizia a fare mente locale su quanto lo aspetta solo qualche giorno prima della fine delle vacanze, cui si aggiunge il 7% che dichiara di essere già in modalità ufficio ancor prima di rientrare. Il 19% si è tenuto aggiornato mentre il 34% sostiene di non pensare al lavoro fino all'ultimo giorno di vacanza. Ma come fare a non farsi distrarre da smartphone e tablet, mail, whatsapp, sms e Facebook? Il 36% di chi pretende almeno un pochino di relax vede la soluzione nel tempo trascorso con la famiglia, il 26% confida nella lettura e negli hobby mentre un 24% vuole solo dormire. La mail è indicata dal 40% degli intervistati come mezzo privilegiato per comunicare con i colleghi e il 24% afferma di controllare quella aziendale ogni volta che prende in mano il telefono. Il 42%, invece, preferisce godersi le vacanze e controlla la posta o fa chiamate di lavoro una sola volta nell'arco della giornata o anche meno frequentemente. Dopo la posta elettronica, internet e le app sono i mezzi preferiti per comunicare mentre gli sms e WhatsApp sono gli strumenti più utilizzati dagli under 35.

PRESTITI - Gli italiani ricorrono al prestito pur di godersi qualche giorno di ferie. Secondo i dati elaborati da Facile.it e Prestiti.it, nel primo semestre del 2015 i finanziamenti erogati per pagare viaggi e vacanze sono stati pari a circa 26 milioni di euro. Una cifra alta ma ridotta rispetto allo scorso anno. Ridotta rispetto al 2014 è anche la cifra media richiesta, dai 5.300 euro si è passati ai 4.200 euro.

In termini assoluti Lombardia e Campania sono le due regioni in cui vengono sottoscritte il maggior numero di richieste di prestiti per viaggi e vacanze (rispettivamente il 29% ed il 12% delle richieste totali), mentre se si osserva l’incidenza dei finanziamenti di questo tipo sul totale di quelli sottoscritti nella regione, la Lombardia è ancora una volta prima con una percentuale dell’1,27%, segue il Veneto in cui i prestiti finalizzati al pagamento dei viaggi rappresentano l’1,24% del totale.

S.C.




Commenta con Facebook