• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, doppio colpo Jovetic-Perisic: il 'giocattolo' di Mancini diventa realtà

Calciomercato Inter, doppio colpo Jovetic-Perisic: il 'giocattolo' di Mancini diventa realtà

La rivoluzione del tecnico non è più utopia: la sfida alla Juve è lanciata


Stevan Jovetic (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

24/07/2015 15:31

CALCIOMERCATO INTER TRATTATIVE JOVETIC PERISIC FELIPE MELO CRISCITO MANCINI / ROMA - Finalmente un calciomercato da 'Grande'. Scenario, a cui gli aficionados nerazzurri non erano più abituati da qualche estate a questa parte. Il calciomercato Inter ha portato finora nell'attuale finestra della campagna trasferimenti profili del calibro di Kondogbia (l'affare più costoso della gestione Thohir, terzo all-time nella storia del club meneghino dietro solo a Vieri e Crespo), Murillo, Miranda, Montoya oltre al ritorno di Biabiany, con Roberto Mancini non ancora sazio e a caccia degli ultimi puntelli per completare il puzzle della sua nuova creatura, specialmente in riferimento al reparto d'attacco. Le trattative per Jovetic e Perisic sembrano in dirittura d'arrivo per il calciomercato Inter, senza dimenticare il pressing in mediana per Felipe Melo e la necessità di consegnare al tecnico un terzino sinistro di caratura internazionale, con Criscito nome nuovo sulla lista del Ds Ausilio.

 

Tridente d'attacco: Jovetic-Perisic alla stretta finale

Il tanto agognato tridente 'manciniano' potrebbe presto diventare realtà. Con Icardi inamovibile al centro dell'attacco, Mancini ha sempre premuto per l'arrivo alla Pinetina di due frecce offensive, in grado non solo di fare da collante con il centrocampo ma anche di puntare direttamente la porta e cercare immediatamente la verticalizzazione. Con Salah definitivamente sfumato e ad un passo dalla Roma, Ausilio & soci hanno così affondato il colpo per Stevan Jovetic, da tempi non sospetti nei radar della 'Beneamata' e desideroso di tornare in Italia dopo l'infruttuosa parentesi in Premier con la maglia del Manchester City. Trovato da tempo l'accordo con l'entourage del montenegrino, mancherebbero da limare soltanto gli ultimi dettagli con il sodalizio inglese, con cui ci sarebbe un'intesa di massima per il prestito biennale con obbligo di riscatto fissato a 15 milioni di euro più bonus. 'Jo-Jo' assicurerebbe imprevedibilità e genio alle offensive nerazzurre, completandosi dall'altro versante dell'attacco con Ivan Perisic, oggetto dei desideri di Mancini fin dall'inizio del mercato estivo. Per il via libera all'ingaggio del Nazionale croato si attende di sbloccare la trattativa per la cessione di Shaqiri (Schalke 04 in pole), dopo il positivo incontro consumatosi nei giorni scorsi con l'intermediario dell'operazione. Un esterno puro, Perisic, in grado di garantire al 'Mancio' quell'equilibrio tattico che evidentemente mancava nel DNA calcistico di Podolski e Shaqiri. E, con Hernanes e Palacio 'riserve' di lusso, la possibilità per l'allenatore di Jesi di trasformare il 4-3-3 in un ancora più offensivo 4-2-3-1.

 

In mediana c'è Felipe Melo,  per la fascia spunta Criscito

Fari puntati, quindi, sul reparto offensivo in casa Inter. Dove, oltre alla coppia slava Jovetic-Perisic, potrebbe sbarcare alla corte di Mancini anche un vice-Icardi per completare la batteria degli attaccanti a disposizione del tecnico. Denis e Quagliarella sarebbero i nomi più gettonati in tal senso dalle parti di Appiano Gentile, con la 'suggestione' Drogba destinata a rimanere tale dopo i rumors circolati nelle ultime ore sul possibile arrivo in Serie A del centravanti ivoriano, attualmente svincolato. Sistemato l'attacco, il Ds Ausilio concentrerà poi tutte le forze per altre due pedine, basilari per le alchimie di Mancini. Il lungo corteggiamento per Felipe Melo - per un affare da 2-2,5 milioni di euro come anticipatovi nelle scorse settimane da Calciomercato.it - potrebbe concretizzarsi il prossimo 2 agosto, giorno dell'amichevole con il Galatasaray: l'ex Fiorentina e Juventus, nelle idee del trainer jesino, sarebbe l'alternativa a Kovacic nel caso in cui il baby croato non riuscisse a fornire le giuste garanzie nel nuovo ruolo di playmaker. Per la casella di terzino sinistro, invece, sono diverse le piste che i nerazzurri starebbero seguendo, con la novità Criscito che si unisce ai vari Siqueira, Masuaku ed Alex Telles. "Un calciatore come Mimmo è normale che piaccia a Mancini", ha sottolineato in esclusiva a Calciomercato.it l'agente del difensore dello Zenit, che però ha ammesso anche la complessità al momento di strapparlo alla formazione campione di Russia. Tutti pezzi, questi, del nuovo puzzle della rivoluzione 'manciniana': investimenti massicci sul mercato, per ritornare a ruggire  e spaventare la 'nemica' Juventus.




Commenta con Facebook