• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Hernanes: "Mancini mi ha cambiato, ora sono più forte"

Inter, Hernanes: "Mancini mi ha cambiato, ora sono più forte"

Tutta la carica del brasiliano che racconta anche il suo adattamento al calcio italiano


Hernanes in azione (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

23/07/2015 18:23

INTER HERNANES MANCINI OBIETTIVI / SHANGHAI (Cina) - Un nuovo 'Profeta', per ruolo e convinzioni, ma anche per forza fisica ed incisività. Ombre e luci nella prima parte dell'avventura interista di Hernanes, arrivato a Milano dalla Lazio nella sessione invernale di calciomercato del 2014. Ora però, dopo lampi di grande classe nell'ultima parte della scorsa stagione, il brasiliano è carico in vista del prossimo campionato e direttamente dalla tournée in Cina, intervenuto ai microfoni di 'Inter Channel', fa il punto sulle sue condizioni e sulle ultime news Inter: "Sì, ora mi sento davvero diverso e più forte. Sta arrivando il momento più brillante della mia carriera, mi divertirò a giocare e vincere. Il nuovo ruolo da trequartista? Prima non ero adatto, non avevo le caratteristiche giuste per giocarci, ma adesso mi sento davvero a mio agio dopo che Mancini mi ha cambiato ruolo".

Hernanes, poi, ripercorre i suoi primi passi in nerazzurro ed in Italia: "Da quando sono arrivato qui all'Inter purtroppo non sono mai stato al top a causa di diversi infortuni a cui non ero abituato. Dopo un periodo di adattamento ho iniziato a rendere di più in campo ed a sentirmi più consapevole delle mie qualità e di quelle della squadra. Mi sento forte anche fisicamente. All'inizio in Italia il marcatore mi distruggeva e io chiedevo sempre fallo. Adesso mi sono abituato al metro italiano, mi piace il gioco duro, più aggressivo e più europeo. Sono cambiato mentalmente".

Poi la chiosa: "Quando tutti remano dalla stessa parte ed hanno lo stesso obiettivo prima o poi si arriva alla vittoria. Anche il presidente sta facendo tantissimo ed investendo al massimo. Abbiamo fame, vogliamo vincere trofei, proprio come i tifosi. L'anno scorso abbiamo raccolto meno di quanto fosse nelle nostre possibilità. Quest'anno dobbiamo fare di più".




Commenta con Facebook