• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > New York City, Pirlo: "Champions? Avrei lasciato comunque. Juve bene sul mercato"

New York City, Pirlo: "Champions? Avrei lasciato comunque. Juve bene sul mercato"

L'ex regista bianconero pronto ad iniziare la sua nuova avventura negli 'States'


Andrea Pirlo (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

23/07/2015 07:25

NEW YORK CITY PIRLO JUVENTUS GAZZETTA / NEW YORK (Stati Uniti) - Nuova vita calcistica per Andrea Pirlo. Il regista bresciano, dopo il ciclo vincente alla Juventus, è voltato negli Stati Uniti per iniziare la sua avventura con il New York City. 'Il Maestro' è motivatissimo per questa sua nuova sfida: "Non ho avuto dubbi, dopo il grande calcio volevo la MLS. La seguivo in TV e mi piaceva. Non ho consultato nessuno: né Giovinco, né altri. Ho deciso e basta - ha dichiarato Pirlo in un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport' - E il fatto di giocare a New York ha fatto il resto, non so se avrei accettato un'altra città".

ADDIO JUVE - "Avrei lasciato comunque la Juventus, anche in caso di vittortia della Champions. Ci avevo pensato da un po' di mesi. Certe partite così importanti, difficilmente le avrei rigiocate e dopo quattro campionati questo era il momento migliore per andarsene. L'idea di non essere più con certezze un protagonista assoluto, un po' ha pesato. Perché magari non mi sarei sentito più bene con me stesso. Ho preferito decidere io da solo prima che fosse altri a volermi mandare via".

PROGETTO NEW YORK - "A New York c'è un progetto importante. E' una grande sfida e a me le sfide piacciono. Si comincia da zero: questa squadra sei mesi fa non esisteva. Un po' come quando sono arrivato alla Juve. In un certo senso eravamo partiti da zero anche lì. Ho fatto quattro stagioni fantastiche, trovato un gruppo vincente che ha portato risultati formidabili".

NUOVA JUVE - "Sarà una Juve nuova e diversa senza Tevez, Vidal e Pirlo. La società sta operando al meglio perché sono andati via calciatori anziani, incluso il sottoscritto. Ma hanno preso dei giovani, a dimostrazione che esiste un programma serio e a lungo termine. Si è accorciato il divario con le altre? Difficile dirlo perché il campionato è strano. Certo, le altre si sono rinforzate ma penso che la Juve sia ancora la più forte e la favorita".

NAZIONALE - "L'Europeo? Non è un problema quello di giocare qui. Mister Conte osserva tutti quelli che giocano all'estero. La MLS è una Lega di qualità e importante come le altre leghe europee. Toccherà a noi meritarci la convocazione".




Commenta con Facebook