• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Notizie > Calcioscommesse, Di Martino: "Conte? Ma quale persecuzione"

Calcioscommesse, Di Martino: "Conte? Ma quale persecuzione"

Il Pm di Cremona: "A Palazzi non ripasserei le carte così velocemente"


Il pm di Cremona, Roberto Di Martino (Getty Images)

18/07/2015 11:48

CALCIOSCOMMESSE, DI MARTINO CONTE / MILANO - "L'inchiesta sul calcioscommesse ha numeri enormi, impossibili per una Procura piccola come Cremona. Non abbiamo avuto nessun aiuto. Ero e sono rimasto l’unico pm, ma ho anche altri processi...". Questa la denuncia di Roberto Di Martino in una intervista alla 'Gazzetta dello Sport'. Il Pm di Cremona ne ha anche per le istituzioni sportive: "Nessuno è venuto nel mio ufficio per avere informazioni dettagliate. Ho incontrato Abodi (Presidente Lega di B) in un convegno e letto lodi pubbliche per l'inchiesta. Non sempre, a dire il vero... Col procuratore Palazzi ci sentiamo spesso e nel possibile sono stato collaborativo. Tornando indietro non passerei le carte alla giustizia sportiva così velocemente: se un giocatore parla da Palazzi, poi quando viene da me è legato a quelle dichiarazioni, spesso non veritiere. I giocatori vedono il processo penale distante, mentre un anno di stop può significare carriera finita". Infine Di Martino commenta la situazione legata ad  Antonio Conte, con il ct Azzurro che si considera vittima di un'ingiustizia: "Il pm fa il pm: nessun pregiudizio o peggio persecuzioni. Un giudice valuterà le opposte tesi. Accuse, condanne e assoluzioni fanno parte del sistema giustizia".

M.R.




Commenta con Facebook