• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Calciomercato Serie A, da Balotelli a Cerci: la discesa dopo i Mondiali in Brasile

Calciomercato Serie A, da Balotelli a Cerci: la discesa dopo i Mondiali in Brasile

In crisi gli attaccanti convocati un'estate fa da Prandelli


Mario Balotelli ©Getty Images

17/07/2015 18:55

CALCIOMERCATO SERIE A BALOTELLI CERCI CASSANO MONDALI/ ROMA - Poco più di un'estate fa, Mario Balotelli, Antonio Cassano e Alessio Cerci partivano per il Brasile con la voglia di spaccare il mondo e il Mondiale. Prandelli li aveva convocati per dare l'assalto alla coppa del mondo, ma dopo l'incoraggiante esordio contro l'Inghilterra (gol vincente di Balotelli) tutti e tre gli attaccanti azzurri furono risucchiati dalla crisi nera che colpì la Nazionale, fuori al girone dopo le sconfitte contro Costa Rica e Uruguay. Ad un anno di distanza, le cose non vanno meglio, anzi: sembrano peggiorare. Mario Balotelli, ceduto dal Milan al Liverpool, ha faticato a trovare spazio e gol nei 'Reds' che lo hanno scaricato anche per la tournée asiatica. Proposto a Lazio e Fiorentina, Super Mario ha incassato il "no" sia dai tifosi biancocelesti che da quelli viola.

Non sta meglio Alesso Cerci che dopo il Mondiale, ha lasciato il Torino per trasferirsi all'Atletico Madrid. Con i 'Colchoneros', l'avventura è durata appena sei mesi: prelevato a gennaio dal Milan, in rossonero non è riuscito a rilanciare le sue quotazioni e adesso, deve fare i conti con una spietata concorrenza in attacco visti gli arrivi di Luiz Adriano e Bacca.

Diversa la situazione di Antonio Cassano: lui al Mondiale fece male, ma col Parma, nonostante la crisi, è riuscito a sfoderare prestazioni interessanti. Lasciati gli emiliani per i tanti problemi finanziari che hanno colpito la società, il talento barese si ritrova adesso senza squadra. Lui spera in una chiamata dalla Serie A magari per convincere Conte a richiamarlo in Nazionale, ma per il momento, tutto tace.

S.F.




Commenta con Facebook