• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Kondogbia: "Il Milan offriva molto di più. Decisivi Mancini e... Evra"

Inter, Kondogbia: "Il Milan offriva molto di più. Decisivi Mancini e... Evra"

Il centrocampista francese torna a parlare della trattativa che lo ha portato in nerazzurro


Kondogbia (Inter.it)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

15/07/2015 16:00

INTER KONDOGBIA MILAN MANCINI EVRA / MILANO - Retroscena e dichiarazioni d'amore. Geoffrey Kondogbia, grande acquisto di calciomercato Inter, si racconta in un'intervista concessa al francese 'L'Equipe', soffermandosi in modo particolare sulla trattativa che lo ha portato dal Monaco a Milano, sponda nerazzurra: "Di sicuro non avrei mai accettato di trasferirmi in una squadra senza ambizioni. Certo che è ancora presto per dirlo, ma abbiamo le qualità per lottare per il titolo - esordisce il centrocampista - Ho visto i giocatori che erano in rosa ed i nuovi acquisti. Murillo, Miranda, Montoya: non ho potuto avere più dubbi sul progetto dell'Inter. L'accoglienza dei tifosi? E' la prima volta che mi lascio andare così davanti al pubblico, ma mi è venuto naturale di fronte a tutto quell'affetto. Il lavoro qui cambia tanto rispetto alla Francia. Si esige di più e si lavora di più, anche più di quando ero al Siviglia. Anche tatticamente, si curano maggiormente i dettagli".

Kondogbia, poi, si sofferma sulla trattativa col Milan che aveva infammato un altro grande derby di calciomercato: "E' vero che ho parlato con il Milan, ma non ho mai detto 'sì' ad Adriano Galliani. I rossoneri offrivano di più, ma è stato decisivo Roberto Mancini. Conta tantissimo il mister nella mia scelta, più del 50%. Mi ha spiegato il progetto e mi ha fatto capire quanto mi volesse. Poi ho parlato anche con Patrice Evra. Non dell'Inter in particolare, ma mi ha fatto capire che una volta provata la Serie A non esiste nient'altro".

"La gente non mi conosce ancora al 100% - prosegue il francese - Io so cosa è meglio per me ed il campionato italiano, con il suo rigore tattico, è quello di cui avevo bisogno. Voglio migliorare ancora, soprattutto a livello tattico, che è quello che ancora un po' mi mancava" conclude.




Commenta con Facebook