• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Mancini: "Il ritorno? Mi aspettavo una chiama dall'estero. Quell'esonero..."

Inter, Mancini: "Il ritorno? Mi aspettavo una chiama dall'estero. Quell'esonero..."

Il tecnico nerazzurro ripercorre la sua carriera tra ricordi e retroscena


Roberto Mancini © Getty Images

14/07/2015 21:44

INTER MANCINI RITORNO ESONERO / MILANO - Intervistato da 'Gazzetta Tv', il tecnico dell'Inter, Roberto Mancini, ha ripercorso la sua carriera da giocatore prima ed allenatore poi, raccontando anche diversi retroscena sulla sua prima esperienza in nerazzurro: "Più che tornare in Italia stavo aspettando una proposta dall'estero. Soprattutto non avrei mai pensato di tornare qui. Uno di cavolate ne fa tante e io ho fatto anche questa (ride, ndr). Tornando dove hai vinto tanto rischi di rovinare tutto. Credevo di fare meglio, ma questa è l'unica squadra in cui in cinque mesi ho visto un miglioramento così importante. Non mi era successo né al Galatasaray, né al Manchester City e nemmeno nella mia prima Inter".

Mancini, poi, prosegue: "Lo sfogo dopo la partita col Liverpool nel 2008? C'erano cose che si trascinavano da tempo e sbottai. Credo che poi quel giorno Moratti abbia contattato Mourinho. Moratti si era arrabbiato, come me d'altronde, ma gli dissi che avrei continuato. Dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia mi chiamò e mi comunicò l'esonero. Non me l'aspettavo, ma lo devo ringraziare perché mi ha permesso di allenare l'Inter in un momento importante della mia carriera. Geloso del Triplete di Mourinho? Penso che le cose accadano perché devono accadere. Mourinho è bravo, altrimenti non avrebbe vinto così tanto. ".

L.P.




Commenta con Facebook