• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Genoa > Genoa, Preziosi: "Chiedo scusa per la licenza Uefa. Mercato? Arriva Cissokho"

Genoa, Preziosi: "Chiedo scusa per la licenza Uefa. Mercato? Arriva Cissokho"

Il presidente rossoblu è intervenuto in conferenza stampa


Enrico Preziosi © Getty Images

13/07/2015 16:10

CALCIO GENOA PREZIOSI CONFERENZA / GENOVA - Enrico Preziosi ha inaugurato stamattina il ritiro del Genoa 2015/2016, che è partito agli ordini di Gian Piero Gasperini. Il patron rossoblu è intervenuto in conferenza stampa attraversando diverse tematiche: "E' inutile parlare delle polemiche sulle cessioni e di un Genoa che smonta mentre altre squadre fanno anche peggio. Abbiamo venduto un solo giocatore e io sono qui per fare il meglio del Genoa al massimo delle mie capacità".

PEROTTI - Preziosi si sofferma sul 'caso' Diego Perotti: "Ora c'è la Ia storiella Perotti, l'anno scorso quando è arrivato per i tifosi il problema era che non giocava da tanto, poi si è visto quanto ha fatto. Le scelte le faccio io e ai tifosi permetto solo di fare i tifosi. Non aspetto il loro parere, piuttosto se mettessero 100 euro ciascuno terremmo Perotti per tutta la vita ma non si può così. Cosa ne sanno i tifosi di quanto sono bravi Lazovic e Gakpé? Sono cose che si vedranno sul campo. Pavoletti avrei potuto prenderlo gratis e se non l'avessi riscattato ne sarebbero state dette di cose".

LICENZA UEFA - "So che è una grande ferita per i tifosi, me ne scuso e ci metto la faccia. Ho anche dato i premi sapendo che non ci saremmo andati. Non accadrà mai più ma non posso chiedere scusa per tutta la vita. I tifosi devono fare i tifosi e i presidenti i presidenti. Il Genoa si dovrà autofinanziare e siamo sulla strada giusta. Ci siamo lasciati alle spalle un cammino bellissimo arrivando davanti alla Sampdoria ed è un risultato frutto dei giocatori, dell'allenatore, di Milanetto, di mio figli e del sottoscritto".

MERCATO - "Gasperini è sereno e se lo è lui significa che le cose vanno bene. Galliani ce l'ha con me perché Bertolacci è andato prima alla Roma e poi al Milan , avremo modo di parlare e di chiarire. Cissokho arriva, Diogo è importante. Mi piacerebbe vincere la Coppa Italia, penso che potremmo passare qualche turno. Sono uno dei presidenti senza titoli. Per l'Europa League ci volevano investimenti importanti e secondo me non potevamo permetterceli. Fosse stata la Champions avrei detto sì. Si gioca poi al giovedì ed è difficile recuperare. Spero col tempo di far dimenticare quanto successo".

OBIETTIVI - "Sarà difficile avere Inter e Milan ancora dietro di noi. Per me l'obiettivo principale rimane sempre la parte sinistra della classifica".




Commenta con Facebook