• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Roma, Mitrovic: genio e sregolatezza al servizio del gol

TATTICA DEL MERCATO - Roma, Mitrovic: genio e sregolatezza al servizio del gol

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sull'attaccante dell'Anderlecht


Aleksandar Mitrovic (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

04/07/2015 14:30

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO ROMA MITROVIC ANDERLECHT GARCIA SABATINI / ROMA - Il calciomercato è entrato nella sua fase più calda con l'apertura ufficiale del primo luglio. Il calciomercato Roma gestito dal direttore sportivo Walter Sabatini è incentrato sull'arrivo nella capitale di uno o due centravanti di livello internazionale, considerando che saranno ceduti con ogni probabilità sia Mattia Destro che Seydou Doumbia. Il serbo Aleksandar Mitrovic dell'Anderlecht è uno degli attaccanti che più piacciono alla Roma per rinforzarsi nel reparto offensivo., La trattativa per Mitrovic si presenta difficile con Porto e Benfica rivali pericolosi, come rivelato in esclusiva da Calciomercato.it. Conosciamo meglio il giocatore attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI ALEKSANDAR MITROVIC, OBIETTIVO DELLA ROMA PER L'ATTACCO

Aleksandar Mitrovic nasce a Smederevo, in Serbia (all'epoca ancora Repubblica Federale della Jugoslavia) il 16 settembre 1994. Cresce nel florido settore giovanile del Partizan Belgrado. Nel 2011 viene girato in prestito al Teleoptik con cui disputa una buona annata nella seconda divisione serba. Nel 2012 torna al Partizan facendo intravedere le proprie doti e segnando 15 reti, considerando tutte le competizioni. Vince il campionato serbo e viene acquistato dall'Anderlecht allenato da John van den Brom. Mitrovic risponde alle aspettative disputando un'altra grande stagione con la maglia biancomalva con cui vince campionato e supercoppa belga. Il 2014/2015 è l'anno della definitiva consacrazione: 50 presenze e 27 reti per il talento serbo sapientemente gestito dal nuovo tecnico deill'Anderlecht Besnik Hasi.

Mitrovic ha vinto nel 2013 l'Europeo under-19 con la maglia della Serbia, venendo eletto miglior calciatore della competizione. Ha esordito con la maglia della selezione maggiore nel 2013 sotto la gestione di Sinisa Mihajlovic. Ha raccolto finora 13 presenze ed un gol.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI ALEKSANDAR MITROVIC

Alto 1,89 per 82 kg, fisico longilineo e potente, destro naturale. Mitrovic è uno degli attaccanti emergenti più interessanti del panorama europeo. Giocatore dalle caratteristiche uniche, abbina una tecnica impressionante ad un ottimo senso del gol. In patria è stato accostato a Savo Milosevic. Carattere fumantino (in questo assomiglia a Mario Balotelli, con cui condivide il numero 45) deve limitare gli eccessi se vuole fare il salto di qualità. Come detto è molto dotato tecnicamente e fisicamente, in area di rigore diventa immarcabile e sa colpire in tutte le maniere, riuscendo ad essere sia spettacolare che efficace. Nonostante la stazza è un giocatore dinamico e sa svariare per tutto il fronte offensivo, aiutando anche lo sviluppo della manovra grazie ad una buona visione di gioco. Il ruolo che preferisce, però, è quello di punta centrale.


ALEKSANDAR MITROVIC E' ADATTO ALLA ROMA?

La Roma di Rudi Garcia effettuerà una vera e propria rivoluzione in attacco. Al fianco di Francesco Totti non ci saranno più Destro e Doumbia (in partenza) ma con tutta probabilità Dzeko e un altro attaccante, che potrebbe essere proprio Mitrovic. Tecnicamente parlando il serbo sarebbe perfetto nel sistema di gioco del tecnico giallorosso, essendo un finalizzatore di livello ma anche in grado di dialogare con i compagni (caratteristica che ha anche Dzeko). I dubbi principali riguardano l'ambientamento in un campionato più competitivo di quello belga e il carattere del giocatore, che finora ha dimostrato di essere piuttosto 'vivace'. Una scommessa che può essere costosa ma che rivelarsi vincente, considerando anche la buona tradizione dei giocatori balcanici nella nostra Serie A.




Commenta con Facebook