• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS COPPA AMERICA - Higuain in gol, Medel sbaglia porta

ITALIANS COPPA AMERICA - Higuain in gol, Medel sbaglia porta

Le pagelle dei giocatori stranieri che hanno disputato l'ultima Serie A attualmente impegnati in Coppa America


Gonzalo Higuain (Getty Images)
Hervé Sacchi (@hervesacchi)

03/07/2015 15:05

ITALIANS SPECIALE COPA AMERICA PAGELLE STRANIERI SERIE A / ROMA - Appuntamento del weekend con la rubrica di Calciomercato.it che oggi vi riporta in Sud America: come da qualche settimana a questa parte, ci concentriamo sulle pagelle degli stranieri che hanno disputato l'ultimo campionato di Serie A e che sono attualmente impegnati in Coppa America. Anche per oggi saranno loro i nostri Italians. Nell'edizione odierna trattiamo le pagelle relative alle semifinali del torneo. Tra i protagonisti rientrano Gonzalo Higuain - in rete nel 6-1 al Paraguay - e i cileni Pizarro, Medel (nonostante l'autogol) e Vidal. Meno bene è andata all'esterno paraguayano Ivan Piris che, con un Messi in grande forma, non ha avuto grossa fortuna. Ma andiamo a ricapitolare tutte le pagelle dell'ultimo turno di Coppa America.

 
DA HIGUAIN A MEDEL FINO A PIRIS: ECCO LE PAGELLE DEGLI STRANIERI DI SERIE A IN COPA AMERICA

 

GARY MEDEL (Cile - Inter): 6 - Attento, sfortunato, determinato. Tre aggettivi che permettono di inquadrare la prestazione del giocatore interista: in difesa ha lavorato bene, con attenzione. Peccato per l'autogol che ha riportato momentaneamente il punteggio sull'1-1. Poco dopo però è stato lui a imbeccare Edu Vargas per il gol del 2-1 che ha permesso al Cile di giocarsi la finale.

ARTURO VIDAL (Cile - Juventus): 6,5 - Inizia, fin dalle prime battute di gioco, un duello fisico e caratteriale con Zambrano - nervosissimo - che porta il difensore peruviano a beccarsi il cartellino rosso al 20' del primo tempo. Vidal, dal canto suo, disputa la sua solita prova vivace, sfiorando il gol in qualche occasione, soprattutto nella ripresa.

DAVID PIZARRO (Cile - Fiorentina): 6,5 - Entrato dopo l'intervallo, fa capire quanto l'esperienza può essere importante in partite così delicate. Si guadagna diversi calci di punizione, abbassando i ritmi quando serve.

MATI FERNANDEZ (Cile - Fiorentina) - In panchina contro il Perù.

MAURICIO PINILLA (Cile - Atalanta) - In panchina contro il Perù.

SERGIO ROMERO (Argentina - Sampdoria): 6 - Più impegnato nel primo tempo: bene sui palloni alti e comunque incolpevole sulla rete dell'1-2 di Barrios. Nella ripresa gode di totale tranquillità.

MARIANO ANDUJAR (Argentina - Napoli) - Non convocato.

FACUNDO RONCAGLIA (Argentina - Genoa) - In panchina contro il Paraguay.

LUCAS BIGLIA (Argentina - Lazio): 6,5 - Ha lavorato bene in entrambe le fasi, recuperando diversi palloni e permettendo all'Argentina di proporsi costantemente in ripartenza. Prestazione certamente convincente per il centrocampista biancoceleste.

ROBERTO PEREYRA (Argentina - Juventus) - In panchina contro il Paraguay.

CARLOS TEVEZ (Argentina - Juventus) - In panchina contro il Paraguay.

GONZALO HIGUAIN (Argentina - Napoli): 6,5 - Entra a 8' dalla fine, giusto per tenersi in forma a risultato acquisito. Fa comunque in tempo a timbrare il cartellino con la rete del 6-1 finale. Caparbio.

IVAN PIRIS (Paraguay - Udinese): 4,5 - Positivo ai quarti, molto male invece contro l'Argentina in semifinale. Puntato ripetutamente da Zabaleta e Messi, patisce le difficoltà lasciando libertà ai due giocatori dell'albiceleste. Il risultato, alla fine, è certamente pesante per un Paraguay che sarà in campo questa notte per strappare almeno il terzo posto in questa competizione.

JUAN VARGAS (Perù - Fiorentina): 6 - Un passo indietro nella semifinale. Poteva fare di più soprattutto in fase difensiva, ma quando viene attaccato si mostra particolarmente vulnerabile. Compensa la prestazione negativa in difesa con delle buone sgroppate che, durante la gara, hanno comunque permesso al Perù di rimanere in partita nonostante la prematura espulsione di Zambrano.




Commenta con Facebook