• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Medel e Vargas al top. Muriel, rigore indigesto

ITALIANS - Medel e Vargas al top. Muriel, rigore indigesto

Le pagelle degli stranieri di Serie A in Coppa America


Gary Medel ©Getty Images
Hervé Sacchi (@hervesacchi)

29/06/2015 16:06

ITALIANS SPECIALE COPA AMERICA PAGELLE STRANIERI SERIE A / ROMA - Appuntamento settimanale con la rubrica di Calciomercato.it che oggi vi riporta le pagelle degli stranieri della Serie A in Coppa America. Anche per oggi saranno loro i nostri Italians. Nell'edizione odierna trattiamo le valutazioni delle partite dei quarti di finale. Tra i protagonisti rientrano Gary Medel e Juan Vargas, tra i migliori giocatori del turno a eliminazione diretta. Meriterebbe una copertina anche un argentino che non rivedremo più in Serie A, ovvero Carlitos Tevez: proprio l'ex juventino, passato al Boca Juniors, ha permesso alla selezione albiceleste di raggiungere le semifinali, siglando il rigore decisivo nella lotteria finale. Non ha avuto egual fortuna Luis Muriel che, invece, ha sbagliato il tiro dal dischetto. Come lui anche Biglia e Zuniga. Ma andiamo a ricapitolare le pagelle.

 

DA MEDEL A TEVEZ FINO A MURIEL: ECCO LE PAGELLE DEGLI STRANIERI DI SERIE A IN COPA AMERICA

 

GARY MEDEL (Cile - Inter): 7 - Continua a dimostrare grande personalità nel ruolo di difensore centrale. Riesce a limitare Cavani e, in generale, ogni pericolo che si presenti dalle sue parti. Vero leader. Un'opzione in più per Mancini, il quale può affidarsi alle sue qualità anche nel reparto arretrato.

ARTURO VIDAL (Cile - Juventus): 6,5 - Buon impatto sulla gara. Prova a segnare in diverse occasioni, proponendosi in avanti con continuità nell'arco della partita.

DAVID PIZARRO (Cile - Fiorentina): s.v. - Solo 5' per lui contro l'Uruguay.

MATI FERNANDEZ (Cile - Fiorentina): 6 - Entra al 72'. Ha subito un buon impatto sulla gara: figura nell'azione che porta al gol decisivo di Isla.

MAURICIO PINILLA (Cile - Atalanta): s.v. - Entra a 19' dalla fine ma lo si vede obiettivamente poco. Viene inoltre ammonito per una gomitata.

SERGIO ROMERO (Argentina - Sampdoria): 6 - Non particolarmente utilizzato durante le fasi di gioco regolare. Para uno dei rigori finali a Zuniga.

MARIANO ANDUJAR (Argentina - Napoli) - Non convocato.

FACUNDO RONCAGLIA (Argentina - Genoa) - In panchina contro la Colombia.

LUCAS BIGLIA (Argentina - Lazio): 6 - Bene in entrambe le fasi di gioco. Mostra intelligenza a centrocampo, cosa da non sottovalutare in una partita importante come quella disputata contro la Colombia. Peccato solo che sciupi il calcio di rigore che avrebbe potuto concludere la sessione dal dischetto in anticipo.

ROBERTO PEREYRA (Argentina - Juventus) - In panchina contro la Colombia.

CARLOS TEVEZ (Argentina - Juventus): 6,5 - Entra al minuto 73' senza aver particolari opportunità tali da evitare il prolungamento del match. La valutazione risente tuttavia dell'ultimo rigore calciato, quello che ha mandato l'Argentina in semifinale.

GONZALO HIGUAIN (Argentina - Napoli) - In panchina contro la Colombia.

IVAN PIRIS (Paraguay - Udinese): 6,5 - Inizio timido, con un Dani Alves che lo ha messo in difficoltà già dalle primissime battute di gioco. Si riprende col passare dei minuti, riuscendo a controllare l'esterno brasiliano e a tentare qualche sgroppata.

GASTON SILVA (Uruguay - Torino) - In panchina contro il Cile.

ALVARO GONZALEZ (Uruguay - Torino): 5,5 - Bene nel primo tempo, in cui riesce a dare un buon apporto anche in termini di manovra. Nella ripresa soffre certamente le incursioni degli esterni cileni.

NETO (Brasile - Fiorentina) - Non convocato.

JUAN VARGAS (Peru - Fiorentina): 7 - Suo l'assist per il primo gol di Guerrero. Gara davvero intensa per lui: condizione fisica invidiabile, scende sulla fascia con grande facilità. Qualificazione alla semifinale centrata, anche grazie al suo contributo.

CRISTIAN ZAPATA (Colombia - Milan): 6,5 - Va vicino all'autogol in un paio di occasioni ma il lavoro in fase di copertura è stato apprezzabile. Sicuro e attento, merita una valutazione positiva.

CAMILO ZUNIGA (Colombia - Napoli): 5,5 - Di Maria gli crea diversi problemi dalla sua parte. Cerca di tamponarlo come può. Pesa l'errore dal dischetto nella sessione finale.

VICTOR IBARBO (Colombia - Roma): 6,5 - Si sacrifica per tutto l'arco della gara. Insomma, fa tutto il contrario di ciò che gli viene chiesto abitualmente. Ma contro l'Argentina era inevitabile. Da elogiare per lo spirito di adattamento a una situazione tattica che lo ha visto comunque dare tutto per il risultato finale.

LUIS MURIEL (Colombia - Sampdoria): 5 - Entra nel finale dei tempi regolamentari. Sbaglia il rigore. Probabilmente se avesse segnato avremmo potuto parlare di una Colombia in semifinale.




Commenta con Facebook