• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > Scandalo Catania, Salvi: "Pulvirenti ha ammesso di aver comprato le partite"

Scandalo Catania, Salvi: "Pulvirenti ha ammesso di aver comprato le partite"

Il procuratore ha tenuto una conferenza stampa dopo gli interrogatori di garanzia


Antonino Pulvirenti (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

29/06/2015 14:06

SCANDALO CATANIA SALVI PULVIRENTI / CATANIA - Si sono tenuti oggi gli interrogatori di garanzia relativi all'inchiesta della Procura di Catania denominata 'I treni del gol'. Al termine degli interrogatori, il procuratore Giovanni Salvi ha tenuto una conferenza stampa nella quale ha affermato: "La fase delicata degli interrogatori non è conclusa, intanto vi diamo questa informazione provvisoria e sintetica. Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere quasi tutti gli indagati, meno Cosentino e lo stesso Pulvirenti. Cosentino ha fornito alcuni elementi a giustificazione di interpretazione degli elementi a suo carico che valuteremo nei prossimi giorni".

Il procuratore ha continuato soffermandosi sulle dichiarazioni rese dal patron del Catania: "Pulvirenti ha reso un lungo interrogatorio nel quale ha ammesso che le partite a partire da Varese-Catania sono state oggetto di acquisto, vi è stata una compravendita di queste partite. Secondo le indicazioni di Pulvirenti il costo di ogni partita è stato di 100 mila euro. Pulvirenti ha negato di avere scommesso sulle partite, ha detto appunto di avere avviato queste modalità di gestione delle partite per salvare il Catania".

Nel corso della conferenza stampa Salvi ha anche affermato: "Pellizzeri, che è per noi un punto importante e centrale perché come sapete sono stati sequestrati circa 100 mila euro in contanti nascosti in varie parti del controsoffitto, oltre ad altro materiale interessante, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Adesso completeremo le indagini anche tenendo conto del contributo che abbiamo avuto da parte di Pulvirenti".




Commenta con Facebook