• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Vadalà e non solo: l'ultimo 'regalo' di Tevez

Calciomercato Juventus, Vadalà e non solo: l'ultimo 'regalo' di Tevez

La partenza dell'attaccante argentino apre importanti scenari di mercato


Guido Vadala ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

26/06/2015 17:45

CALCIOMERCATO JUVENTUS TEVEZ VADALA' PAVON CRISTALDO / TORINO - L'addio di Carlos Tevez è un duro colpo per la Juventus di Massimiliano Allegri. L'attaccante argentino è stato infatti l'assoluto protagonista delle ultime due stagioni segnando 50 gol in 96 partite disputate e contribuendo in maniera determinante ai successi bianconeri ma anche al ritorno nei piani alti dell'Europa che conta. Ora l' 'Apache' lascerà Torino per tornare nell'amatissimo Boca Juniors, ma farà un ultimo regalo ai suoi vecchi tifosi.

L'accordo, che non è ancora ufficiale, tra il club argentino e la dirigenza juventina è stato trovato infatti sulla base di una cifra intorno ai 5 milioni di euro più il cartellino di Guido Vadalà e l'opzione su altri talenti della squadra 'xeneize'. L'addio di Tevez dunque viene 'addolcito' da una serie di giovani che possono costituire profili interessanti per il futuro. Il primo è proprio Vadalà, clase '97 e talento da vendere. Per lui è già stato speso il poco orignale appellativo di 'nuovo Messi'. La Juventus dovrebbe avere anche l'opzione su due classe '96: Franco Cristaldo (centrocampista centrale) e Cristian Pavon, considerato il nuovo Palacio. Nasce dunque una nuova sinergia di mercato, nel nome di Carlos Tevez che in bianconero è rinato ed ha passato un periodo molto felice, come ha rivelato Kia Joorabchian in esclusiva a Calciomercato.it.




Commenta con Facebook