• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, da Miranda a Kondogbia: rivoluzione Mancini per tornare al vertice

Calciomercato Inter, da Miranda a Kondogbia: rivoluzione Mancini per tornare al vertice

Nerazzurri protagonisti in questa fase della campagna trasferimenti


Roberto Mancini (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

25/06/2015 13:57

CALCIOMERCATO INTER KONDOGBIA SALAH MANCINI RIVOLUZIONE / MILANO – Rivoluzione Inter: nonostante al momento l’unico acquisto ufficializzato sia quello di Kondogbia, la formazione nerazzurra, insieme alla Juventus, può essere considerata la regina di questa prima fase di calciomercato, grazie ad una serie di trattative che sono vicine ad essere chiuse (Miranda su tutti ma anche Imbula potrebbe presto sbarcare a Milano). Roberto Mancini potrà contare così su una formazione molto rinnovata rispetto allo scorso anno e se tutti gli obiettivi del calciomercato Inter dovessero essere centrati, allora la società di Thohir potrebbe davvero proporsi come la principale avversaria dei campioni d’Italia nella corsa al tricolore, in attesa di capire quello che faranno le altre big. Da Miranda a Kondogbia, passando per Imbula e Montoya: vediamo come il calciomercato Inter rivoluzionerà la formazione di Mancini rendendola una delle candidate al vertice.

Miranda più Murillo: la difesa dell'Inter made in Sudamerica

Si parte dalla difesa, dove forse il colpo più importante è una conferma, quella di Samir Handanovic: dopo una lunga trattativa, il portiere sloveno ha deciso di restare nerazzurro e presto potrebbe rinnovare il suo contratto fino al 2018. Davanti al numero uno, la difesa dell'Inter sarà made in Sudamerica: Mancini, infatti, potrà contare sulla coppia di centrale brasiliano-colombiana formata da Miranda e Murillo. Per il primo è stato trovato l'accordo con l'Atletico Madrid: un’operazione da 12 milioni di euro più bonus che consegnerà al tecnico nerazzurro un calciatore di esperienza da mettere alla guida del reparto arretrato. Al suo fianco agirà il giovane Murillo, 23enne colombiano proveniente dal Granada e già bloccato in inverno da Ausilio. Sugli esterni poi potrebbero esserci altri due volti nuovi: a destro si continua a seguire il terzino del Barcellona Montoya: la trattativa con i blaugrana va avanti e l'affare potrebbe chiudersi per una cifra vicina agli 8 milioni di euro; sul versante opposto potrebbe agire Zukanovic, ora al Chievo: con i veneti c’è una differenza di 1 milione di euro ma tutto lascia pensare che presto arriverà la fumata bianca. Senza dimenticare che per la retroguardia c’è anche Ranocchia (difficile che vada via a meno di offerte davvero importanti) e che resteranno due tra Nagatomo, D'Ambrosio e Dodò.

Kondogbia e Imbula: piedi francesi per innescare Icardi e…Salah

E' sicuramente il centrocampo il reparto dell’Inter che subirà le trasformazioni più importanti, quello dove Mancini ha chiesto un sacrificio non di poco conto a Thohir: il primo colpo è già stato messo a segno con l’arrivo di Geoffrey Kondogbia, 22enne mediano francese, strappato a suon di euro ai cugini del Milan. Il suo acquisto ha entusiasmato i tifosi nerazzurri ma non dovrebbe essere l'ultimo a metà campo: i dirigenti della società lombarda continuano a trattare con il Marsiglia per Giannelli Imbula, una trattativa che sembrava dovesse bloccarsi dopo il colpo Kondogbia, con la virata sul più ‘economico’ Felipe Melo. Invece, come raccontato da Calciomercato.it, l’apertura del Marsiglia al prestito con diritto di riscatto per Imbula ha data nuova linfa all'affare. Il possibile arrivo dell’altro giovane transalpino andrebbe completare un reparto dove c’è anche Brozovic: sarà proprio il duo francese più il croato a dover innescare il tridente di attacco, senza dimenticare Guarin ed Hernanes. La finalizzazione spetterà a Mauro Icardi che potrà contare su compagni di reparto come Palacio e Shaqiri. In realtà Ausilio sta lavorando anche per Perisic del Wolfsburg e per Salah dal Chelsea. Per l’egiziano, che lo scorso anno ha stupito tutti con la Fiorentina, c'è da vincere la concorrenza degli stessi viola e di Juventus e Milan. Dovesse essere proprio Salah l'ultimo tassello della nuova Inter, sarebbe la ciliegina su una torta che dalle parti di Appiano Gentile sperano possa tornarsi a tingere di tricolore. 




Commenta con Facebook