• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, tra stadio e bomber: le strategie dopo la visita di Pallotta

Calciomercato Roma, tra stadio e bomber: le strategie dopo la visita di Pallotta

Giorni importantissimi per i giallorossi dopo il blitz del presidente


James Pallotta ©Getty Images
Andrea Corti (@cortionline)

16/06/2015 17:10

CALCIOMERCATO ROMA PALLOTTA STRATEGIE STADIO / ROMA - Sono stati giorni importanti per la Roma: con la sua visita nella capitale il presidente James Pallotta ha cercato di fare chiarezza sulle intenzioni del club dopo alcune settimane di grande incertezza. Sono andate in scena due conferenze stampa in due giorni, intervallate dall'incontro che sembra aver riportato il sereno nei rapporti con Garcia mentre il calciomercato entra nel vivo. Dallo stadio alle strategie di mercato: tutti gli obiettivi della Roma per il futuro dopo il blitz di Pallotta in Italia.

LO STADIO DELLA ROMA: L'IMPORTANZA DEL NUOVO IMPIANTO SECONDO PALLOTTA

"Dopo la costruzione dello stadio i nostri introiti aumenteranno notevolmente. Saranno i più alti in Italia e tra i più alti in Europa. Verranno investiti per il bene del club, anche se non tutti saranno destinati per il mercato": con queste parole, nel corso della conferenza stampa andata in scena in pompa magna nel notevole scenario del Salone delle Fontane all'EUR, James Pallotta ha chiarito quanto il club punti sulla costruzione del nuovo impianto per ridurre il gap con le big europee. Nonostante l'ottimismo sbandierato dalla proprietà americana la posa della prima pietra appare ancora uno step non vicinissimo: difficilmente i lavori cominceranno prima del 2016, ma è chiaro che se finalmente il progetto si trasformerà in realtà la Roma potrebbe davvero cambiare marcia. D'altronde l'esempio fornito dalla Juventus negli ultimi anni è chiarissimo, e la speranza dei giallorossi è che a Tor di Valle si potranno presto scrivere pagine importanti della storia della società capitolina.

IL FUTURO TECNICO DELLA ROMA: SCHIARITA CON GARCIA

Dopo tanti malumori e voci sembra essere tornato sereno il rapporto tra il club e Garcia: ieri il tecnico ha incontrato il presidente e i sorrisi di entrambi all'uscita danno credito alle dichiarazioni concilianti dei due. In un certo senso Garcia ha dovuto fare un passo indietro, vedendosi costretto a rinunciare al preparatore che aveva fortemente voluto un anno fa e che il club ha ritenuto responsabile della scarsa condizione atletica della squadra nella seconda parte della stagione. Sul lungo termine si capirà se tutto ciò renderà la figura del francese meno forte all'interno dello spogliatoio. Il rischio di un Garcia con meno autorevolezza c'è, inutile negarlo, e i sondaggi fatti dal club alcune settimane fa con altri allenatori non promettono nulla di buono per il futuro del tecnico di Nemours.

IL MERCATO DELLA ROMA, LE COMPROPRIETA': LE SITUAZIONI NAINGGOLAN E BERTOLACCI

Il calciomercato Roma è inevitabilmente condizionato, in queste prime settimane, dalla situazione relativa alla comproprietà di Nainggolan: l'accordo con il Cagliari ancora non è stato trovato, ma la speranza di Sabatini è quella di spuntare un'intesa prima del termine del 25 giugno, dopo il quale si andrà per forza di cose alle buste. Il club giallorosso è al lavoro anche per riportare a Trigoria Bertolacci: negli ultimi giorni sono stati fatti grandi passi avanti con il Genoa, e la sensazione è che presto possa arrivare la fumata bianca.

ROMA, SABATINI DIVISO TRA LA RICERCA DI UN BOMBER E LE POSSIBILI CESSIONI

La Roma cambierà tanto rispetto alla scorsa stagione, a partire dal portiere: in pole position al momento attuale c'è Begovic, che ha fatto molto bene negli ultimi anni in Premier League con la maglia dello Stoke City. In difesa l'attenzione è rivolta verso gli esterni: a sinistra a Garcia piace molto Digne, da lui lanciato ai tempi del Lille, ma non è da escludere la pista che porta a Kurzawa. A destra piace Vrsaljko, mentre è ancora da valutare il futuro di Maicon. A centrocampo, se dovesse tornare Bertolacci e dovesse restare Nainggolan, non sembra esserci spazio per grandi cambiamenti: Keita va verso il rinnovo e tutto l'ambiente spera che Strootman possa essere finalmente recuperato. Grandissime novità ci saranno invece nel reparto offensivo, con il possibile arrivo di un bomber come assicurato dallo stesso Pallotta: "Dobbiamo segnare di più e per questo prenderemo in considerazione il discorso centravanti. Difficile per la Roma acquistare un grande centravanti? No, non è un problema". Una punta centrale dunque arriverà, anche se è ancora presto per dire chi sarà: i nomi al momento più caldi (entrambi degnissimi) sono quelli di Dzeko e Bacca. Nelle ultime ore è stato accostato ai giallorossi anche il serbo dell'Anderlecht Mitrovic: profilo molto interessante il suo, anche se a Roma non avrebbe certo la sicurezza di un posto da titolare. Ma a tanti possibili arrivi fanno da contraltare tante possibili cessioni: Gervinho è vicinissimo all'Al Jazira, mentre Doumbia potrebbe ripartire dalla Cina. Da queste due operazioni (oltre a quella relativa a una possibile vendita di Ljajic) la Roma potrebbe trovare le risorse necessarie per intervenire sul mercato. In attesa, infine, di capire il destino di Destro, Sabatini segue con attenzione anche Carrasco del Monaco e Thauvin del Marsiglia, mentre la situazione di Ibarbo è ancora in stand-by.




Commenta con Facebook