• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Calciomercato Lazio, Pioli: "Orgoglioso del rinnovo. Mi serve gente di livello"

Calciomercato Lazio, Pioli: "Orgoglioso del rinnovo. Mi serve gente di livello"

Il tecnico biancoceleste: "Voglio 22 titolari, l'anno prossimo giocheremo ogni tre giorni"


Stefano Pioli e la Lazio (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

12/06/2015 14:19

CALCIOMERCATO LAZIO PIOLI RINNOVO HOEDT/ ROMA - All'indomani del rinnovo di contratto firmato con la Lazio, Stefano Pioli è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale dei biancocelesti. Oltre a ripercorrere le tappe della stagione che ha portato alla qualificazione ai preliminari di Champions League, Pioli ha gettato le basi per il prossimo campionato, tracciando le linee da seguire sul calciomercato per costruire una squadra capace di essere competitiva in Italia e in Europa.

RINNOVO - "Sono contento, orgoglioso e felice del rinnovo, è quello che volevamo tutti. Nella stagione scorsa abbiamo fatto bene gettando le basi per costruire qualcosa di importante. Sono arrivati risultati importanti con qualità tecniche e morali altissime. Non conoscevo Roma e il popolo laziale, sono rimasto colpito dall'entusiasmo, abbiamo dato tanto e ricevuto tantissimo".

PROGETTO - "Nessuno deve dimenticare che nel calcio bisogna sempre dimostrare qualcosa - ha dichiarato Pioli ai microfoni di 'Lazio Style Radio' - Ciò che è stato fatto resterà, ma dobbiamo lavorare per migliorare. Con la società c'è sintonia, la base è solida: lavoro, umiltà e ambizioni sono stati il giusto mix per ottenere risultati".

ACQUISTI - "Gli acquisti della scorsa stagione? Hanno dato un valore aggiunto sia dal punto di vista tecnico che da quello di appartenenza, dimostrando di essere grandi giocatori e grandi campioni. Il migliore? Siamo stati tutti bravi, da questa stagione abbamo imparato qualcosa: siamo la Lazio e dobbiamo provare a vincere tutte le partite".

KLOSE - "Io pretendo sempre il massimo, ma è un dare per ricevere come faccio sempre con i miei giocatori, così si instaurano rapporti di stima e fiducia, è successo anche con Miro. Poi è stata tutta la squadra ad essere sempre carica e pronta".

FELIPE ANDERSON - "Felipe Anderson aveva solo bisogno di capire il calcio italiano e gli serviva fiducia. Sono convinto che abbia appena iniziato il suo percorso di crescita, i margini di miglioramento sono ampi. Bisognerà fare tutto per migliorarsi ancora".

HOEDT E PATRIC - "Hoedt e Patric sono due buoni giocatori, bisogna lavorare su certi caratteri - ha dichiarato Pioli sui due acquisti a costo zero del calciomercato Lazio - Hoedt ha già imparato l'italiano, questo è un esempio di grande professionalità".

NAPOLI - "Il rigore sbagliato da Higuain? Ho sempre pensato che meritassimo noi quel posto, ci ho sempre creduto insieme a tutta la squadra. Il gol più belo dell'anno? Quello di Onazi a Napoli. Candreva, Felipe Anderson e Parolo hanno fatto grandissime reti, ma quello di Eddy l'ho vissuto con più passione e tecnicamente, con l'anticipo è stato un grande gol".

FILOSOFIA - "Abbiamo una filosofia che va rispettata, cerchiamo sempre di mettere sotto gli avversari. Potevamo fare meglio, l'importante è non dare tutto per scontato. Il più simpatico della squadra? Ogni giocatore ha il suo carattere. Non conoscevo Parolo: è simpaticissimo, ride molto e ha sempre la battuta pronta".

EUROPA - "Se penso agli impegni europei? L'importante è avere in rosa gente di livello, abbiamo fatto tanto per arrivare in Europa e non mi lamenterò mai di dover giocare ogni tre giorni. Mi serviranno 22 titolari".




Commenta con Facebook