• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Croazia-Italia, Buffon: "A Rakitic farò i complimenti. La 'papera' dell'andata...

Croazia-Italia, Buffon: "A Rakitic farò i complimenti. La 'papera' dell'andata...

Le parole del capitano azzurro in conferenza stampa


Gianluigi Buffon (Getty Images)

11/06/2015 20:47

CROAZIA ITALIA BUFFON CONFERENZA STAMPA/ SPALATO (Croazia) - Insieme al ct Antonio Conte, anche Gianluigi Buffon è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida valevole per le qualificazioni a Euro 2016 che vedrà l'Italia affrontare la Croazia: "L'addio di Pirlo? Io parlo quotidianamente con Pirlo, non sono riuscto a percepire nulla perché credo sia valutazioni che Andrea voglia fare in tranquillità per preparare al meglio il suo futuro. Una scelta che ha bisogno di qualche giorno di meditazione".

CHAMPIONS LEAGUE - "Postumi della Champions? Noi juventini stiamo abbastanza bene, la finale l'abbiamo giocata cinque giorni fa, disputando una buona gara. C'è stata un po' di amarezza, ma sono scorie che ti lascia alle spalle soprattutto quando devi giocare una nuova partita in rapida sequenza.

RAKITIC - "A Rakitic farò solamente i complimenti per il giocatore che è, per la carriera che sta facendo e per il suo ultimo successo, coronato con un gol contro di noi. Finale persa? Sono comunque orgoglioso di quella medaglia, guardarla servirà per avere ancora più veleno in futuro se si dovesse giocare una nuova partita di quel livello, sia con la Juventus che con la Nazionale".

S.F.

ERRORI - "La 'papera' dell'andata? Non so come reagirò, penso che gli avversari mi conoscano abbastanza bene, così come io conosco loro. Certe cose accadono e si sa se sono frutto di casualità oppure una ricorrenza che accompagna un giocatore. Sono passati otto mesi da quella partita, io l'avevo già rimossa".




Commenta con Facebook