• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Calciomercato, da Vlaar a Richards: le italiane provano il 'colpo' low cost

Calciomercato, da Vlaar a Richards: le italiane provano il 'colpo' low cost

Uscita la lista degli svincolati di Premier: diversi calciatori nel mirino delle squadre di Seri eA


Micah Richards (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

10/06/2015 16:28

CALCMERCATO VLAAR RICHARDS / ROMA - Come ogni anno è uscita la lista dei calciatori svincolati della Premier League: si tratta dell'elenco dei giocatori in scadenza di contratto che non hanno ricevuto l'offerta di rinnovo da parte del club di provenienza. Dal Napoli all'Inter, sono diverse le squadre italiane che possono provare il 'colpo' low cost: ad esempio dall'Aston Villa si è liberato Ron Vlaar, difensore olandese da tempo nel mirino del Napoli; sempre i partenopei lo scorso inverno hanno avuto dei contatti con gli agenti di Jonas Gutierrez che ora ha lasciato il Newcastle. Agli azzurri è stato accostato in passato anche Gleen Johnson sul quale c'è il forte interesse della Roma.  All'Inter, invece, piace Micah Richards che ha giocato l'ultima stagione con la maglia della Fiorentina: il suo contratto con il City non sarà rinnovato e a Mancini non dispiacerebbe allenarlo nuovamente. 

Capitolo a parte merita Didier Drogba: chiusa la sua seconda esperienza al Chelsea, l'ivoriano è alla ricerca di una squadra e rappresenta sempre una soluzione affidabile per una società bisognosa di un bomber dal gol facile. Tra gli svincolati anche John Guidetti, attaccante svedese che ha giocato l'ultimo anno con il Celtic: il suo nome è spesso stato accostato a squadre italiane anche se poi l'interesse non si è mai concretizzato. 




Commenta con Facebook