• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Hernandez: "Vorrei restare al Real ma potrei arrivare in Italia"

Lazio, Hernandez: "Vorrei restare al Real ma potrei arrivare in Italia"

Il 27enne attaccante messicano, reduce dal prestito in 'Blancos', ha un altro anno di contratto con lo United


Hernandez (Getty Images)

08/06/2015 10:41

MERCATO LAZIO HERNANDEZ REAL MADRID / MADRID (Spagna) - Il prestito al Real Madrid è arrivato al capolinea. Le chances di rivederlo con la maglia del Manchester United, nonostante un altro anno di contratto, non sembrano essere molte. La Lazio lo segue con attenzione. Il futuro di Javier Hernandez è, ad oggi, tutto da scrivere. A ricordarlo è lo stesso attaccante messicano in un'intervista concessa al quotidiano sportivo spagnolo 'Marca'. 

"Non so dove giocherò il prossimo anno, ora penso solo a godermi le vacanze. Credo che presto incontreremo il club spagnolo, ma è una cosa che dovete chiedere al mio agente. Vorrei rimanere al Real Madrid, però vorrei avere la garanzia di poter giocare e accumulare minuti. Se mi aspetto una chiamata da Benitez? Non lo so...mi piacerebbe. Ma sarei felice anche se tornassi allo United o se andassi altrove, l'importante è che possa scendere in campo con continuità. Staremo a vedere cosa succederà, il Real poteva esercitare il diritto di acquisto ma i termini sono scaduti, ad oggi sono quindi un giocatore dei 'Red Devils'. E' vero, van Gaal ha avallato la mia cessione quando è arrivato, ma era una situazione diversa: si è puntato sul campionato e avere troppi giocatori in rosa poteva essere controproducente. Ora le cose sono cambiate, con le competizioni europee ci saranno più partite da giocare e quindi più opportunità. Sbarcare in Italia? Credo ci sia anche questa possibilità".

Chiusura dedicata poi a Carlo Ancelotti: "Non credo che abbia ricevuto pressioni per proteggere Benzema e schierarlo sempre. Non ho nulla da rimproverare al mister, mi ha sempre tenuto in considerazione e non posso che essergliene grato. Non sono pentito di essere andato al Real, piuttosto sono orgoglioso di aver potuto vestire la maglia di questo grande club. Ci sono stati momenti brutti ma anche molti altri bellissimi". 

 




Commenta con Facebook