• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Irlanda-Francia, Delaney: "Soldi da Blatter per non fargli causa". La FIFA: "Pagammo, ma..."

Irlanda-Francia, Delaney: "Soldi da Blatter per non fargli causa". La FIFA: "Pagammo, ma..."

Il tocco di mano di Thierry Henry fece indignare molti in tutto il mondo


Henry in Irlanda-Francia (Getty Images)

04/06/2015 21:12

SCANDALO FIFA HENRY IRLANDA FRANCIA TANGENTE BLATTER / DUBLINO (Irlanda) - Ricordate il tocco di mano di Thierry Henry che aiutò la Francia a battere l'Irlanda nel 2009, qualificandosi così all'ultimo respiro al Mondiale 2010? Emergono oggi le confessioni choc di John Delaney, nientemeno che il numero uno della Federcalcio irlandese. La 'BBC' riferisce che Delaney ha ammesso di aver incassato una tangente dalla FIFA per non fare esposto contro quella mancata qualificazione.

La FIFA avrebbe pagato alla Federcalcio d'Irlanda 5 milioni di euro per scongiurare azioni legali dopo quella mano di Henry. L'Irlanda era a 16 minuti dalla qualificazione ma la rete scaturita da quel tocco portò in Sudafrica i francesi. Delaney sostiene di aver "raggiunto un accordo" nientemeno che con Sepp Blatter, presidente della FIFA, affinché l'Irlanda rinunciasse ad appellarsi contro quella partita controversa.

"Sentivamo di avere in mano un caso legale contro la FIFA", le parole di Delaney in un'intervista radio a 'RTE'. "Dissi a Blatter come mi sentivo e arrivammo a un accordo. L'Irlanda non la vedeva come una tangente ma come un accordo extragiudiziale. Lo mettemmo nero su bianco quattro giorni dopo il nostro incontro".

Delaney non ha rivelato la cifra esatta ma, alla domanda sui 5 milioni di euro, non ha voluto negare.

Inoltre, un portavoce FIFA ha confermato il pagamento, ma sostiene che si trattasse di un prestito per "la costruzione di uno stadio in Irlanda". L'Aviva Stadium fu l'unico grande stadio ristrutturato in quel periodo e riaprì nel maggio 2010. Il portavoce ha aggiunto che la Federcalcio doveva ripagare il denaro se l'Irlanda si fosse qualificata al Mondiale, cosa non successa. La FIFA ha estinto il prestito il 31 dicembre 2014.

Il giornalista BBC Richard Conway ha diramato tramite Twitter queste parole della Federcalcio d'Irlanda: "Abbiamo accettato l'offerta FIFA per evitare un lungo, costoso e protratto caso legale. L'offerta fatta alla Federazione è stata completamente estinta dalla FIFA nel 2014. L'accordo non ha in alcun modo influenzato le nostre critiche all'operato della FIFA come dimostrato dalle nostre critiche consistenti a Sepp Blatter".

M.T.




Commenta con Facebook