• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, Pallotta: "Vogliamo continuare con Garcia"

Calciomercato Roma, Pallotta: "Vogliamo continuare con Garcia"

Il presidente: "Se ci sono divergenze, se ne parla all'interno del club"


James Pallotta ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

04/06/2015 08:05

CALCIOMERCATO ROMA INTERVISTA PALLOTTA A GAZZETTA DELLO SPORT / LONDRA (Inghilterra) - L'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' propone una lunga intervista al presidente della Roma James Pallotta, nel corso della quale il numero uno giallorosso parla del futuro di Rudi Garcia, di calciomercato Roma e non solo.

FUTURO GARCIA - "Vogliamo andare avanti con il nostro tecnico. Con lui la Roma è arrivata due volte seconda. Con Garcia abbiamo parlato e lui sa quali sono i nostri progetti. Sono convinto che nella prossima stagione si possa fare meglio. Sì, Garcia è il nostro allenatore".

LA COMUNICAZIONE DI GARCIA - "Quella conferenza stampa non mi è piaciuta. Certe cose non bisogna darle in pasto all’opinione pubblica. Se ci sono divergenze, si parla all’interno della struttura altrimenti si crea solo confusione. La sua frase sullo Scudetto a inizio stagione? Garcia ha cercato solo di dare sicurezza e autostima alla squadra. Anche in questo caso, però, probabilmente sarebbe stato meglio non parlare di certe cose in pubblico".

IL GAP CON LA JUVE - "Io non credo che il gap con la Juventus sia incolmabile. La Juve ha il vantaggio di un progetto avviato prima del nostro, ha uno stadio di proprietà e un’esperienza consolidata. E' riuscita a gestire bene il cambio di allenatore. Detto questo, la Roma è sulla buona strada per acquisire la dimensione della Juventus".

BILANCIO STAGIONE - "Io non sono mai soddisfatto perché punto sempre al miglior risultato. È chiaro che qualcosa non ha funzionato, ma siamo secondi per la seconda volta di fila e andiamo in Champions League evitando lo stress dei playoff. La preparazione atletica non è stata sufficiente. Cambieremo lo staff che si occupa della preparazione atletica: arriveranno 5 uomini di assoluto livello, compreso un nutrizionista. Il momento chiave? La sconfitta con il Bayern Monaco: la batosta con la squadra tedesca ha tolto sicurezza e convinzione. Non ci siamo più ripresi. Quella sera il nostro allenatore ha sbagliato la gestione della gara. I calciatori? La squadra non reggeva più di 60 minuti quest'anno e questo limite non può essere attribuito alla squadra. Bisogna allenarsi meglio e correre di più".

CALCIOMERCATO INVERNALE - Breve parentesi dedicata al calciomercato invernale: "Doumbia aveva giocato la Coppa d’Africa e non era pronto. Ibarbo ha avuto problemi fisici, ma nelle ultime gare ha dimostrato di essere utile".

IL RAPPORTO COI TIFOSI - "Allo stadio gli spettatori devono comportarsi in modo civile. Io non mi sono rivolto alla maggioranza dei nostri tifosi, che non hanno mai creato problemi, ma a quell’esigua minoranza, responsabile di certi gesti. Non ho la pretesa di venire in Italia ad insegnare come fare il presidente. Io penso ai miei fan. La squadra va sostenuta, anche nei momenti difficili".

LO STADIO - "Attendiamo buone notizie".

 




Commenta con Facebook