• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sampdoria > Sampdoria, Ferrero: "Zenga mi sembra il profilo adatto"

Sampdoria, Ferrero: "Zenga mi sembra il profilo adatto"

Il patron dei doriani ha parlato del successore di Mihajlovic


Ferrero, patron doriano © Getty Images

03/06/2015 15:30

CALCIOMERCATO SAMPDORIA FERRERO MIHAJLOVIC ZENGA / NAPOLI - Sarà molto probabilmente Walter Zenga l'erede sulla panchina della Sampdoria di Sinisa Mihajlovic. Lo si evince anche dalle ultime dichiarazioni rilasciate da Massimo Ferrero, patron dei blucerchiati: "Non capisco perché Walter Zenga venga chiamato l'uomo ragno. Se come calciatore era bravo, come allenatore sarà ancora meglio - ha detto il presidente della Samp a 'Radio CRC' - Tra qualche giorno vi dirò chi sarà l’allenatore della Sampdoria. Posso anticiparvi che è la persona che più mi è piaciuta: Zenga conosce e parla cinque lingue. La Sampdoria è una squadra fisica e Zenga mi sembra il profilo adatto. Amo il gioco di Sarri, ma ricordiamoci che ci ha messo tre anni prima di esprimere il suo calcio all'Empoli. Giocare palla al piede in Serie A è difficilissimo e la Sampdoria non è Empoli. Ho scelto di proseguire il progetto di Mihajlovic prendendo un profilo simile. Il mio profilo è di Sampdoria generation, un progetto fatto di giovani".

MIHAJLOVIC - "Quando incontrerò Mihajlovic non lo farò più come il presidente della Sampdoria, ma come un grande amico. Sinisa è libero. Dico che Mihajlovic è un grande lavoratore, un ottimo motivatore e chi lo vuole deve sbrigarsi perché potrebbe decidere di andare a Londra ad allenare una grande squadra. L'Italia deve sbrigarsi a prendere Sinisa, gli dessero un sacco di soldi, basta chiacchiere. Se il Napoli smettesse di pettinare le bambole, sarebbe ancora in tempo per prendere Mihajlovic che è un uomo intelligente e deciderà il meglio. È importante che Sinisa venga ben pagato, ma attenzione perché lui è un uomo da progetto, non è il mercenario che va in un club a prendere solo soldi".

EUROPA LEAGUE - "Oggi c'è il verdetto, ma mi dispiace perché avrei preferito vincere sui campi di gioco".

DIMISSIONI BLATTER - "Ho detto una cosa che è stata fraintesa. Parlo di morte professionale, era scritto che sarebbe andato via. A volte promozione non significa salire un piano e comandare, può significare anche sottrazione".

NAPOLI - "Mi piacerebbe molto essere il presidente del Napoli perché questa città la amo e De Laurentiis è un uomo fortunato".

G.M.




Commenta con Facebook