• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Baranca: "Federbet non decide su questioni di giustizia sportiva"

Lazio, Baranca: "Federbet non decide su questioni di giustizia sportiva"

Il segretario generale della Onlus che contrasta la manipolazione sportiva è ritornato sull'argomento legato al calcioscommesse


Lazio (Getty Images)

03/06/2015 14:40

CALCIOSCOMMESSE BARANCA LAZIO CHAMPIONS / ROMA - Torna a parlare Franceco Baranca dopo le dichiarazioni di ieri su una possibile esclusione della Lazio dalla Champions League per la vicenda legata al calcioscommesse. Il segretario generale di Federbet ha chiarito: "Non siamo noi a decidere sulle questioni di giustizia sportiva, ma la Procura Federale. Noi abbiamo solo spiegato le regole e le eventuali conseguenze - ha detto Baranca a 'Rete Sport' - Faremo presto un comunicato di risposta alla Lazio ma solo per chiarire, non vogliamo fare polemiche. Io non ho dato alcun giudizio riguardo la società biancoceleste, ho risposto semplicemente a una domanda a latere della presentazione del nostro report annuale. La domanda era sugli eventuali sviluppi delle inchieste di Cremona e Catanzaro".

ESEMPIO METALIST - "Nel momento in cui emergano elementi nuovi secondo l'articolo 39 della giustizia sportiva può esserci la revisione del procedimento: se si riapre e gli elementi sono credibili, l'ulteriore condizione è che si arrivi a una condanna per responsabilità oggettiva. A questo punto la regola dell'Uefa prevede in automatico che alla squadra implicata non è consentita l'iscrizione, come è successo quest'anno al Metalist. Questa è la concatenazione di eventi che sostenevo, non era un'accusa o un giudizio sulla Lazio. Chiaramente non è Federbet che può far aprire la revisione del procedimento, è una possibilità apparsa su tutti i quotidiani di qualche settimana fa, non capisco tutte queste polemiche".

NESSUN ACCADIMENTO - "Per escludere la Lazio la condanna dovrebbe avvenire in tempi brevi, prima del periodo dell'iscrizione alle coppe europee. Io ho solo spiegato le regole e le conseguenze. Non c'è nessun accanimento contro la Lazio, noi cerchiamo solo di limitare i danni per quanto riguarda la responsabilità oggettiva delle società".

G.M.




Commenta con Facebook