• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Pirlo: "Penserò a Istanbul, non voglio riprovare quelle sensazioni"

Juventus, Pirlo: "Penserò a Istanbul, non voglio riprovare quelle sensazioni"

Il centrocampista della Juventus si prepara per la finale di sabato


Andrea Pirlo (Getty Images)

02/06/2015 11:27

CHAMPIONS LEAGUE JUVENTUS BARCELLONA PIRLO MILAN / TORINO - Sabato sarà un giorno importante per la Juventus. I bianconeri affronteranno il Barcellona a Berlino e si giocheranno la Champions League in una partita che promette grandi emozioni. Tra i protagonisti ci sarà sicuramente Andrea Pirlo che, intervistato dal 'Mirror', ha ricordato anche la finale persa col Milan: "So bene cosa significhi vincere una Champions, ma so anche cosa vuol dire perderla. La sconfitta di Istanbul col Liverpool è una delle sensazioni peggiori che ho provato nella mia vita. Ripenserò a quella partita, perché non voglio assolutamente riprovare quelle emozioni". Il regista bianconero ha parlato anche del campionao inglese: "Credo che la Premier League sia ancora il miglior campionato, anche se in fondo alle competizioni europee non ci sono squadre inglesi. Penso però che i migliori club della Premier saranno tra i probabili vincitori della Champions nella prossima stagione. Nessun altro campionato è così competitivo e ha cinque, sei squadre a lottare per entrare in Europa".

Pirlo si è poi soffermato su un suo compagno di squadra che non ha trovato fortuna in Premier: "Non ho ben capito perché il Manchester abbia lasciato partire Pogba, ma è stato un bene per la Juventus. Se va avanti così, diventerà il piu forte centrocampista in circolazione. Ho avuto la fortuna di giocare con tanti grandissimi giocatori, ma mi spiace non aver potuto farlo con uno in particolare: Scholes. Credo che sia stato uno dei più grandi nel suo ruolo, un genio sul campo e un signore fuori. Ho grande rispetto per lui".

A.D.S.




Commenta con Facebook