• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Scienza e tecnologia > Tecnologia, dall’sms al selfie: ecco come si usa il cellulare al volante

Tecnologia, dall’sms al selfie: ecco come si usa il cellulare al volante

AT&T ha condotto una ricerca sul comportamento degli americani mentre sono impegnati al volante


Smartphone (Getty Images)

01/06/2015 17:47

TECNOLOGIA COMPORTAMENTI ALLA GUIDA SMARTPHONE / ROMA – Scrivere e leggere sms, navigare sul web, ma anche scattare selfie e scrivere una mail. Sono alcuni dei comportamenti degli automobilisti americani. Una ricerca sulla condotta degli americani al volante di AT&T, società di telecomunicazioni, ha rivelato che 7 persone su 10 quando guidano sono impegnate ad usare il cellulare.

Il 61% degli intervistati ha dichiarato di leggere e inviare sms mentre è alla guida, il 33% scrive mail. Al terzo posto dei comportamenti scorretti, il 28% al volante navigherebbe con lo smartphone su internet, il 27% consulterebbe il profilo Facebook e addirittura il 17% sarebbe impegnato in un selfie. I pericoli “minori”, stando alla top ten della società che ha preso spunto dallo studio per rilanciare la sua campagna contro le distrazioni alla guida “It Can Wait”,  arrivano da Twitter e Instagram che impegnerebbero rispettivamente il 14% degli intervistati. Ed ancora, il 12% gira video durante la guida e il 10 si impegna in videochat. Altri dati: il 62% degli intervistati (oltre 2 mila persone dai 16 ai 65 anni) ha sempre il telefono vicino a se, in mano, sul sedile del passeggero oppure nel tradizionale vano porta oggetti. Il 27% dichiara inoltra di usare lo smartphone in condizioni di sicurezza.

Le attività più frequenti (risposte multiple) mentre si è alla guida secondo AT&T sono:

1.Sms 61%
2.Email 33%
3.Internet 28%
4.Facebook 27%
5.Selfie e foto 17%
6.Twitter 14%
7.Instagram 14%
8.Video 12%
9.Snapchat 11%
10. Video chat 10%.

La campagna "It Can Wait" è cominciata nel 2010 e in questi cinque anni ha raggiunto 6,5 milioni di persone. La collaborazione, spiega AT&T, verrà estesa anche alle piattaforme social, mentre la collaborazione con Samsung, Google e Bose permetterà di sfruttare periferiche di realtà virtuale (Gear VR e Cardboard) per sottolineare i pericoli della guida distratta. Il tour high-tech coprirà tutti gli States: "Faremo capire alle persone che non è possibile guidare in sicurezza utilizzando uno smartphone", ha spiegato la compagnia telefonica, la quale mette anche disposizione un'app che consente di stoppare notifiche e suonerie dei messaggi mentre si è al volante.

I dati della ricerca riguardano gli automobilisti americani, ma cosa succede in Italia? Il 2014 è stato l’anno dei record per quanto riguarda gli incidenti stradali causati dalla distrazione alla guida. Il 20,1% degli scontri automobilistici, secondo i dati diffusi da Aci e Istat relativi all'anno scorso, è causato proprio dall'uso del telefonino, che batte ebbrezza e velocità. I guidatori più imprudenti sono quelli del Nord: qui il 42% dei conducenti guida con un occhio sullo smartphone, contro il 29,3% dei guidatori del Centro e il 28,5% di quelli del Sud.

S.C.




Commenta con Facebook