• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Barcellona, Allegri: "Può succedere di tutto. Non andremo ai rigori"

Juventus-Barcellona, Allegri: "Può succedere di tutto. Non andremo ai rigori"

Il tecnico dei bianconeri parla in vista della finale col Barcellona


Massimiliano Allegri ©Getty Images
Andrea Della Sala

01/06/2015 12:38

DIRETTA CHAMPIONS LEAGUE ALLEGRI BARCELLONA FINALE BERLINO / TORINO - La stagione è già conclusa per molte squadre che si cominceranno a dedicare al calciomercato. Non è così per i bianconeri che sabato si giocheranno la finale di Champions League con il Barcellona. A Berlino i campioni d'Italia sfideranno i blaugrana in un match che promette grande spettacolo. Queste le parole di Allegri in conferenza stampa:

SERENI E TRANQUILLI - Il tecnico inizia a fare il punto sulle ultime news Juventus: "Siamo una squadra caratteriale e tecnica. Siamo migliorati molto, siamo consapevoli dei nostri mezzi e sono tranquillo nel preparare la finale. Abbiamo voglia di dimostrare che abbiamo le qualità e le caratteristiche per giocare contro il Barcellona. Gli episodi decideranno la partita, loro hanno grandissime qualità e noi anche. Tevez? Signgifica tanto per noi, è un grande giocatore, ma lo sono anche gli altri. Siamo stati grandissimi per fare tutto questo; all'inizio c'era scetticismo nei miei confronti. Ma al Milan in tre anni e mezzo abbiamo vinto uno scudetto, una supercoppa e non sono mai uscito al preliminare di Champions e ho raggiunto tutti gli obiettivi. C'era rancore per l'addio di Conte, ma con il lavoro e con la società abbiamo fatto una stagione importante".

BARCELLONA SUPER - "E' una squadra diversa da tutte le altre. Servirà una partita compatta cercando di annullare le loro caratteristiche migliori. Messi? Ha fatto un grande gol, ma ne ha fatti anche di più belli. Ha grandissimi qualità, ma dobbiamo stare attenti anche a Neymar, Suarez e soprattutto Iniesta. Ho affrontato diverse volte i blaugrana con il Milan, ma questa è tutta un'altra squadra". 

FINALE STORICA - "Può finire ai rigori, dobbiamo ovviamente prepararci anche a quello. Ma difficilmente credo che finirà ai penalty. C'è tanta adrenalina, pochi pensieri sul nostro avversario, credo che se vinceremo la coppa ci saranno parecchie analogie con Berlino 2006, sarebbe davvero un risultato straordinario. Queste partite devono essere preparate con semplicità e tranquillità. Serve una gara di coraggio perché sicuramente avremo momenti sfavorevoli, ma li avranno anche loro. Non siamo la vittima sacrificale, è normale che affronteremo grandi giocatori ma non ci deve creare ansia. C'è grande entusiasmo in città, in Italia, anche perché erano diversi anni che una squadra italiana non faceva una finale di Champions, tutti la aspettiamo. E' una partita secca e dovremo essere molto bravi. Il clima è ottimo, mancano 5 giorni a questa grande partita. Col Real Madrid abbiamo fatto bene, ma per vincere in finale servirà ancora di più. Bisognerà avere tanta pazienza e anche una grande forza mentale".

STAGIONE DA RECORD - L'annata della squadra sarà comunque fantastica avendo vinto già scudetto e Coppa Italia. Se dovessimo perdere la finale, vorrà dire che per migliorare questa stagione l'anno prossimo bisognerà cercare di fare ancora meglio e quindi vincere la finale. Difficilmente una squadra arriva su tre fronti fino in fondo, ora siamo qui e cerchiamo di portarla a casa. Vogliamo fare diventare quest' annata ancor più straordinaria. Sono fortunato a lavorare con questo gruppo, è bello potersi giocare la finale di Champions". 

A.D.S.




Commenta con Facebook