• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-EMPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-EMPOLI

Icardi capocannoniere con Toni. Palacio suona la carica, male Ranocchia e Juan Jesus, soddisfazione per Mchedlidze


Hernanes e Icardi (getty images)
Davide Ritacco

31/05/2015 22:50

ECCO LE PAGELLE DI INTER-EMPOLI

 

INTER

Handanovic 6 – Nel primo tempo è praticamente uno spettatore non pagante. Nella ripresa l’Empoli spinge e trova due gol in pochi minuti, sui quali è incolpevole. Non si può dire lo stesso sul terzo gol.    

Nagatomo 6,5 – Spostato a sinistra riesce sempre ad arrivare sul fondo e crossare in maniera discreta. Sulla destra era poco cercato dai compagni.  

Ranocchia 5 – Solita inconsistenza difensiva. L’Empoli fa davvero poco per raggiungere il pareggio e lui ci mette lo zampino in entrambi i gol: sul primo devia sfortunatamente la palla sulla testa di Mchedlidze e sul secondo non chiude adeguatamente su Pucciarelli.

Felipe s.v. – Dal 21’ Santon 5,5 – Entra a freddo dopo 21’ e viene schierato a destra dove non sembra essere a suo agio e Croce ne evidenzia le lacune. 

Juan Jesus 5,5 – L’errore in condivisione con Medel è troppo grave per passare inosservato. Parte ancora una volta da terzino sinistro ma appena spostato al centro risulta confusionario.   

Brozovic 7 – Nel primo tempo è il centrocampista più positivo di Mancini e trova il giusto premio del primo gol con la ‘nuova’ maglia nerazzurra.  

Medel 5,5 – Nel tentativo di recuperare il pallone spiana la strada all’Empoli per la rete del pareggio ma poteva evitare l’eccesso di zelo. Il mastino dell’Inter è sempre generoso ma poco efficace.  

Kovacic 7,5 – Primo tempo di aggiustamento e nella ripresa esplode tutta la sua classe con tre assist perfetti per Icardi e Palacio. Il giovane croato chiude la stagione come meglio non poteva dimostrando di poter essere il futuro dell’Inter. Dal 83’ Podolski s.v.  

Hernanes 6 – Della batteria dei trequartisti a disposizione di Mancini è quello forse meno in palla nella serata. Prova qualche tiro dei suoi ma sono tutti palloni regalati alla curva. Merita la sufficienza per l’intensità e la voglia che ci mette.

Palacio 7 – Non si risparmia mai per la squadra ed è anche lucido sotto porta portando in vantaggio l’Inter ed è la migliore spalla per Icardi. Dal 90’ Dimarco s.v.

Icardi 8 – Alla sua seconda stagione in nerazzurro raggiunge l’obiettivo personale di vincere la classifica marcatori (in condivisione con Toni) a soli 22 anni. Di sicuro è l’attaccante che l’Inter non può lasciarsi sfuggire.

All. Mancini 6,5 – L’Inter chiude la stagione a San Siro con una vittoria anche se non manca la sofferenza tipica di una stagione altalenante. In estate il lavoro sarà copioso per riportare i nerazzurri dove meritano ma le basi (Icardi e Kovacic) da cui ripartire ci sono.

 

EMPOLI

Bassi 6 – Bravissimo nel primo tempo ad intervenire di piede sul primo tentativo di Icardi. Molto reattivo sull’occasione di Palacio ma non può nulla su entrambi ad inizio ripresa quando i due attaccanti lo trafiggono da distanza ravvicinata.

Laurini 6 – Lotta e combatte sulla sua corsia di competenza ma deve abbandonare il campo per un colpo subito ad inizio ripresa. Dal 52’ Mario Rui 6 – Il portoghese prova a spingere sulla sinistra dove Santon non sembra in forma. Ci riesce con fortune alterne.   

Rugani 5,5 – Lascia lo spazio necessario a Kovacic per trovare l’imbucata giusta sia per Palacio che per Icardi. Una stagione (forse l’ultima ad Empoli) comunque da incorniciare.

Barba 5 – Balla insieme al compagno di reparto in occasione dei due gol nerazzurri. In più si fa anche ammonire ingenuamente. Dal 68’ Tonelli 5,5 – Sarri lo manda in campo vista la sua maggiore esperienza per limitare gli avanti di Mancini. Ma nonostante la sua presenza la musica non cambia.  

Hysaj 5 – Spesso distratto sulla linea, solitamente perfetta, della difesa di Sarri. Soffre molto quando viene spostato a destra e deve vedersela con giocatori più veloci di lui.  

Vecino 6 – Dopo i primi 45’ sottotono si riprende nella ripresa. Mastino in mezzo al campo e lucido nel ripartire. Fa impazzire Juan Jesus in un paio di occasioni.   

Valdifiori 5,5 – Non la sua migliore della stagione in cui ha raggiunto anche l’azzurro. Meno preciso di altre volte.

Croce 6 – La sua discesa devastante sulla sinistra vale il gol che riapre la partita. Bravo ad insistere e trovare lo spazio giusto per Mchedlidze. Da quel momento in poi la sua partita cambia e porta a casa una sufficienza piena.   

Saponara 6 – La sua stagione finisce anticipatamente nello stadio da dove l’aveva iniziata. Una gara sufficiente che chiude una seconda parte di campionato interessante dopo essere tornato all’ovile. Dal 43’ Verdi 6 – Bravo a trovare in mezzo all’area Pucciarelli per la rete del pareggio ma si accende ad intermittenza.  

Pucciarelli 6 – Soffre tanto le marcature della retroguardia dei padroni di casa ma non appena ha la possibilità di fare male non se la lascia sfuggire.  

Mchedlidze 7 – Contro l’Inter è sempre particolarmente ispirato. Bella la sfida sul piano fisico con i centrali di Mancini e trova anche il gol di testa da pochi passi e uno con un bel tiro. Una doppietta a San Siro è una bella soddisfazione per lui.  

All. Sarri 6 – L’Empoli chiude con una sconfitta ma la reazione della squadra è stata importante. Una stagione spettacolare che forse gli regalerà una panchina più prestigiosa.

 

Arbitro: Damato 6 – Una gara facile nel primo tempo. Nella ripresa con i ritmi più alti i falli sono più numerosi e deve mettere mano ai cartellini in maniera giusta.

 

TABELLINO

INTER-EMPOLI 4-3

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Nagatomo, Ranocchia, Felipe (dal 21’ Santon), Jesus; Brozovic, Medel, Kovacic (dal 83’ Podolski); Hernanes; Palacio, Icardi. A disp,: Carrizo, Andreolli, Kuzmanovic, Obi, Gnokouri, Puscas, Dimarco, Bonazzoli, Correia. All. Mancini.

Empoli (4-3-1-2): Bassi; Laurini (dal 52’ Mario Rui), Rugani, Barba (dal 68’ Tonelli), Hysaj; Vecino, Valdifiori, Croce; Saponara (dal 43’ Verdi); Pucciarelli, Mchedlidze. A disp.: Sepe, Pugliesi, Signorelli, Tavano, El Hadji, Piu, Brillante, Zielinski, Somma. All. Sarri.

Arbitro: Antonio Damato di Barletta

Marcatori: 49’ Palacio (I), 51’,77’ Icardi (I), 59’,88’ Mchedlidze (E), 62’ Pucciarelli (E), 70’ Brozovic (I)

Ammoniti: 63’ Barba (E), 67’ Valdifiori (E)

Espulsi: 




Commenta con Facebook