• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ATHLETIC BILBAO-BARCELLONA

PAGELLE E TABELLINO DI ATHLETIC BILBAO-BARCELLONA

Benat è disastroso, Williams addolcisce la serata. Messi e Neymar avvisano la Juve


Lionel Messi (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

30/05/2015 23:23

ECCO LE PAGELLE DI ATHLETIC BILBAO-BARCELLONA

 

ATHLETIC BILBAO

 

Herrerin 6 – Non perfetto sulla rete di Messi, Si riscatta però con tre grandi interventi nella prima frazione di gioco, che contengono il passivo.

 

Bustinza 5 – Si fa sorprendere di frequente alle spalle dai tagli di Neymar.  In fase offensiva non si vede mai, prestazione da dimenticare per lui.

 

Etxeita 5 – La difesa rosso-bianca è praticamente burro in cui il tridente catalano affonda con piacere. Rincorre Suarez per tutto il campo, ma non lo prende mai.

 

Laporte 5 – È l’ultimo baluardo che tenta di opporsi a Messi nell’azione del gol, ma anche lui, come tutti gli altri, cade nelle finte della pulce. Vede maglie azulgrana apparire un po’ ovunque, per lui c’è solo panico.

 

Balenziaga 4,5 – Si francobolla a Messi e cerca di limitarlo nelle giocate, ma non vi riesce praticamente mai. L’asso argentino lo irride con le sue finte. Lo rincorre per tutto il match, a fine partita gli avranno dato un’aspirina per il mal di testa.

 

José 5,5 – Viene posizionato da Valverde davanti alla difesa per fare filtro e proteggere maggiormente la trequarti basca, ma i risultati non sono quelli sperati.

 

Benat 4,5 – Valverde gli affida le chiavi del gioco rosso-bianco, ma lui se le dimentica in tasca. Gira a vuoto per tutto il campo, dovrebbe costruire gioco, ma non fa altro che buttare lanci inutili dalle parti di Ter Stegen. La sua stagione si conclude in maniera poco esaltante. Dal 75’ Ibai s.v.

 

Iraola 6 – È tra i pochi a provarci sino alla fine. Mette qualche interessante traversone al centro, ma viene poco assistito dalla squadra. Dal 58’ Susaeta 5,5 – Entra per dare una scossa al match, ma non vi riesce. Anche lui, come i suoi compagni, fa la comparsa nella festa blaugrana.

 

Rico 5 – Si posiziona alle spalle di Aduriz, ma con quest’ultimo non dialoga praticamente mai. Molto molle, viene costantemente anticipato dai centrali azulgrana. Dal 74’ Iturraspe s.v.

 

Williams 6,5 – Nonostante la giovane età mostra una buona personalità in un’occasione importante come questa. Si posiziona largo a destra e crea non pochi problemi ad Alba. Nel primo tempo scheggia la traversa con un gran destro a volo. Sul crepuscolo della partita trova la rete della bandiera che rende meno amara la sua serata.

 

Aduriz 5 – Lotta come un leone in mezzo ai centrali blaugrana. Purtroppo per lui non è serata per i rosso-bianchi, non viene praticamente mai servito e finisce per eclissarsi.

 

All. Valverde 5 – La sua squadra nei primi 10 minuti appare pimpante e dà l’illusione di poter mettere in difficoltà questo Barça. Poi quei 3 lì davanti salgono in cattedra e per i baschi è game over.

 

 

BARCELLONA

 

Ter Stegen 6 – Si gode da posizione privilegiata lo spettacolo che creano quei tre lì davanti. L’Athletic in attacco non è pervenuto e lui non viene mai chiamato in causa. Non può molto sullo splendido colpo di testa nel finale di Williams.

 

Dani Alves 7,5 – Brucia quella fascia a furia di sgroppate. Va di frequente in appoggio a Messi e mette una quantità industriale di palloni al centro. La sua partita è spettacolare.

 

Pique 6,5 – Il Bilbao è praticamente assente nella trequarti del Barcellona. Si disimpegna bene in marcatura su Aduriz annullandolo. Di testa è implacabile.

 

Mascherano 6,5 – Narcotizza l’attacco dei baschi, va sempre d’anticipo e non sbaglia un intervento. Quando si ritrova la palla tra i piedi dopo un recupero è sempre bravissimo nel servire il compagno meglio posizionato.

 

Jordi Alba 6 – Resta più bloccato nelle retrovie, a protezione della propria area. Soffre un po’ la verve di Williams da quel lato, ma non commette sbavature. Dal 77’ Mathieu s.v.

 

Rakitic 7 – In fase di possesso alza molto il proprio raggio d’azione. Si posiziona spesso a ridosso delle punte per suggerire la manovra d’attacco con i suoi passaggi illuminanti. Nell’azione del gol del raddoppio ricama alla perfezione per Suarez che a sua volta serve poi Neymar. Entra in tutte le giocate importanti del Barça.

 

Busquets 6 – Si limita a svolgere il compitino. In mezzo al campo recupera qualche buon pallone ed è bravo nell’addormentare il gioco  quando serve.

 

Iniesta 6,5 – Da circa un mese è tornato finalmente ai suoi livelli, dopo i tanti problemi fisici che ne avevano inficiato la stagione. Anche questa sera si carica sulle spalle la squadra e dialoga a meraviglia con i compagni. Dal 56’ Xavi 6 – Entra per la sua ultima partita al Camp Nou con la maglia del Barcellona. Regala gli ultimi lanci illuminanti della sua vita blaugrana stellare.

 

Messi 8 – Questo ragazzo non è umano. Salta praticamente da solo l’intera difesa basca prima di scagliare in rete la perla che porta in vantaggio i suoi. Nella ripresa realizza una rete di rapina su splendido assist di Dani Alves. Continua la sua rincorsa verso il 5° pallone d’oro, lungo la strada per l’ambito premio resta solo la Juventus di Tevez come ultimo ostacolo.

 

Suarez 6,5Gioca da falso nueve, si abbassa di frequente per lasciare spazio ai compagni che s’inseriscono alle sue spalle. La cosa più impressionante della sua prestazione è il suo grande altruismo. Dal 78’ Pedro s.v.

 

Neymar 7,5 – Al 10’ realizza un gol spettacolare con un tiro di prima intenzione su splendido assist di Messi, ma l’arbitro annulla per off-side. Sul finire del primo tempo sfrutta una splendida azione corale del Barça per realizzare il 2-0. Regala al pubblico giocate di grande qualità, si posiziona sulla sinistra e fa a fette Bustinza.

 

All. Luis Enrique 8 – Il suo giocattolo sembra rasentare la perfezione ormai. Condizione fisica eccezionale per il Barcellona che spaventa seriamente la Juventus per la finale di Champions. Continuano ad impressionare i tre attaccanti che fanno quello che vogliono con il pallone tra i piedi.

 

Arbitro Carballo 6,5 – Nei primi minuti manca un calcio di punizione al limite per l’Athletic Bilbao per fallo su Aduriz. Al 10’ annullato gol a Neymar per off-side, le immagini lasciano qualche dubbio, ma sembrano dar ragione al direttore di gara. Infine regolare la rete dello stesso brasiliano realizzata sul finire del primo tempo, Suarez, infatti, parte in linea. Nel complesso direzione sopra la sufficienza.

 

TABELLINO

 

ATHLETIC BILBAO-BARCELLONA 1-3

 

Athletic Bilbao (4-2-3-1): Herrerin; Bustinza, Etxeita, Laporte, Balenziaga; José, Benat(dal 75’ Ibai); Iraola(dal 58’ Susaeta), Rico(dal 74’ Iturraspe), Williams; Aduriz. A disp.: Aketxe, Iraizoz, Kike Sola, Gurpegi. All. Valverde.

 

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Dani Alves, Pique, Mascherano, Jordi Alba(dal 77’ Mathieu); Rakitic, Busquets, Iniesta(dal 56’ Xavi); Messi, Suarez(dal 78’ Pedro), Neymar. A disp.: Rafinha, Bravo, Bartra, Adriano. All. Luis Enrique.

 

Arbitro: Velasco Carballo

 

Marcatori: 20’ Messi (B), 37’ Neymar (B), 74’ Messi (B), 80’ Williams (A)

 

Ammoniti: 42’ Pique (B), 43’ Iraola (A), 58’ Balenziaga (A), 67’ Williams (A), 88’ Neymar (B), 89’ Aduriz (A), 90’ Busquets (B)

 

Espulsi:




Commenta con Facebook