• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-JUVENTUS

Toni entra nella Storia del Verona. Nella Juve ottima la prestazione di Pereyra mentre non convincono Pogba e Tevez.


Luca Toni (Getty Images)
Davide Sperati (@DavideSperati1)

30/05/2015 20:05

ECCO LE PAGELLE DI VERONA-JUVENTUS


VERONA

Rafael 7 – Durante il primo tempo la traversa lo salva sulla conclusione di Llorente, mentre non può davvero nulla, per evitare il fantastico gol di Pereyra e il piattone morbido di Llorente. Superbo nel neutralizzare il penalty di Tevez.

Sala 6,5 – Dopo la prestazione negativa di Parma, questo giocatore dimostra di essere un buon giocatore di spinta; più che terzino dovrebbe giocare venti metri più avanti, per via della sua falcata che crea sempre qualche grattacapo di troppo a Pogba ed Evra.
 
Marquez 6 - L'ex del Barcellona gioca una buona partita in marcatura su Tevez. In particolare la chiusura al 44' nega la gioia del gol all'argentino. Nella ripresa appare fuori posizione sul gol di Llorente.

Moras 6,5 - Il greco è bravo a chiudere una pericolosa ripartenza bianconera durante i primissimi minuti di gioco. Per il resto, si affida spesso all'anticipo per tenere Tevez con le spalle alla porta. Attento anche durante la seconda frazione.

Agostini 5,5 – Bene nel primo tempo, nella ripresa si fa sorpassare con troppa facilità dal cross di Padoin che porta in rete Llorente.

Greco 5 - Il peggiore. Al posto di Obbadi, non al meglio della condizione per via di un fastidio muscolare, nel primo tempo non riesce mai a mettersi in mostra, non trovando il ritmo partita e una sua precisa collocazione nel centrocampo di Mandorlini. Dal 58' Obbadi 5,5 – Il mister gli concede mezz'ora per dare maggior supporto alla manovra ma il suo innesto non cambia poi molto.

Tachtsidis 6 - Giocatore dotato di buona tecnica, dai suoi piedi iniziano le azioni degli scaligeri. Al 30' viene toccato duro da Tevez e pur rientrando in campo, la sua prova sembra risentirne. Cala nella ripresa. Dal 84' Saviola s.v.

Hallfredsson 6,5 – Con la solita dinamicità in mezzo al campo, al 20' prova la botta dal limite ma senza fortuna. Dopo dieci minuti è ancora pericoloso quando scodella una gran palla per Toni che per poco non finalizza in rete. Anche nella ripresa continua a macinare chilometri senza mai perdere lucidità.

Jankovic 5,5 - Evra lo marca stretto e lui riesce ad essere pericoloso soprattutto nella prima parte del primo tempo. Dopodiché, col passare dei minuti, diventa sempre più prevedibile. Dal 73' Valoti 6 - Mandorlini cerca la rete del pari e prova a dare la scossa con il giovane italiano appena 21enne.

Toni 8 – Il migliore. Si contendeva lo scettro di capocannoniere contro Tevez e durante i primi quarantacinque minuti di gioco va alla conclusione per ben tre volte: la prima e anche la più ghiotta, arriva durante i primi minuti di gioco, ma il suo controllo palla non è certo memorabile. Sulla seconda è bravo a trovare la palla ma era difficile buttarla dentro, mentre la terza conclusione è un debole rasoterra che termina fra le braccia di Buffon. A inizio ripresa arriva il gol numero 22, grazie a un preciso sinistro che batte finalmente il portierone azzurro. Inchiniamoci dinnanzi a questo esempio di longevità sportiva, probabilmente il primo capocannoniere a vincere la classifica marcatori all'età di 38 anni e primo giocatore del Verona a vincere tale classifica. Per la stagione si merita senza dubbio un bel 10 in pagella!

Gomez 6,5 – Recuperato in extremis, con un colpo di testa al 14' prova a impensierire Buffon, ma la conclusione finisce sopra la traversa. Durante la prima frazione, si rende pericoloso in diverse occasioni con le sue serpentine sempre imprevedibili. Al 94' è autore del gol del pareggio grazie a un colpo di testa su cui Buffon ha diverse responsabilità.

All. Mandorlini 6,5 – Gara importante per l'onore e per far vincere il titolo di capocannoniere al grandissimo Luca Toni contro il rivale Carlitos Tevez. Il suo Verona gioca bene e alla fine raggiunge un pari che tutto sommato è meritato. 


JUVENTUS

Buffon 5 - Ottima l'uscita a valanga su Toni durante i primi minuti, mentre assolutamente da bocciare l'uscita errata sul gol di Gomez. 

Padoin 6,5 - Con la difesa a 4 lui rileva lo svizzero Lichtsteiner sul versante destro e durante il primo tempo, ha molto da fare per via dell'intraprendenza del Verona sulle corsie esterne. Nella ripresa è bravo nel confezionare un grande assist per il 2-1 di Llorente 

Bonucci 6,5 - Preso in controtempo sull'occasione di Toni, col passare del tempo ritorna padrone della difesa, disputando una discreta gara.

Ogbonna 5,5 – Schierato al posto di Chiellini, colleziona la 17° presenza da titolare in questo campionato. 27enne sicuro e puntuale in tutte le chiusure, tranne quella all'ultimo minuto su Gomez.

Evra 6 -  Dopo un avvio di campionato non troppo convincente, col passare del tempo, Patrice si è integrato benissimo negli schemi del mister. Dal 58' Lichtsteiner 6 – Un po' di ritmo partita per lo svizzero che sabato prossimo sarà assoluto protagonista nella finale contro il Barcellona.

Marchisio 6 - Se solo avesse colpito meglio quella palla capitatagli al 23', adesso stavamo parlando di un grandissimo gol al volo. Gara tranquilla senza forzare il ritmo. Nell'intervallo viene sostituito. Dal 46' Sturaro 6 – Molto utile in questa fase finale della stagione, il centrocampista ex Genoa si mette lì a far da filtro in mezzo al campo.

Pirlo 6 - Torna titolare dopo la gara contro il Napoli, e gioca a mezzo regime, senza mai forzare il ritmo e sbagliando qualche disimpegno di troppo. Dalla sua ha però il merito di pescare Padoin nell'occasione del secondo gol bianconero. 

Pogba 5,5 - L'unico fra gli juventini che deve tornare in forma dopo l'infortunio patito. Anche al Bentegodi non convince pienamente, anzi non ha il passo e spesso è impreciso.

Pereyra 7 – Il migliore. Il mister lo preferisce a Vidal, e lui lo ripaga sfoggiando una prestazione convincente e un gol fantastico, giunto sul finire della prima frazione di gioco. Il 6° gol stagionale è un tiro dal limite che s'infila proprio all'incrocio dei pali. Impossibile da prendere. Perfetto. Dal 77' Pepe s.v.

Tevez 5 – Il peggiore. Di fronte al rivale Toni, solo due guizzi durante il primo tempo: la torre per Marchisio e poi quello scatto che Marquez salva deviando in corner. Nella ripresa niente di trascendentale e poi quel rigore sbagliato nell'ultimo minuto gli fanno vincere la palma del peggiore in campo.

Llorente 6,5 – Dopo la traversa colpita nel primo tempo, lo spagnolo appoggia con un tocco facile, il gol del nuovo vantaggio bianconero. 7° gol in campionato e 9° stagionale, Llorente non è andato benissimo come lo scorso anno ma è pur sempre un giocatore importante.

All. Allegri 6,5 – Ultimo collaudo in vista della finale di Berlino contro il Barcellona. Il mister schiera quasi tutti i titolari, eccezion fatta per Giorgio Chiellini e Arturo Vidal, tenuti in panchina perché diffidati in vista della finale di Supercoppa Italiana. Nonostante sia campione d'Italia, gioca e sprona i suoi uomini a giocare ancora una volta, una gara molto generosa e cattiva al punto giusto. Se non era per una svista di Buffon all'ultimo minuto, si sarebbe trattato ancora di un'altra vittoria importante.

Arbitro: Di Bello 6,5 – L'arbitro brindisino che è stato autore di una buona stagione, al 10' poteva sanzionare con il fallo, il tocco col braccio di Ogbonna su azione di Toni. Alla mezz'ora timide proteste dei giocatori veneti per un tocco con la mano di Bonucci in area bianconera. Al 44' poteva sanzionare con il giallo un intervento scomposto di Hallfredsson ai danni di Pereyra. Al 76' contatto dubbio tra Jankovic e Ogbonna: i due si toccano e bisogna capire bene chi commette per primo il fallo. Giusto nel finale concedere il rigore alla Juventus e poi espellere Pepe per fallo su Valoti.


TABELLINO
VERONA-JUVENTUS 2-2

Verona (4-3-3): Rafael; Sala, Marquez, Moras, Agostini; Greco (dal 58' Obbadi), Tachtsidis (dal 84' Saviola), Hallfredsson; Jankovic (dal 73' Valoti), Toni, Gomez. A disp: Benussi, Gollini, Sorensen, Rodriguez, Brivio, Martic, Lazaros, Nico Lopez, Fernandinho. All. Andrea Mandorlini 

Juventus (4-3-1-2): Buffon, Padoin, Bonucci, Ogbonna, Evra (dal 58' Lichtsteiner); Marchisio (dal 46' Sturaro), Pirlo, Pogba; Pereyra (dal 77' Pepe); Tevez, Llorente. A disp: Storari, Del Favero, Chiellini, De Ceglie, Vidal, Coman, Morata, Matri All. Massimiliano Allegri 

Arbitro: Marco Di Bello della sezione di Brindisi

Marcatori: 41' Pereyra (J), 48' Toni (V), 56' Llorente (J), 94' Gomez (V)

Ammoniti: 30' Tevez (J), 36' Tachtsidis (V), 64' Gomez (V), 87' Marquez (V)

Espulsi: 92' Pepe (J)




Commenta con Facebook