• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Barcellona, Nedved: "Ecco come si battono. Buffon fenomenale"

Juventus-Barcellona, Nedved: "Ecco come si battono. Buffon fenomenale"

Il dirigente bianconero parla della finalissima di Champions contro i blaugrana


Pavel Nedved ©Getty Images
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

28/05/2015 08:13

JUVENTUS BARCELLONA NEDVED / TORINO - Cresce l'attesa per la finalissima di Champions League tra Juventus e Barcellona, in programma il prossimo 6 giugno a Berlino. I bianconeri sono pronti a vendere cara la pelle alla corazzata blaugrana, favorita della vigilia e con un tridente in avanti da far paura. Pavel Nedved, per le news Juventus, analizza la supersfida che assegnerà il presigioso trofeo continentale: "Una squadra che può schierare Messi, Neymar e Suarez parte da 2-0 ogni partita. Loro hanno un attacco fenomenale, ma la nostra difesa non è da meno - ha dichiarato il dirigente bianconero a 'Tuttosport' - E comunque tutti possono essere fermati, anche Messi che è di un altro pianeta".

ARMI JUVE - "Come si batte il Barcellona? Aspettarli dietro sarebbe significherebbe prendere un gol prima o poi, loro sono abituati a quella situazione e la sanno gestire molto bene. Dobbiamo cercare di dare loro fastidio con i nostri attaccanti: dobbiamo aggredirli e giocarci le nostre chance. E' una partita secca e la forma fisica giocherà un ruolo determinante nella partita".

TRIDENTE ATOMICO - "Cosa volete che vi dica di Messi che non è stato già detto? Ha vinto il Pallone d'Oro quattro volte! Neymar? Diventerà uno dei più grandi brasiliani di tutti i tempi, a 23 anni ha già segnato oltre 50 reti a livello internazionale. E Suarez, poi, si è amalgamato benissimo con Messi e Neymar: ha una capacità di tiro semplicemente incredibile".

BLAUGRANA FAVORITI - "Sono superstizioso e quindi dico che il Barça è strafavorito! Ma attenzione, tutti si aspettano la loro vittoria e questo metterà loro una pressione incredibile. Io credo che noi abbiamo le nostre chance: è una aprtita secca, nella quale la forma fisica di quel particolare momento inciderà in modo sostanziale sul risultato. Dopo aver battuto il Real la fiducia in noi stessi è cresciuta: non andremo a Berlino solo per partecipare alla finale. Non è una cosa da Juve".

FINALE DA DIRIGENTE - "Mi emoziono più adesso di quanto ero un giocatore. Adesso ho maggiore consapevolezza delle reponsabilità che ho e vedo il club nella sua interezza. Prima avevo delle responsbailità limitate e le dividevo con i miei compagni. Questa finale, adesso, per me vale moltissimo".

ICONA BUFFON - "Se ti ritiri, deve ritirarti per sempre. Io non potevo andare oltre. Con Buffon è diverso: lui è un fenomeno. Sono contento possa rigiocare una finale dopo la beffa di Manchester. E' il più grande portiere che ci sia stato nella storia moderna e gli manca solo quella Coppa, la deve alzare lui. Avete visto come ha fatto a Madrid: il modo con cui ha motivato la squadra e l'ha spinta alla finale".

CRESCITA JUVE - Una 'Vecchia Signora' in costante ascesa, come confermano gli ultimi movimenti in sede di calciomercato e il 'colpo' Dybala: "La Juventus continua a cresecre, in questi cinque anni abbiamo riportato la squadra ai vertici de calcio italiano, che ora dominiamo. A livello europe ci sono ancora quattro o cinque squadre più forti di noi, ma abbiamo appena inziiato a lavorare per colmare quel divario".




Commenta con Facebook