• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Finale Europa League, ESCLUSIVO Simoni: "Siviglia avvantaggiato sul Dnipro. Emery..."

Finale Europa League, ESCLUSIVO Simoni: "Siviglia avvantaggiato sul Dnipro. Emery..."

L'ex allenatore dell'Inter, vincitore della coppa Uefa nel 1998, ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni


Emery, tecnico del Siviglia ©Getty images
ESCLUSIVO
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

27/05/2015 15:08

FINALE EUROPA LEAGUE ESCLUSIVI SIMONI SIVIGLIA DNIPRO EMERY / ROMA - E' stato uno degli ultimi allenatori italiani ad alzare al cielo l'allora coppa Uefa, con l'Inter nel 1998, normale quindi chiedere un parere a Gigi Simoni sulla finale di Europa League in programma questa sera tra Dnipro e Siviglia, le due squadre che hanno spento i sogni di gloria delle 'nostre' Napoli e Fiorentina

L'ex allenatore nerazzurro, in esclusiva a Calciomercato.it, anticipa la partita di questa sera: "Ho visto il Dnipro contro il Napoli e mi ha fatto una buona impressione perché gioca un calcio aggressivo e determinato ed ha messo in difficoltà gli azzurri. Il Siviglia ha un ottimo allenatore, calciatori con più esperienza avendo vinto la coppa lo scorso anno e quindi credo siano avvantaggiati". 

EMERY -  Sulla panchina del Siviglia siede Emery, allenatore accostato anche ad alcune squadre italiane, prima fra tutti il Milan. Sul tecnico spagnolo, Gigi Simoni dice la sua: "Lo conosco più come giocatore che come allenatore. In panchina ha fatto bene, ha ottenuto anche risultati importanti, poi non so dove può arrivare. Si fa pesto a creare fenomeni e altrettanto presto a distruggere buoni allenatori. Ne parlano bene, ma bisogna vederlo con più continuità per avere dei giudizi. Come si dice,  una rondine non fa primavera".

NAPOLI E FIORENTINA – La stessa primavera che non ha sorriso a Napoli e Fiorentina, fermate a un passo dalla finale di Varsavia. L'ex allenatore anche degli azzurri, in esclusiva ai nostri microfoni, dà la sua spiegazione all'eliminazione delle due italiane: "Potevano arrivare in finale però quando fai queste coppe puoi trovare la giornata negativa: le cose ti vanno male e finisce tutto. Credo che se avessero giocato un torneo a gironi, Dnipro e Siviglia avrebbero avuto difficoltà a fare bene. Noi abbiamo un campionato pesante, con calciatori spesso impegnati anche in Nazionale che non hanno tempo di recuperare, quindi ci può stare che in qualche circostanze siano al meglio. In queste competizioni, invece, ci si gioca tutto in due partite: ne va male una e sei fritto".




Commenta con Facebook