• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-ATALANTA

La coppia Gomez e Moralez è imprendibile per il Chievo, Pellissier è intramontabile


Chievo-Atalanta (Getty Images)
Davide Ritacco

24/05/2015 16:58

ECCO LE PAGELLE DI CHIEVO-ATALANTA

 

CHIEVO VERONA

Bizzarri 5,5 – Nel primo tempo si fa sfuggire il pallone in uscita bassa che per poco Boakye non trasforma in gol. In occasione del gol di Gomez, poi, si fa beffare sul proprio palo.   

Frey 6 – Spinge bene sia a destra che a sinistra nonostante su entrambe le fasce l’Atalanta sia ben fornita.

Dainelli 6 – In assenza degli arieti nerazzurri (Denis e Pinilla) giganteggia in fase area ma pecca in velocità. Grazie alla sua esperienza strappa la sufficienza.  

Cesar 5,5 – Si fa portare in giro per il campo da Moralez che spesso lo brucia in velocità. La differenza di mole fisica favorisce il piccolo argentino e lui va in affanno.

Zukanovic 5 – L’errore che apre un’autostrada a Gomez è un errore troppo grave per non inficiare la sua pagella. Con la testa già in vacanza (forse all’Inter) Maran lo richiama in panchina anche per prova a spingere in avanti con Botta. Dal 52’ Botta 6 – Prova a dare una svolta al match con giocate ed assist che però non sempre hanno un buon esito.

Schelotto 6 – ‘El Galgo’ spinge bene ma è sempre troppo fumoso. Conclude poco e a volte è anche ignorato dai compagni ma si spreme tantissimo. Generoso.  

Radovanovic 5,5 – Poco propositivo, resta ancorato al centro del campo senza provare mai a cambiare il ritmo di gioco. Giustamente Maran è costretto a richiamarlo in panchina. Dal 59’ Cofie 6 – Entra bene in campo offrendo molta corsa, buoni inserimenti e un giro palla sensato ed efficace.

Izco 5,5 – Rincorre gli avversari e si inserisce poco. La maggiore vivacità dei giovani centrocampisti nerazzurri lo mettono in difficoltà. Va meglio con il sostegno di Cofie.

Birsa 6 – Con i ritmi bassi del primo tempo giostra bene palla e fa vedere giocate interessanti. Nella ripresa la gara si scalda e lui non riesce più a tenere il passo. Dal 70’ Pellissier 7 – Il monumento del Chievo scende in campo col solito piglio da guerriero e fa male all’Atalanta siglando la rete del pareggio. Intramontabile.  

Paloschi 5 – Non riesce a pungere per due semplici motivi: Benalouane spesso lo anticipa e quando finalmente potrebbe far male o è in fuorigioco oppure è impreciso.

Meggiorini 5,5 – Prova a fare di più rispetto al compagno di reparto ma anche lui è poco incisivo. Potenzialmente pericoloso ma praticamente inefficace.

All. Maran 6 – Endemica la difficoltà di fare la partita in casa, ennesima dimostrazione di come la squadra sia costruita più per contrattaccare che per costruire. Ma per raggiungere obiettivo salvezza questo sistema ha pagato. Si conceda dal Bentegodi e dai suoi tifosi con un risultato positivo.

 

ATALANTA

Sportiello 6,5 – Bravo e fortunato quando il Chievo produce la massima spinta e lui si salva con due uscite coraggiose. Corre pochi pericoli e tiene bene per tutti i 90’. Un pò casuale la rete di Pellissier.

Zappacosta 6,5 – Un vero e proprio treno sulla corsia di destra. Ha la forza e la facilità di farsi tutta la fascia con disinvoltura andando sia al cross che alla diagonale difensiva. Stagione fantastica.

Benalouane 6,5 – Se non fosse per quel fallo dubbio in area su Meggiorini che poteva costare il rigore sarebbe stato fra i migliori in campo. In difesa è una roccia inscalfibile sulla quale sbattono gli avanti gialloblù.

Masiello 6 – Primo tempo senza grossi patemi d’animo, nella ripresa soffre maggiormente fino ad abbandonare il campo per infortunio. Dal 68’ Stendardo 5,5 – Entra per difendere il fortino ma Pellissier brucia lui e tutto il reparto, sul calcio d’angolo decisivo.  

Del Grosso 6 – Su e giù a 32 anni e tante salvezze raggiunte sulle spalle. Sempre sulla sinistra sempre a correre per gli altri. Da quella parte è un valore aggiunto per Reja.

Grassi 6,5 – Classe 95’ piedi buoni e testa alta. L’esordio dell’ultimo prodotto del vivaio bergamasco non è affatto male.

Cigarini 5,5 – Controlla i flussi di gioco dei nerazzurri senza però dare grande corsa alle sue giocate. Prova qualche schema su palla inattiva ma non è giornata.

Baselli 6 – Di certo ha ottime prospettive e la fila per il suo cartellino è lunga ma forse un’altra stagione con la maglia nerazzurra non sarebbe male.  

Moralez 7 – Il folletto argentino è ovunque. Parte da dietro le punte per poi aprirsi a destra e provare a far male. Ma quello che farà più piacere a Reja è la sua disponibilità nel recuperare la posizione e recuperare palloni. Finale di stagione brillante.  

Boakye 5 – Sbaglia il tap-in da pochi metri non sfruttando il gentile omaggio da parte di Bizzarri. Il suo cartellino è a metà fra Atalanta e Juventus ma difficilmente le due squadre litigheranno per lui. Dal 46’ Rosseti 6 – Altro giovane del vivaio lanciato in campo per farsi le ‘ossa’. Gioca tutta la ripresa cercando di mettersi in mostra al dispetto dell’emozione.  

Gomez 7 – L’argentino sembra essere ritornato ai livelli di Catania. E’ il più pericoloso dei suoi già nel primo tempo quando colpisce la traversa. Il gol è il giusto premio per il migliore in campo. Dal 63’ Emanuelson 5,5 – L’ex Roma e Milan non gioca titolare nemmeno nell’Atalanta e quando entra in campo si capisce il perché.

All. Reja 6 – La sua squadra non ha più nulla da dire in questo campionato e se la gioca a viso aperto. Nonostante la mancanza delle sue torri propone una squadra offensiva e piena di talento facendo esordire due prodotti del vivaio.

 

Arbitro: Sacchi 6 – Il suo esordio in Serie A, seppur positivo, resta macchiato dall’episodio dubbio al 60’ in area atalantina per un probabile fallo di Benalouane su Meggiorini: ci poteva stare il rigore e la sanzione disciplinare. Lascia molto correre con un arbitraggio british.   

 

TABELLINO

CHIEVO-ATALANTA 1-1

Chievo (4-4-2): Bizzarri; Frey, Dainelli, Cesar, Zukanovic (dal 52’ Botta); Schelotto, Radovanovic (dal 59’ Cofie), Izco, Birsa (dal 70’ Pellissier); Paloschi, Meggiorini. A disp.: Seculin, Sardo, Biraghi, Fetfatzidis, Pozzi, Vajushi. All.: Maran

Atalanta (4-3-1-2): Sportiello; Zappacosta, Benalouane, Masiello (dal 68’ Stendardo), Del Grosso; Grassi, Cigarini, Baselli; Moralez; Boakye (dal 46’ Rosseti), Gomez (dal 63’ Emanuelson). A disp.: Avramov, Biava, Cherubin, Scaloni, Bellini, Dramè, Emanuelson, Cavagna, D'Alessandro, Bianchi. All.: Reja

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata

Marcatori: 49’ Gomez (A), 88’ Pellissier (C)

Ammoniti: 41’ Cesar (C)

Espulsi:




Commenta con Facebook