• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Coppa Italia > Juventus-Lazio, Allegri: "Loro sfortunati, noi bravi. Ora pensiamo al Barcellona"

Juventus-Lazio, Allegri: "Loro sfortunati, noi bravi. Ora pensiamo al Barcellona"

Il tecnico bianconero commenta il successo firmato Matri


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

20/05/2015 23:28

JUVENTUS LAZIO ALLEGRI / TORINO - Loro sfortunati, noi bravi: Massimiliano Allegri commenta così ai microfoni della 'Rai' la vittoria della coppa Italia da parte della Juventus. Il tecnico bianconero ha affermato: "La Lazio ha fatto una grande partita, sapevamo che non sarebbe stato come in campionato. Loro sono stati sfortunati nel doppio palo, noi bravi nel segnare. Sono contento per quanto fatto dai ragazzi finora e ora vediamo se riusciamo a vincere il terzo trofeo stagionale. Il doppio palo? Il calcio è fatto di episodi: prima avevamo avuto due-tre episodi favorevoli che non abbiamo sfruttato ma siamo stati bravi a restare in partita. Ora abbiamo un po' di tempo per preparare la finale con il Barcellona. Loro nel primo tempo sono stati molto aggressivi, poi sono calati. Noi dovevamo fare un po' meglio, essere più lucidi. La partita era in equilibrio e sono stati bravi i ragazzi".

Successivamente, sempre ai microfoni della 'Rai', Massimiliano Allegri aggiunge: "E' stata una bellissima finale, giocata da due squadre che hanno fatto un buon calcio. Loro hanno preso il doppio palo e noi abbiamo fatto gol, anche se nel secondo tempo avevamo fatto qualcosa in più. Arrivare in fondo a tre competizioni non è semplice, non capita spesso: quest'anno è una stagione straordinaria e ora dobbiamo provare a portare a casa anche quest'ultima coppa, anche se non sarà semplice. Era importante vincere la coppa Italia perché da 20 anni la Juventus non la vinceva. Stiamo facendo un'annata importante: non era facile il campionato perché abbiamo avuto molti calciatori persi per strada (Asamoah, Caceres, Pirlo, Vidal, Romulo). Questo è un merito dei ragazzi: questa vittoria è di tutti, anche di chi non ha giocato. Vincere non è semplice e scontato come qualcuno dice: servono carattere e qualità tecniche". 

SCETTICISMO - "Sono arrivato alla Juventus dopo aver vinto scudetto, supercoppa con il Milan e avendo passato sempre il turno di Champions. Era normale essere affezionati a Conte. Come dico sempre io, passano i calciatori, passano i giocatori, ma quando c'è una società forte alle spalle è più semplice vincere". 

STAFF  - "Ho un gruppo di preparatori molto bravi, peraltro incontrato per caso. Anche lo staff medico è stato bravo, ha recupero calciatori importanti". 

JUVENTUS - "Se non mi chiamava alla Juventus stavo a mare. Lotito? Ci ho parlato, poi fortunatamente per lui ha scelto Pioli"

NAPOLI - "Questa sera non hanno giocato Marchisio, Morata, Pereyra ha giocato poco. Vediamo chi recupera di quelli hanno giocato questa sera. Nel campionato italiano ci sono sempre polemiche su anticipi e posticipi: la cosa più facile è trovare un accordo. Mattarella? Mi ha fatto una battuta su Berlino e io ho detto speriamo di andare a prendere anche quella coppa, ma non sarà semplice". 

TWITTER - "Ora vedo, sono parecchio stanco non vorrei twittare una caz..."

 




Commenta con Facebook