• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Coppa Italia > Juventus-Lazio: tra polemiche e distrazioni, al via la finale di Coppa Italia

Juventus-Lazio: tra polemiche e distrazioni, al via la finale di Coppa Italia

Ecco come bianconeri e biancocelesti arrivano alla sfida dello stadio 'Olimpico' di Roma


Juventus-Lazio (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

19/05/2015 13:11

JUVENTUS LAZIO COPPA ITALIA FORMAZIONI/ ROMA - C'è chi ha una finale di Champions League da preparare per opporsi al Barcellona di Messi, Neymar e Suarez, e chi sogna il sorpasso in classifica sulla Roma in un derby che ha già scatenato polemiche. Chi si lecca i baffi per un possibile 'Triplete' e chi punta ad uno storico secondo posto in campionato. Tra dubbi e distrazioni, ecco la vigilia della finale di Coppa Italia 2014/2015 tra Juventus e Lazio in scena allo stadio 'Olimpico' di Roma.

QUI JUVENTUS: ALLEGRI DOPO LO SCUDETTO, SOGNA IL 'TRIPLETE'

Ad una settimana dall'impresa del 'Bernabeu' che ha spalancato le porte della finale di Champions League, la Juventus già campione d'Italia si prepara ad affrontare la Lazio con un sogno chiamato 'Triplete' in testa. Spazzati via tutti i dubbi generati ad inizio stagione dall'avvicendamento in panchina tra Conte e Allegri, in casa bianconera si sono attrezzati per i miracoli, rivincendo a mani basse il campionato e imponendo la propria supremazia anche in campo europeo dove mancava da troppo tempo il marchio della 'Vecchia Signora'. I tifosi sognano la finalissima di Berlino con il Barcellona ed un calciomercato da favola che permetta al club di ribadire la propria supremazia nel tempo: con Dybala ormai ad un passo, la Juventus vola a Parigi per Cavani e si coccola l'esplosione di Morata. La Coppa Italia manca a Torino dal 1995 e per Allegri, riconquistarla dopo 20 anni sarebbe un altro piccolo miracolo in attesa del faccia a faccia con i blaugrana di Luis Enrique.

QUI LAZIO: DISTRAZIONE DERBY CONTRO LA ROMA PER PIOLI

Al pari del collega Massimiliano Allegri, Stefano Pioli è stato capace di ribaltare completamente i pronostici estivi, portando la Lazio a giocarsi un posto in Champions League e un trofeo a tre partite dalla fine della stagione. Alzi la mano chi si aspettava una stagione così per i biancocelesti dopo la contestazione della scorsa stagione e la fine del 'Reja-bis'. Pioli ci è riuscito, danto alla squadra un gioco - a detta di molti il più bello di tutto il campionato - la consapevolezza nei propri mezzi e un'identità persa nel tempo. Il derby di lunedì prossimo con la Roma che vale il secondo posto, può rappresentare una piccola distrazione per i capitolini, ma lo stesso tecnico sa come mantenere la concentrazione. Alla Coppa Italia ci tiene, non l'ha mai vinta in carriera e considera la finale un giusto premio per il cammino della Lazio nella competizione iniziata ad agosto e proseguita con grandi vittorie esterne sui campi di Torino, Milan e Napoli

POLEMICHE: TUTTI CONTRO LOTITO PER LO SLITTAMENTE DEL DERBY

Ad animare la vigilia della finale, più che le notizie sulla Coppa Italia, sono come al solito le polemiche che contraddistinguono da sempre il calcio italiano. Nell'occhio del ciclone è finito ancora una volta Claudio Lotito che ha chiesto ed ottenuto lo slittamento del derby con la Roma a lunedì prossimo, per permettere ai giocatori di Pioli di avere un giorno in più di riposo dopo la finalissima di domani contro la Juventus. Una decisione che ha portato anche il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, a chiedere un trattamento simile per i partenopei, impegnati proprio con la Juventus nel prossimo turno di campionato. Si va verso un lunedì di passione col derby capitolino e Juventus-Napoli, con buona pace dei tifosi costretti da anni a subirsi un campionato spezzatino. Qualcuno ha storto il naso anche per il mancato utilizzo della Goal Line Technology: Lega e Figc avevano annunciato tempo fa l'esordio dell'occhio di falco nella finale di Coppa Italia prevista inizialmente per il 7 giugno, ma l'anticipo al 20 maggio (causa finale di Champions raggiunta dalla Juventus) ha accorciato i tempi di organizzazione, negando agli arbitri il supporto tecnologico. Peccato: sarebbe stato un motivo in più per seguire la finale di una competizione che perde fascino col passare degli anni.




Commenta con Facebook