• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Lippi sicuro: "Barcellona favorito ma non sarà facile"

Juventus, Lippi sicuro: "Barcellona favorito ma non sarà facile"

Nessun dubbio dell'ex commissario tecnico azzurro: i bianconeri in Champions diranno la loro


Marcello Lippi ©Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

18/05/2015 17:38

JUVENTUS LIPPI CHAMPIONS BARCELLONA / TORINO - La Juventus può farcela contro il Barcellona: se a dirlo è uno che ha vinto Champions e Mondiale, forse ci si può anche credere. Marcello Lippi non vede i bianconeri battuti in partenza contro la corazzata blaugrana. Anche se mancano tre settimane alla finale di Champions, la sfida di Berlino già occupa le news Juventus: a parlarne è anche l'ex commissario tecnico dell'Italia a 'Gr Parlamento'. 

L'ex allenatore bianconero parla così della sfida tra Juve e Barcellona: "I blaugrana dovranno affrontare per la prima volta una squadra compatta e capace di difendere. La formazione di Allegri poi è capace di andare ad attaccare quando riconquista palla. Credo che gli spagnoli restino i favoriti ma non avranno vita facile come è stato finora. I tre extraterrasti che hanno davanti - continua Lippi parlando del tridente delle meraviglie Messi, Suarez e Neymar - saranno bravi anche contro la Juventus ma non avranno vita facile. Poi affronteranno comunque uno dei portieri più forti al mondo". 

La finale potrebbe dare la possibilità di conquistare il triplete a una delle due squadre: sia Juventus che Barcellona, infatti, sono attesi dalla finale di coppa nazionale dopo aver conquistato il campionato. Lippi però, che il calciomercato accosta al Milan, crede che nessuna delle due squadre ne voglia parlare: "Di triplete ne parlano gli altri, chi ha la possibilità di farlo non ne parla. Si pensa a una competizione per volta: dopo aver vinto il campionato si giocheranno la coppa nazionale e poi penseranno al trofeo più importante. Ma di Triplete non si parla". 

Ultima battuta l'ex ct dell'Italia la dedica all'incontro ravvicinato tra Chiellini e Suarez dopo il 'morso' mondiale e la lunga squalifica per l'uruguaiano: "Non credo che ci saranno problemi. Anzi, quando si vedranno si faranno una risata".




Commenta con Facebook