• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > LA MOVIOLA DI CM.IT: Brozovic segna da posizione regolare, gol fantasma per Berardi

LA MOVIOLA DI CM.IT: Brozovic segna da posizione regolare, gol fantasma per Berardi

Doveri segnala un fuorigioco che fa discutere. Per Guida Diego Lopez respinge la palla oltre la linea di porta


Marco Guida © Getty Images
Emiliano Forte

18/05/2015 07:40

MOVIOLA 36A GIORNATA BROZOVIC BERARDI / MILANO - Week-end di Serie A non facile per i nostri arbitri messi sotto accusa per i molti episodi controversi che hanno caratterizzato alcune sfide della 36esima giornata di campionato. Si parte dal big-match di sabato tra Inter e Juventus, dove manca all'appello un gol messo a segno dall'interista Brozovic che Doveri ha annullato per un fuorigioco quantomeno dubbio. Tanti episodi e altrettanti errori in Sassuolo-Milan, dove Guida non si è fatto mancare nulla, dal gol-non gol di Berardi alle sospette irregolarità nelle azioni che portano al raddoppio dello stesso Berardi ed al momentaneo pareggio del rossonero Alex. Da analizzare attentamente anche il gol vittoria di Gentiletti in Sampdoria-Lazio, nato da un'azione confusa dove Klose trattiene per la maglia il portiere blucerchiato Viviano.

INTER-JUVENTUS 1-2, arbitro Doveri 4,5 - É il 39' quando Shaqiri calcia e colpisce l'incrocio dei pali con Brozovic lesto nel fiondarsi sul pallone e a ribattere in rete. Doveri interviene ed annulla il gol per un offside inesistente. Dalle immagini, infatti, si nota come il centrocampista dell'Inter sia tenuto in gioco da Lichtsteiner. Pochi istanti dopo nel corso del 41' Matri entra in area e scappa via ad un Vidic versione lumaca che non può fare altro che stendere l'attaccante bianconero. Il rigore concesso dal direttore di gara è solare anche se manca il rosso all'indirizzo del difensore nerazzurro, che viene solo ammonito.

 

SAMPDORIA-LAZIO 0-1, arbitro Mazzoleni 5,5 - Molto discusso il gol vittoria di Gentiletti al termine di un'azione confusa in area blucerchiata. Dalle immagini al rallenty si vede Klose che afferra la maglia di Viviano un attimo prima del tocco vincente del difensore biancoceleste: un gesto quello di Klose difficile da vedere e da valutare per Mazzoleni, che non interrompe il gioco e convalida la rete.

 

SASSUOLO-MILAN 3-2, arbitro Guida 4 - Match caratterizzato da molti episodi controversi, a partire dal gol di Berardi che ha sbloccato il risultato dopo 13 minuti di gioco. Tutto nasce da un tiro del talentuoso attaccante neroverde scagliato da fuori area con Diego Lopez che non trattiene ma riesce a riprendere il pallone nei pressi della linea di porta: un salvataggio in extremis secondo i rossoneri ma non per l'addizionale di Guida Damato, che sostiene di aver visto la palla varcare la linea di porta. A quel punto Guida indica il centrocampo e assegna il gol al Milan. Dalle immagini sembra che il pallone non varchi del tutto la linea di porta, ma rimane una valutazione tutt'altro che semplice per Guida ed i suoi collaboratori. Da rivedere anche il raddoppio firmato ancora da Domenico Berardi il quale, su invito di Missiroli, scatta sul filo del fuorigioco e batte per la seconda volta Diego Lopez. Pur avvalendoci del fermo immagine la posizione di Berardi rimane sospetta anche se la scelta di Guida di non intervenire ci può stare. Da analizzare anche il temporaneo 2-2 firmato da Alex, visto che il difensore brasiliano stacca di testa con il braccio sinistro molto alto a tal punto da ostacolare l'uscita di Consigli: un gesto quello del difensore rossonero che poteva anche essere sanzionato da Guida. Dopo 57 minuti di gioco arriva il secondo giallo all'indirizzo di Bonaventura per un braccio alto a protezione del viso che interrompe un'azione neroverde. Guida in questo caso risulta fin troppo fiscale ed ammonisce per la seconda volta il centrocampista ex Atalanta costringendo il Milan terminare la gara in 10. A 20 minuti dal 90' contatto De Jong-Berardi in area rossonera, con Guida che lascia correre anche se il fallo dell'olandese sembra esserci.

 

CAGLIARI-PALERMO 0-1, arbitro Cervellera 5,5 - Nel corso del primo tempo i padroni di casa chiedono un penalty per il contatto in area tra Vitiello e Dessena, con il primo che accentua fin troppo la caduta senza ottenere nulla. Cervellera, infatti, non si fa condizionare e lascia proseguire il gioco. Nella ripresa altro contatto sospetto in area rosanero con protagonisti Sau e Gonzalez: l'arbitro ancora una volta non interviene, ma la sensazione è che stavolta l'intervento del difensore costaricano poteva essere sanzionato.

 

VERONA-EMPOLI 2-1, arbitro La Penna 6,5 - Dirige con sicurezza nonostante la poca esperienza sui campi della Serie A. Bravo a non farsi intimidire da Fernandinho, che invoca un calcio di rigore che proprio non c'è.

 

ATALANTA-GENOA 1-4, arbitro Gervasoni 6 - Giusto concedere il tiro dal dischetto ai padroni di casa dopo 18 minuti di gara per un mani piuttosto evidente di Burdisso. Per il resto direzione intelligente quella di Gervasoni.

 

TORINO-CHIEVO 2-0, arbitro Rocchi 6,5 - Nel corso del minuto 12 contatto dubbio in area clivense tra Martinez e Radovanovic, con Rocchi che decide di lasciar proseguire. Decisione condivisibile da parte del fischietto di Firenze. Nel finale giusto annullare la rete di Maksimovic, il quale riceve l'assist da Maxi Lopez scattato da posizione di offside.

 

ROMA-UDINESE 2-1, arbitro Banti 6,5 - Dopo 24 minuti Ibarbo lanciato verso la porta di Karnezis viene steso da Piris con la Roma che invoca l'espulsione: Banti non si scompone ed opta per il giallo. Decisione condivisibile visto che nell'azione Piris non è l'ultimo uomo e non si può parlare neanche di chiara occasione da gol.




Commenta con Facebook