• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BAYERN MONACO-BARCELLONA

PAGELLE E TABELLINO DI BAYERN MONACO-BARCELLONA

Benatia illude, poi Neymar chiude i conti. Due gli assist di Suarez


Thomas Müller (Getty Images)
Andrea Della Sala

12/05/2015 22:42

ECCO LE PAGELLE DI BAYERN MONACO-BARCELLONA:

 

BAYERN MONACO

Neuer 6 – Non può fare nulla sulle due conclusioni ravvicinate di Neymar. Per il resto non ha altri interventi importanti da fare.

Rafinha 5 – E’ dalla sua parte che Neymar fa il bello e il cattivo tempo. Un po’ in ritardo nel chiudere la linea difensiva e spesso in difficoltà nell’uno contro uno. Sembra anche un po’ troppo nervoso.

Boateng 6 – Guardiola gli chiede di seguire Messi anche oltre il centrocampo, lui obbedisce ma l’argentino, per sua fortuna stasera, si accende poche volte.

Benatia 5,5 – Ha certamente il merito di illudere tutti i tifosi del Bayern, trovando il gol con una bella inzuccata di testa da corner. Però poi commette qualche errore in fase difensiva. Imperdonabile lo sbaglio sulla seconda rete: si alza un po’ troppo lasciando libero Suarez.

Bernat 6 – Cerca di farsi vedere sulla corsia di sinistra, arrivando un paio di volte sul fondo ma senza però creare nulla di importante. Ha un buon mancino, ma non riesce a dargli fuoco.

Lahm 5,5 – Sembra leggermente in affanno. Recupera tanti palloni, ma non è il solito martello instancabile. Sbaglia anche tanti appoggi e i suoi traversoni sono tutti fuori misura. Dal 67’ Rode 5,5 – Entra ma le cose là in mezzo non migliorano molto. Un po’ in ritardo e non sempre preciso nel gestire la palla.

Alonso 5 – Lo si vede davvero poco. Il Bayern fatica nel giro palla e lui ne risente parecchio. La pressione del Barcellona non gli consente di ragionare, così anziché costruire si nasconde un po’ troppo. Nel finale perde anche un paio di palloni che potevano costare caro.

Schweinsteiger 6 – Anche lui come Lahm non è al top della condizione fisica. Arriva quasi sempre in ritardo a contrastare l’avanzata dei blaugrana soprattutto nel primo tempo. Impegna ter Stegen con un bel colpo di testa. E’ intelligente nell’appoggiare palla a Muller al limite dell’area e il compagno lo premia col gol. Dall’87 Javi Martinez s.v.

Alcantara 6 – Nel primo tempo sono suoi un paio di guizzi che mettono un po’ di apprensione negli spagnoli. Ha grandi qualità e le fa vedere quando ha la palla tra i piedi, cala molto nella seconda frazione.

Lewandowski 6,5 – Ha due ottime occasioni nei primi 45’, ma le spreca un po’ malamente. Prima calcia centralmente da buona posizione, poi è ter Stegen a compiere un miracolo. Alla terza, invece, fa un gran gol mandando a vuoto Mascherano.

Mueller 6,5 – Inizia in modo molto vivace. Cercando di farsi valere in contropiede, impegnando di testa ter Stegen e mandando in profondità Thiago. Poi si spegne piano piano e nella ripresa si addormenta un po’, fino a quando Schweinsteiger lo sveglia appoggiandogli palla al limite dell’area: lui non si fa pregare buttandola in rete. Dall’87’ Gotze s.v.

All. Guardiola 6,5 – Si prende una piccolissima rivincita vincendo almeno il match di ritorno. Sperava in un’altra partita, soprattutto dopo il gol di Benatia. Paga le assenze di Ribery e Robben e la straordinaria partita d’andata di Messi.

 

BARCELLONA

ter Stegen 7 – Se il Bayern non trova subito la via della rete è anche merito suo. Attento sui colpi di testa di Muller e Schweinsteiger, ben posizionato sulla conclusione centrale di Lewandovski e miracoloso sull’altra occasione dell’attaccante del Bayern che poi lo trafigge dal limite dell’area come Muller. Ma lui ha poche colpe.

Alves 5,5 – Niente di speciale. Si limita a presidiare la sua zona e non è cosa da lui. Di solito galoppa sulla fascia, stasera preferisce rimanere più bloccato.

Piqué 5,5 – Primo tempo senza troppi patemi. Controlla bene e non corre alcun rischio. Soffre maggiormente quando il Barcellona cala il ritmo e il Bayern si fa più pressante. Suo l’appoggio sbagliato da cui nasce il gol di Muller.

Mascherano 6 – Contiene bene Lewandovski fino a quando l’avversario dice basta e lo fa secco al limite dell’area, mandandolo praticamente a vuoto. Però un solo errore (che poi forse è una grande giocata del giocatore del Bayern) in una partita solida e fatta della solita caparbietà.

Alba 5,5 – Come Alves, anzi forse ancor di più lo si vede davvero poco in proiezione offensiva. Prova un paio di sortite, ma nulla di più.

Iniesta 6 – Ordinaria amministrazione per Don Andres. E' sempre presente nel cuore dell’azione blaugrana. Inizia a buon ritmo, poi cala inevitabilmente nel secondo tempo quando la partita perde un po’ di interesse.

Busquets 5,5 – Ha il peso di aver lasciato completamente solo Benatia in occasione del vantaggio. Sembra un po’ deconcentrato, forse il largo vantaggio dell’andata lo fa entrare in campo con poche motivazioni.

Rakitic 5 – Stranamente poco mobile rispetto al solito. Sbaglia molti appoggi, non cerca mai l’inserimento e a volte si estranea completamente dalla manovra. Chiude con qualche fallo di troppo e Luis Enrique giustamente lo fa uscire. Dal 71’ Mathieu 5,5 – Entra per blindare la difesa, ma non ci riesce. Il Bayern nel secondo tempo preme e lui soffre.

Messi 6,5 – Trotterella, senza mai strafare però quando si accende fa sempre paura. Alla prima intuizione manda in profondità Suarez e arriva il primo gol di Neymar. Non ha bisogno di strafare, bastano la sua presenza e le sue fulminee accelerazioni a tenere in apprensione i tedeschi.

Suarez 7 – Due gol del Barcellona grazie a due suoi assist. Si trasforma nell’uomo dell’ultimo passaggio, mandando a rete due volte Neymar. Bello il movimento in profondità con cui passa dietro a Benatia sul primo gol. Dal 46’ Pedro 5,5 – Entra e il Barça smette di farsi vedere là davanti. Non tocca molti palloni e si fa segnalare solo per l’ammonizione presa.

Neymar 7,5 – E’ lui il mattatore del primo tempo, buttando dentro i due assist di Suarez e chiudendo definitivamente la qualificazione alla finale di Berlino. Poi qualche altra accelerazione, ma nel secondo tempo il Barça non attacca più. Ha un guizzo nel finale e per poco non regala un gol a Messi allo scadere.

All. Luis Enrique 6 – Riesce per un tempo a convincere i suoi giocatori che quella di stasera è una partita vera, nonostante il risultato dell’andata. Nel secondo un po’ l’orgoglio del Bayern, un po’ il ritmo basso dei suoi gli costano una dolce sconfitta.

 

Arbitro: Clattenburg 6 – Partita senza episodi dubbi. Giudica bene il fuorigioco sul pareggio di Neymar, Suarez è in linea. Gestisce bene anche il secondo tempo quando la gara si innervosisce un pochino.

 

TABELLINO

BAYERN MONACO-BARCELLONA 3-2

Bayern Monaco (4-3-3): Neuer; Rafinha, Boateng, Benatia, Bernat; Lahm (dal 67’ Rode), Alonso, Schweinsteiger (dall’87 Javi Martinez); Alcantara, Lewandowski, Mueller (dall’87 Gotze). A disp.: Reina, Dante, Weiser, Pizarro. Allenatore: Josep Guardiola

Barcellona (4-3-3): ter Stegen; Alves, Piqué, Mascherano, Alba; Iniesta, Busquets, Rakitic (dal 71’ Mathieu); Messi, Suarez (dal 46’ Pedro), Neymar. A disp.: Bravo, Bartra, Adriano, Rafinha, Xavi. Allenatore: Luis Enrique

Marcatori: 7’ Benatia (Bm), 15’ Neymar (Ba), 29’ Neymar (Ba), 59’ Lewandowski (Bm), 74’ Muller (Bm)

Arbitro: Mark Clattenburg (Inghilterra)

Ammoniti: 40’ Rafinha (Bm), 47’ Thiabo (Bm), 64’ Rakitic (Ba), 81’ Alonso (Bm), 84’ Rode (Bm), 85’ Pedro (Ba)

Espulsi




Commenta con Facebook