• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Hernanes spietato, Avramov che papera

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Hernanes spietato, Avramov che papera

Top e Flop della 35a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Hernanes in azione (Getty Images)
Emiliano Forte

11/05/2015 07:49

PAGELLONE HERNANES AVRAMOV / MILANO - Roma e Lazio impegnate in un estenuante duello per la conquista del secondo posto in campionato rimangono entrambe a secco di punti dopo aver sfidato rispettivamente Milan ed Inter. A 'San Siro' i giallorossi si fanno sorprendere da un 'Diavolo' chiamato allo scatto d'orgoglio e trascinato da un Honda tirato a lucido. Tra i capitolini male Pjanic che si fa notare solo per l'errore dal quale nasce l'1-0 rossonero.
Allo stadio 'Olimpico' di Roma invece è la notte di Hernanes, il grande ex che per l'occasione si ripresenta in veste di 'Profeta' e costringe i suoi ex compagni alla resa.
La Fiorentina rimane aggrappata al quinto posto grazie al sinistro magico di Ilicic capace di fare la differenza nel derby toscano contro l'ottimo Empoli di mister Sarri.
Il Napoli, invece, continua a soffrire di discontinuità e questa volta viene fermato dal Parma di Donadoni che sta concludendo con grande onore e dignità una stagione difficilissima. Tra gli azzurri pesa e molto la giornata no del portiere Andujar apparso molto incerto nei momenti clou del match. Imperdonabile anche lo svarione del portiere atalantino Avramov che rimette tutto in discussione nella sfida contro il Palermo.

 

 

TOP

 

5.Gomez (Atalanta) - E' ispirato e questo lo rende il pericolo numero uno dalle parti di Ujkani per le sue qualità tecniche e per la sua imprevedibilità. 'El Papu' non si risparmia e non a caso entra in tutte le azioni che portano i bergamaschi al gol. Firma il terzo gol atalantino con un gran destro che non lascia scampo all'estremo difensore rosanero. Prezioso anche in fase di copertura, soprattutto nella ripresa quando l'inferiorità numerica ha costretto i nerazzurri a stringere i denti per proteggere un vantaggio importantissimo. Onnipresente. VOTO 7,5

 

4.Soriano (Sampdoria) - Si muove tra le linee con grande efficacia assicurando un continuo sostegno alle trame offensive blucerchiate. Si inserisce con i tempi giusti e sa essere lucido e concreto sotto porta a tal punto da firmare le due reti iniziali che di fatto annientano le ambizioni dei friulani. Rivelazione. VOTO 7,5

 

3.Ilicic (Fiorentina) - In questo periodo il piede mancino del centrocampista sloveno sembra in grado di disegnare qualsiasi tipo di parabola come dimostrano le reti messe a segno nelle recenti uscite. Nell'ultimo turno sono addirittura due le magie con le quali lancia i viola verso il bottino pieno nel derby toscano contro l'Empoli. La parabola ad effetto che aggira il portiere e si infila sul secondo palo per il momentaneo 1-0 è una perla di rara bellezza. Artista. VOTO 7,5

 

2.Honda (Milan) - Il numero dieci rossonero ha ritrovato brillantezza e convinzione. Le gambe assecondano alla perfezione l'estro e la voglia di lasciare alle spalle un lungo periodo di smarrimento, dopo i lampi di inizio stagione. Due assist vincenti e tanto altro ancora per l'atteso scatto d'orgoglio dei ragazzi di Pippo Inzaghi. Rinato. VOTO 7,5

 

1.Hernanes (Inter) - Il 'Profeta' è tornato, proprio davanti al suo ex-pubblico che spesso e volentieri lo ha osannato ai tempi della Lazio. Con la forma fisica ritrovata ed il morale di nuovo alto, il brasiliano sta rilanciando l'Inter e sé stesso dopo mesi di torpore. Allo stadio 'Olimpico' prima su punizione poi con uno scatto bruciante su invito di Palacio colpisce e affonda la 'sua' Lazio, con tanto di capriola che il tifo biancoceleste non gradisce. Letale. VOTO 8

 

 

FLOP

 

5.Pjanic (Roma) - Gioca senza la dovuta determinazione un match cruciale per la lotta al secondo posto. Il furore agonistico non sarà la specialità della casa, ma gestisce i palloni a disposizione con troppa leggerezza e poca convinzione, al punto da risultare un lusso che a metà campo questa Roma non può permettersi. Non a caso, da una sua palla persa nasce l'azione di Honda che manda in rete van Ginkel. Bell'addormentato. VOTO 4,5

 

4.Rodriguez ( Verona) - Pomeriggio da dimenticare per il centrale del Verona, che perde sistematicamente tutti i duelli con Pellissier e compagni. Ha grosse responsabilità sul primo gol del Chievo, quando permette a Paloschi di colpire di testa indisturbato a pochi passi dalla porta. Addirittura imperdonabile quando sul punteggio di 2-1 per i suoi spinge in area Pellissier e provoca il calcio di rigore poi trasformato dallo stesso attaccante clivense. Ingenuo. VOTO 4,5

 

3.Geijo (Udinese) - Sempre nascosto tra le maglie avversarie che gli concedono pochissimi palloni giocabili, non alza mai i ritmi e subisce passivamente l'evolversi degli eventi. Dopo 45 minuti vissuti da corpo estraneo nell'11 di Stramaccioni, viene sostituito da Thereau al quale basta davvero poco per fare meglio del compagno. Impercettibile. VOTO 4,5

 

2.Andujar (Napoli) - Prima un'uscita goffa e fuori tempo che regala l'1-0 a Palladino, poi un errore di valutazione e di posizione sulla punizione scagliata in porta da Jorquera che vale il nuovo vantaggio gialloblu dopo il momentaneo pari di Gabbiadini. Insomma, l'estremo difensore azzurro è senza dubbio uno dei protagonisti in negativo del deludente pareggio per 2-2 maturato in casa del Parma. Disorientato. VOTO 4,5

 

1.Avramov (Atalanta) - Dopo 56 minuti di gioco rischia di rovinare tutto con quel folle dribbling in area che poi lo costringe al fallo da rigore su Vazquez con conseguente espulsione. Un gesto sconclusionato che per sua fortuna non ha messo in discussione una vittoria di vitale importanza per la salvezza dei bergamaschi. Incoscente. VOTO 4




Commenta con Facebook