• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > LA MOVIOLA DI CM.IT: Da annullare l'1-1 di Hernanes, mani di Jankovic da rigore

LA MOVIOLA DI CM.IT: Da annullare l'1-1 di Hernanes, mani di Jankovic da rigore

Massa non sanziona la posizione di Medel sul tiro del brasiliano. Rizzoli grazia il giocatore dell'Hellas


Nicola Rizzoli (Getty Images)
Emiliano Forte

11/05/2015 07:40

MOVIOLA HERNANES JANKOVIC /MILANO - L'arbitraggio più discusso del 35esimo weekend di Serie A, è senza dubbio quello di Massa impegnato nel posticipo di domenica sera tra Lazio e Inter, terminato con la vittoria degli ospiti per 2-1. Una gara ricca di colpi di scena e di episodi da rivedere, come il calcio di punizione di Hernanes che è valso il momentaneo 1-1 ed il calcio di rigore concesso ai nerazzurri per il contatto Marchetti-Icardi.
Altro match molto combattuto il derby tra Chievo ed Hellas Verona, con i clivensi che hanno chiesto un secondo rigore per un mani in area di Jankovic.
Qualche dubbio anche in Milan-Roma con Astori che trattiene Destro lanciato verso la porta rossonera nel corso del primo tempo.

 

JUVENTUS-CAGLIARI 1-1, arbitro Peruzzo 6 - Match combattuto ma molto corretto quello di scena allo 'Stadium', con il direttore di gara che ha estratto solo due cartellini nell'arco di tutta la gara.

 

MILAN-ROMA 2-1, arbitro Tagliavento 5 - Dopo 19 minuti di gioco, Destro scappa via e punta verso la porta di De Sanctis, ma Astori lo ferma aiutandosi con una trattenuta piuttosto evidente. In questo caso Tagliavento grazia il difensore giallorosso che rischia seriamente di lasciare i suoi in inferiorità numerica.

 

CHIEVO-VERONA 2-2, arbitro Rizzoli 6 - Derby di Verona affrontato con grande agonismo dalle due formazioni, con Rizzoli che non si fa trovare impreparato mostrandosi da subito poco incline a tollerare il gioco scorretto. Al 39', giusto sanzionare con un penalty il fallo evidente ed ingenuo di Rodriguez su Pellissier. Nel corso del minuto 50, ci poteva stare un altro calcio di rigore in favore dei clivensi per un mani in area di Jankovic su cross di Biraghi.

 

UDINESE-SAMPDORIA 1-4, arbitro Di Bello 5,5 - Nel corso della prima frazione di gioco, contatto sospetto tra Acquah e Kone in area blucerchiata, con Di Bello che lascia correre: decisione corretta visto che il contatto c'è ma non è tale da richiedere l'intervento dell'arbitro. Molti dubbi in occasione della rete annullata a Thereau nel secondo tempo per un fuorigioco che dalle immagini sembra proprio non esserci. Nel finale Viviano in uscita disperata su Di Natale commette fallo atterrando il capitano friulano: Di Bello prontamente ferma il gioco ed assegna un tiro dal dischetto in favore dell'Udinese.

 

PALERMO-ATALANTA 2-3, arbitro Calvarese 6 - In occasione dei due salvataggi sulla linea di Biava prende la decisione giusta ben supportato dai sui collaboratori. Nulla da dire sul fallo di Avramov in area nerazzurra sanzionato da Calvarese con un tiro dal dischetto e con il rosso per il portiere atalantino.

 

CESENA-SASSUOLO 2-3, arbitro Banti 6,5 - Nessun problema per il fischietto di Livorno in una gara rimasta in bilico fino alla fine che i protagonisti in campo hanno affrontato con grande correttezza e sportività.

 

EMPOLI-FIORENTINA 2-3, arbitro Gervasoni 6,5 - Direzione attenta e puntuale quella di Gervasoni, che mantiene senza difficoltà il controllo della partita. Nel finale da rivedere il salvataggio sulla linea di Neto su un pallone calciato da Valdifiori: le immagini non sono chiarissime ma il pallone sembra non aver superato la linea.

 

PARMA-NAPOLI 2-2, arbitro Giacomelli 6 - Gara tirata con qualche tensione di troppo nel finale che il direttore di gara ha saputo portare a termine con personalità e decisione. Pochi gli episodi da segnalare in sede di moviola, tra questi un mani di Gobbi in area gialloblu che Giacomelli giustamente ha valutato come involontario.

 

LAZIO-INTER 1-2, arbitro Massa 5 - Dopo 24 minuti di gioco arriva il rosso per Mauricio che trattiene e atterra Palacio lanciato a rete: decisione corretta da parte di Massa. Dal fallo di Mauricio però, arriva il calcio di punizione che Hernanes trasforma nel pareggio dell'Inter: un calcio di punizione molto discusso visto che sulla traiettoria della palla c'è Medel, in evidente posizione di offside, che ostruisce la visuale a Marchetti. Il gol di Hernanes, dunque, andava annullato. Molti i dubbi anche sull'azione che porta al calcio di rigore concesso all'Inter per il presunto contatto tra Marchetti, in uscita bassa, e Icardi




Commenta con Facebook