• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-SASSUOLO

Defrel e Brienza provano a tenere in vita il Cesena. Nel Sassuolo due super gol di Zaza e Missiroli


Mimmo Di Carlo ©Getty Images
Lorenzo Bettoni @lorebetto

10/05/2015 17:05

ECCO LE PAGELLE DI CESENA-SASSUOLO

 

CESENA

Agliardi 5,5 - Primo tempo privo di scossoni. Il 2-2 di Taider gli passa sotto le gambe.

Perico 5 - Sansone dalla sua parte si muove molto, ma lo punta poco e lui riesce a gestirlo. Nella ripresa ha molte uscite a vuoto.

Capelli 5 - Primo tempo attento, nella ripresa è troppo facile per Zaza girarsi in piena area per accorciare le distanze. Da quel momento in poi la partita è tutta in salita.

Krajnc 5,5 – Il più positivo della retroguardia del Cesena, ma per esclusione.

Renzetti 5 - Regge nel primo tempo, ma crolla nella ripresa quando il Sassuolo rimette in piedi la partita attaccandolo con Berardi. L’esterno di scuola Juve lo salta spesso e volentieri e con due spunti da quella parte crea le azioni che portano i nero verdi al pari.

Cascione 5,5 - Un assist per il gol di Defrel, mezza palla persa che regala al Sassuolo la ripartenza del pari e due gol sbagliati nel secondo tempo. Dall’ 84’ Cazzola s.v.

De Feudis 5,5 - Si piazza tra Cascione e Carbonero ed è lui che recupera la maggior parte dei palloni, abbassandosi molto per aiutare la linea difensiva. Fa un primo tempo ottimo, ma nella ripresa ha sulla coscienza almeno la rete del 2-2, visto che in tandem con Cascione perde a centrocampo la palla che manda in porta il Sassuolo, che ha appena accorciato le distanze con Zaza. Dal 68’ Tabanelli 5 – Tocca il primo pallone, lo perde ed il Sassuolo fa 3-2. Poi sbaglia un paio di palle gol. Un incubo.

Carbonero 5,5 - Nel primo tempo è poco dinamico, ma la fantasia che non ci mette lui viene dispensata dai piedi di Brienza e Defrel. Nella ripresa però le sue sparate servirebbero per togliere pressione alla difesa bianconera; arrivano troppo a sprazzi ed il Cesena si scioglie.

Brienza 7 - Con le dovute proporzioni, impossibile non paragonare il suo gol con quello di Messi al Bayern la scorsa settimana. Grazie a due finte mette a sedere in area sia Peluso che Consigli, facendo due a zero e regalando ancora speranze al Cesena. Insieme a Defrel è stato il giocatore a cui i romagnoli si sono aggrappati per raggiungere la salvezza.

Defrel 6,5 - Dopo i recenti acciacchi, è finalmente tornato ad essere il giocatore che sposta gli equilibri in favore del Cesena. Lo sprint che piazza in faccia a Peluso è la preparazione perfetta per il gol del vantaggio, mentre in occasione del raddoppio è bravo a vedere Brienza che sta arrivando in area, anche se è il trequartista bianconero che alla fine si inventa il gol.

Rodriguez 5 – Attivo ma impreciso nel primo tempo. Invisibile nella ripresa. Dal 77’ Djuric 6 – La mossa della disperazione, Di Carlo usa la sua testa per gli ultimi assalti alla Serie A.

All. Di Carlo 5,5 – Retrocede matematicamente in una partita dove mette a nudo gli stessi limiti mostrati dal Cesena per ampia parte della stagione. I suoi sono troppo leggeri dietro ed una volta sopra per 2-0 non sono in grado di gestire il risultato. I romagnoli hanno buttato ben 19 punti facendosi rimontare in questa stagione.

 

SASSUOLO

Consigli 6,5 - Forse concede toppo specchio a Defrel in occasione del gol, ma nella ripresa nonostante un paio di uscite a vuoto è decisivo in almeno due occasioni. La parata da terra su Cascione, poi, è spettacolare.

Vrsaljko 5,5 - Primo tempo trascorso nella terra di nessuno. Agisce lontano da Berardi ed è molto leggero in fase difensiva. Riprende un po’ di fiato nella ripresa.

Cannavaro 6 - La difesa del Sassuolo regge anche nei momenti di massima pressione soprattutto grazie a lui. Non fa niente di che, ma nemmeno errori madornali come quelli di alcuni compagni di reparto.

Acerbi 5 - Non legge bene la palla di Cascione, che di fatto manda in vantaggio il Cesena dopo soli 15 minuti. Acerbi fa mezzo passo in più, facendosi scavalcare sia dal pallone che da Defrel, imprendibile una volta partito palla al piede. Soffre questa uscita a vuoto per tutto il primo tempo andando in difficoltà ogni volta che viene puntato.

Peluso 5 - Brienza fa il Messi perché lui fa il Boateng. La culata dell’ex Juve in occasione del 2-0 è la fotocopia di quella del centrale di Guardiola lo scorso mercoledì. In fase di spinta è poco presente e quando c’è non ha qualità. Nel secondo tempo comunque sfiora un clamoroso gol di tacco sugli sviluppi di un corner.

Taider 6 - Arruffone nel primo tempo. Ha voglia di fare, ma non ci mette la testa.  Nella ripresa si accentra rispetto ai primi 45 minuti e segna dopo poco più di cinque minuti la rete del pari.

Missiroli 6 - E’ soprannominato “il missile”. Dopo aver visto il gol del 3-2, non potrebbe esserci nomignolo più azzeccato. Dal 93’ Chibsah s.v.

Biondini 6 - Soffre come tutti nel primo tempo, si rianima nella ripresa quando se la gioca in entrambe le fasi.

Berardi 7 - Non segna, ma fa segnare. Dopo una prima frazione in cui tiene i giri bassi, ma è comunque il migliore tra i suoi, scalda il motore nella ripresa e mette il suo nome sui primi due gol del Sassuolo. Sul 2-1 serve Zaza in piena area, ma il centravanti è bravo a girarsi in mezzo a tre. L’assist per il 2-2 di Taider è invece limpido e puntuale, un invito a nozze che non si può mancare. Dall’ 84’ Natali s.v.

Zaza 6,5 – Fa a spallate con tutta la difesa del Cesena, ma alla fine la spunta di fioretto: la sua giravolta con il tacco gli permette di accorciare le distanze e dare il là alla rimonta nero verde.

Sansone 6 – Primo tempo in sordina, ripresa vivace. Dal 70’ Floro Flores 6 – Prestazione positiva.

All. Di Francesco 6,5 – Lui invece trova l’aritmetica salvezza mostrando pregi e difetti dell’intera stagione, ovvero una difesa troppo ballerina, ma un attacco che se decide di affondare può fare molto male. Bravo a toccare le corde giuste nell’intervallo, dando ai suoi le motivazioni giuste per la rimonta.

Arbitro: Luca Banti 6,5 – Tiene in mano una partita tutto sommato tranquilla, utilizzando soltanto due cartellini.

 

TABELLINO

CESENA-SASSUOLO 2-3

CENSENA (4-3-1-2): Agliardi; Perico, Capelli, Krajnc, Renzetti; Cascione (dall’ 84’ Cazzola), De Feudis (68’ Tabanelli), Carbonero; Brienza; Defrel, Rodriguez (dal 77’ Djuric). A disp. Zé Eduardo, Lucchini, Giorgi, Bressan, Mudingayi, Succi, Dal Monte, Volta, Leali. All. Di Carlo

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Taider, Missiroli (dal 93’ Chibsah), Biondini; Berardi (dall’ 84’ Natali), Zaza, Sansone (70’ Floro Flores). A disp. Fontanesi, Lazarevic, Pegolo, Celeste, Longhi, Floccari, Bianco. All. Di Francesco

Arbitro: Banti di Livorno

Marcatori: 15’ Defrel (C), 29’ Brienza (C), 49’ Zaza (S), 51’ Taider (S), 69’ Missiroli (S)

Ammoniti: 62’ Brienza (C), 93’ Carbonero (C)

Espulsi:




Commenta con Facebook