• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-VERONA

Pellissier assist e gol, male Birsa. Nel Verona Toni c'è sempre, male Rodriguez


il_gol_di_Juanito.jpg
@DavideSperati1

10/05/2015 14:30

ECCO LE PAGELLE DI CHIEVO-VERONA


CHIEVO

Bizzari 5,5 – Incolpevole sul gol di Juanito, poteva forse, tentare l'uscita sulla zampata di Toni.

Schelotto 6,5 – Buono il lavoro sull'out di destra. Da una sua azione personale nasce il gol del Chievo. Spinge tantissimo per tutto l'arco della partita. Ammonito, salterà il prossimo match.

Cesar 6,5 – Sempre affidabile, il gigante del Chievo non è colpevole delle reti subite. Anzi, è provvidenziale al 36', quando salva su Jankovic, il gol del possibile 3-1.

Dainelli 6 – Giocatore di grande esperienza, duella con il suo amico Toni, fino all'ultimo respiro, anche se oggi l'avversario, è in uno stato di grande forma. Migliora nella ripresa.

Biraghi 5,5 – Si perde Toni sul gol del 2-1 e in più di un'occasione, consente a Jankovic di scodellare diversi cross pericolosi. Bellissima punizione al 58' che esce di pochissimo sopra la traversa. Dal 83' Sardo s.v.

Birsa 5 – Il peggiore. Si vede pochissimo e risulta non funzionale al gioco del Chievo. Stretto tra maglie del centrocampo avversario, sbaglia troppi palloni semplici e l'unica occasione che ha per calciare durante il primo tempo la spreca, indirizzando la palla altissima. Dal 58' Botta 6 – Maran vuole vincere e inserisce l'argentino per dare un supporto maggiore alle punte. Nel finale sfiora il gol del 3-2.

Izco 6 – Se da un suo cross nasce il gol del vantaggio clivense, è pur vero che si fa infilare da Juanito sul gol del pareggio. Prestazione comunque sufficiente.

Radovanovic 6 – Leggermente in ombra, spesso non ha i tempi giusti per impostare l'azione e non viene molto cercato dai compagni. Lotta e soffre fino all'ultimo minuto.

Hetemaj s.v – Nemmeno il tempo di iniziare, che una delle pedine fondamentali del Chievo, deve uscire per un infortunio muscolare alla coscia. Dal 12' Cofie 7 – Ottimo l'impatto sulla gara. Entra a freddo e si posiziona al centro mettendosi subito a disposizione dei compagni, smistando diversi palloni interessanti, dando un buon ritmo alla manovra. Il passaggio filtrante che porta il rigore al Chievo è lodevole.

Paloschi 6,5 – Non in formissima, ma ha un senso del gol che non tutti gli attaccanti hanno. Ancora in gol – 9° in questo campionato - sfrutta al meglio l'assist del compagno e lo sbaglio dei difensori del Verona. Cinico.

Pellissier 7 – Il migliore. Assist e gol. Preferito a Meggiorini, la bandiera del Chievo sforna subito una grande torre per Paloschi che ringrazia. Finalmente, sul finale di tempo, arriva anche il suo primo gol nel derby di Verona. Un rigore che colpisce il palo interno e termina in rete. Una gioia meritata per una grande carriera da professionista con la P maiuscola.

All. Maran 6,5 - Maran aveva pochi dubbi all'inizio di questa gara e il ballottaggio principale era scegliere uno fra Pellissier e Meggiorini. La quarta difesa del campionato subisce due gol nei primi 25 minuti su palle inattive ma grazie ad un grande Pellissier ed una buona organizzazione di gioco, arriva un ottimo pareggio contro i rivali cittadini che continuano a star sotto di un punto.

 

VERONA

Rafael 6 – Torna disponibile e prende il posto del compagno Benussi. Non può far nulla sulla rete di Paloschi, mentre per un soffio, non arriva a deviare il rigore di Pellissier.

Pisano 5,5 – Arrivato a gennaio, pian piano ha conquistato il posto di titolare anche se, sul primo gol del Chievo, sbaglia completamente la posizione. 

Rodriguez 4,5 – Il peggiore. Schierato al posto di Rafa Marquez squalificato, è colpevole su entrambe le reti subite: sulla prima, si perde Paloschi solissimo dentro l'aria piccola, mentre la spallata volante su Pellissier con spalle alla porta, è a dir poco un fallo ingenuo.

Moras 7 - Provvidenziale la chiusura su Pellissier al 8' è, a differenza dei compagni, il più affidabile dell'intero reparto difensivo. Gioca duro non facendo sconti a nessuno. Decisivo al 86' quando spizza di testa una palla pericolossima che stava finendo a Paloschi.

Agostini 6 – Gara ordinata e senza particolari defezioni. Non spinge molto anche perché deve occuparsi a contenere uno Schelotto in ottima forma.

Obbadi 6 – Il francomarrocchino che sta facendo molto bene a Verona, anche oggi ha macinato chilometri, facendo un buon filtro fra difesa e reparto avanzato. Dinamico.

Tachtsidis 6 - Ottimo nelle chiusure, dà una grande mano al reparto difensivo. Atleta dai piedi vellutati, è sempre attento a gestire i palloni del centrocampo non sprecando mai nulla. Ottimo filtro.

Hallfredsson 7 – Il mastino di centrocampo torna in campo dopo 4 gare di assenza, regalando subito due grandi assist. Fisicamente ancora non al top ma sugli spioventi non gli si può dir nulla. Dal 65' Campanharo 5 – Venti minuti senza entrare mai in partita che fanno irritare Mandorlini, costretto a sostituirlo nel finale. Dal 88' Nico Lopez s.v.

Juanito 6,5 -  Molto abile nelle due fasi, al 16' per un soffio non trova il gol del pareggio che trova però dopo appena tre minuti più tardi. Al 31' tenta l'eurogol con un gran tiro dalla distanza. Cala nella ripresa. Dal 65' Valoti 6 – Entra per rimpiazzare il compagno e dar maggior copertura al centrocampo. 

Toni 7 – Il migliore. 19° gol stagionale a -1 da Carlitos Tevez...Una zampata da palla inattiva. La sua specialità è quella di liberarsi sempre dell'avversario di turno. Clamorosa la traversa colpita sul capovolgimento di fronte seguente al rigore di Pellissier. Cala nella ripresa, ma cosa vogliamo chiedergli di più a questo 38enne? Heroes.

Jankovic 6,5 – Del tridente offensivo è quello con maggior compiti difensivi. Buona prova e per poco, al 36', non sfiora anche la rete del 3-1. Meglio nel primo tempo quando è più mobile, durante la ripresa arretra giocando con un ritmo più blando.


All. Mandorlini 6 – 500° gara in panchina, il mister recupera Juanito Gomez ed Hallfredsson, schierandoli entrambi dal primo minuto, con Toni al centro dell'attacco e Obbadi e Tachtsidis che chiudono il terzetto di centrocampo. Buona prova anche se in difesa si soffre troppo.  


Arbitro: Rizzoli 6 – 200° in serie A per l'arbitro internazionale, chiamato per la prima volta a dirigere il derby veneto. Sin dalle prime battute la gara è molto maschia e lui reputa giusto estrarre 6 gialli nei primi 27 minuti. Al 11' l'Hellas reclama un rigore per una spallata su Jankovic. Rizzoli lascia proseguire (decisione giusta). Pellissier al 34' meritava l'ammonizione per un fallo su Pisano. Sul finire del primo tempo decide di espellere il vice allenatore del Verona Roberto Bordin. Al 50' poteva concedere il rigore al Chievo per il tocco di mano di Jankovic.

 

TABELLINO
CHIEVO-VERONA 2-2

Chievo (4-4-2): Bizzari; Schelotto, Cesar, Dainelli, Biraghi (dal 83' Sardo); Birsa (dal 58' Botta), Izco, Radovanovic, Hetemaj (dal 12' Cofie); Paloschi, Pellissier. A disp: Bardi, Seculin, Gamberini, Christiansen, Anderson, Fetfatzidis, Vajushi, Meggiorini, Pozzi. All. Rolando Maran

Verona (4-3-3): Rafael; Pisano, Rodriguez, Moras, Agostini; Obbadi, Tachtsidis, Hallfredsson (dal 65' Campanharo; dal 88' Nico Lopez); Juanito (dal 65' Valoti), Toni, Jankovic. A disp: Benussi, Gollini, Sorensen, Martic, Marques, Fares, Christdoulopoulos, Saviola, Fernandinho. All. Andrea Mandorlini

Arbitro: Nicola Rizzoli della sezione di Bologna

Marcatori: 8' Paloschi (C), 19' Juanito (V), 25' Toni (V), 39' Pellissier (C)   

Ammoniti: 2' Jankovic (V), 2' Hetemaj (C), 4' Obbadi (V), 18' Schelotto (C), 20' Toni (V), 27' Juanito (V), 75' Tachtsidis (V), 84' Cesar (C)

Espulsi:




Commenta con Facebook