• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Milan-Roma, De Sanctis: "Siamo ancora artefici del nostro destino"

Milan-Roma, De Sanctis: "Siamo ancora artefici del nostro destino"

Il portiere giallorosso: "Dobbiamo capire perché abbiamo sbagliato"


Morgan De Sanctis ©Getty Images
dall'inviato Matteo Zappalà/ M.T.

09/05/2015 23:37

MILAN ROMA DE SANCTIS/ MILANO - Morgan De Sanctis ha commentato così la sconfitta rimediata dalla Roma in casa del Milan: "Per 70 minuti non abbiamo fatto bene, poi con l'ingresso di Totti siamo cresciuti e abbiamo provato a rimontare. Il Milan ha fatto una buona gara, hanno giocato compatti - ha dichiarato De Sanctis ai cronisti nella sala stampa del 'Meazza', tra i quali l'inviato di Calciomercato.it -  Sicuramente sul piano della prestazione siamo mancati. È un momento delicato, ma la posizione in classifica è comunque intercambiabile. Ora affrontiamo queste ultime tre partite, che non saranno tre finali, perché quella è una partita secca, nel migliore dei modi".

GIUSTIFICAZIONI - "Inutile cercare particolari giustificazioni, fatto salvo che il Milan è stato capace di sviluppare una partita ordinata - ha poi spiegato De Sanctis ai microfoni di 'Sky Sport' - Loro si sono chiusi nella loro metà campo, hanno cercato di sfruttare le ripartenze negli spazi che noi purtroppo abbiamo concesso. E' vero, non abbiamo tenuto alto il ritmo per gran parte della gara e questo ha agevolato il lavoro del Milan. Dobbiamo assolutamente capire perché questo tipo di partita: io sinceramente credo che si potesse fare qualcosa in più soprattutto all'inizio, cercando di metterli in difficoltà visto il loro momento, ma non ci siamo riusciti".

CHAMPIONS LEAGUE - "Sorpasso Lazio? Che la classifica fosse delicata lo sapevamo. Si è creata una situazione di equilibrio e fare un passo falso in questo momento non era auspicabile. E' successo, adesso a dirla tutta anche se ci fossero risultati pieni delle avversarie saremmo comunque artefici del nostro destino perché vincendo le prossime tre saremmo certi del secondo posto. La verità è che dobbiamo riflettere sulla nostra prestazione odierna: la consapevolezza di non poterla sbagliare ce l'avevamo, ma non è venuta fuori la prestazione arrembante che ci eravamo ripromessi di fare".

ERRORI - "Nella nostra difesa vanno considerati anche gli attaccanti perché in occasione del 2-0 tutto nasce da un calcio d'angolo dove cercano di fare un due contro uno. Abbiamo calciatori con esperienza importante, nell'arco di una stagione si creano occasioni in cui bisogna che il singolo sia più reattivo e capace di interpretare meglio le giocate. Ora fare un esame generale per me diventa anche difficile, però è vero che alcune volte nella lettura non siamo stati proprio brillantissimi".

RITIRO - "Comunicazioni dalla società? No, per adesso non siamo al corrente di niente. Per noi la ripresa era fissata lunedì, adesso non so che tipo di decisione verrà presa ma la sento da voi per la prima volta".




Commenta con Facebook