• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-JUVENTUS

Vidal torna decisivo, bianconeri sempre impressionanti. Errore di Silvestre sul gol


Vidal e Tevez (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

02/05/2015 19:45

Ecco le pagelle di SAMPDORIA-JUVENTUS. 

 

SAMPDORIA

Viviano 6 - Una grandissima parata su Tevez a metà primo tempo, incolpevole sul gol di Vidal, che liberissimo lo infila sull'altro palo. 

De Silvestri 5,5 - Assente "giustificato" sul gol della Juve a causa di un infortunio, ha più di qualche problema nel contenere Pereyra. 

Silvestre 5 - Sale malissimo sul cross di Lichtsteiner che vale il gol di Vidal, origine dell'1-0 juventino. Il fuorigioco non scatta per colpa sua e il cileno insacca indisturbato. 

Romagnoli 6 - Tecnica e grande personalità, dalle sue parti non si passa, che ti chiami Tevez o Vidal, che lo becca spesso e si ritrova una spallata che lo manda a terra. Buttafuori. 

Mesbah 5 - Subisce molto l'iniziativa di Lichtsteiner, poi è costretto ad uscire dopo poco più di mezz'ora per un piccolo problema muscolare. Dal 35' Regini 6 - Più attento in copertura, rispetto al compagno limita un po' di più l'esterno svizzero. 

Obiang 5,5 - Prende un cartellino molto presto e la cosa lo penalizza un po' anche nei recuperi palla, che in qualche occasione non sono all'altezza della sua fama.  Dal 72' Duncan 6 - Esordisce con un tiro da fuori area che impensierisce Buffon, una delle azioni più pericolose della Samp nella ripresa, il che è tutto dire. 

Palombo 5,5 - Si impegna tanto, sbraita, ma Pereyra e Vidal sono bruttissimi clienti, peggio ancora Tevez. Perde qualche pallone di troppo. 

Rizzo 6 - Tanta corsa e tanta qualità per questo ragazzo che garantisce un'ottima resa ogni volta che scende in campo. Oggi è il più propositivo dei tre centrali di centrocampo, quello che crea più occasioni per i suoi. Dal 53' Bergessio 6 - Va vicino al gol con un'incursione interessante ma trova di fronte un Bonucci insuperabile. E' già qualcosa in più rispetto a quanto fatto nella ripresa dai compagni di reparto. 

Soriano 6 - Si muove molto fra le punte e crea molta intensità in mezzo al campo, poi con l'ingresso di Bergessio arretra a fare soprattutto legna. 

Muriel 5,5 - Si sbatte, si arrabbia, va vicino al gol un paio di volte nel primo tempo ma non riesce a capitalizzare. Poi viene fagocitato dalla difesa juventina e praticamente non vede più palla. 

Eto'o 5 - Qualche spunto in avvio, poi anche lui viene inglobato da Bonucci e Barzagli e scompare dai radar. 

All. Mihajlovic 5 - La sua squadra sembra essere molto sulle gambe oltre ad un calo visibile di cattiveria agonistica figlio forse anche delle tante voci sul futuro del tecnico e di alcuni calciatori. Peccato, in questo modo rischia di perdere una sudatissima qualificazione in Europa League. 


JUVENTUS 

Buffon 6 - In controllo assoluto della situazione, non si sporca i guanti e amministra ogni pallone arrivi in area con la consueta sapienza. 

Lichtsteiner 7 - Di fisico o di piede, alla fine il suo zampino nei gol della Juve c'è più spesso di tanti altri. Oggi mette la sua firma con un cross perfetto sulla capoccia di Vidal, per giunta di sinistro, che non è certo il suo piede. 

Barzagli 6,5 - Sicuro e al posto giusto, mette la museruola ad Eto'o e Muriel dando l'impressione di non faticare neppure. E' tornato, potrà dare un grande apporto in questo entusiasmante finale di campionato. 

Bonucci 7 - Arcigno e sempre concentrato, nel secondo tempo sonnecchia per 20 minuti poi si ritrova un Bergessio liberissimo di concludere e salva in tackle un pallone non semplice. Non molla un centimetro. 

Padoin 7 - La Juve lo ha comprato nel 2012 per avere un jolly in grado di ricoprire ogni posizione del campo senza mai perdere rendimento. Ci ha visto giusto: silenziosamente questo esperto centrocampista si ritaglia sempre il suo spazio, poco ma decisivo. Nei trionfi i calciatori così sono fondamentali. 

Vidal 7 - Torna finalmente decisivo con quell'incornata sul secondo palo che vale il vantaggio bianconero. E' lo spunto che ci voleva, rispetto agli anni scorsi ha avuto un'incidenza minore nei risultati dei bianconeri, ma di certo non gli si può dire nulla. 

Marchisio 6.5 - Ormai esperienza e sagacia tattica ne fanno un regista coi fiocchi, magari meno appariscente di Pirlo ma comunque efficace. Un leader silenzioso. 

Sturaro 6,5 - I problemi fisici degli altri titolari lo hanno aiutato molto a ritagliarsi un suo spazio importante in questa squadra, ma lui sta dimostrando di meritare la fiducia. Anche oggi generosissimo, le dà e le prende, non si tira mai indietro. 

Pereyra 7 - Svaria in tutte le zone del campo, pressa come un matto e riparte di gran carriera senza mai sprecare un pallone. Uomo ovunque. Dal 73' Chiellini sv

Tevez 6,5 - Il suo spirito è quello di questa Juve indomita, a cui basterebbe il pareggio ma gioca tutta la gara come se volesse vincerla 5-0. Anche lui, che ha il titolo di capocannoniere saldamente in pugno, cerca il gol con un'insistenza tale che Allegri a un certo punto deve toglierlo dal campo per farlo rifiatare in vista del Real. Altrimenti avrebbe corso fino alla fine. Dal 71' Morata 6 - Entra a risultato già acquisito e non ha molto da fare, comunque mette la sua firma su uno scudetto per il quale ha ampi meriti. 

Llorente 6 - Ottimi movimenti, si muove tanto e bene, apre spazi agli inserimenti dei compagni. Chiude spiragli vitali ai difensori avversari anche col pressing. Dal 79' Coman sv

All. Allegri 7,5 - Ciò che stupisce di più della sua Juventus è la semplicità con la quale è riuscita ad ottenere questo scudetto, la sensazione di poter fare il massimo con il minimo sforzo, come stasera. Mai un momento difficile, mai un intoppo, una sicurezza nei propri mezzi impressionante. Ecco, impressionante è l'aggettivo giusto per la sua stagione. 


Arbitro:Valeri 6 - Sullo 0-1 Vidal si ritrova alle spalle dei difensori avversari, ma la sua posizione è regolarissima. Poi la gestisce agevolmente, non ci sono molti altri episodi da moviola. 

 

TABELLINO

SAMPDORIA-JUVENTUS 0-1

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Mesbah (Dal 36'  Regini); Obiang (Dal 73' Duncan), Palombo, Rizzo (Dal 54'Bergessio); Soriano; Muriel, Eto'o. A disp.: Frison, Romero, Coda, Cacciatore, Munoz, Marchionni, Djordjevic, Wszolek, Okaka. All.: Mihajlovic 

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Padoin; Vidal, Marchisio, Sturaro; Pereyra (Dal 73' Chiellini); Tevez (Dal 71' Morata), Llorente (Dal 79' Coman) A disp.: Storari, Audero, Romulo, De Ceglie, Marrone, Ogbonna, Pirlo, Pepe, Matri. All.: Allegri
 

Arbitro: Valeri di Roma
Marcatori: 32' Vidal
Ammoniti: Obiang (S), Sturaro (J), De Silvestri (S)
Espulsi: Nessuno




Commenta con Facebook