• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Chievo, Mancini: "Sfida decisiva per l'Europa. Ma resta una stagione negativa"

Inter-Chievo, Mancini: "Sfida decisiva per l'Europa. Ma resta una stagione negativa"

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia della sfida di 'San Siro'


Roberto Mancini (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

02/05/2015 13:30

DIRETTA INTER CHIEVO CONFERENZA STAMPA MANCINI / MILANO - Vincere per continuare a sognare l'Europa. L'Inter ospita il Chievo per la 34a giornata di Serie A ed il tecnico nerazzurro Roberto Mancini, alla vigilia della sfida di 'San Siro', interviene in conferenza stampa per presentare l'incontro e fare il punto sulle ultime news Inter. Calciomercato.it seguirà per voi la conferenza in tempo reale.

CHIEVO - "Partita delicata perché il Chievo è in forma, sta bene in questo momento. Giocano tranquilli, quindi sarà molto dura e dovremo fare una gran partita per vincere. Dobbiamo fare come nei primi 60' di Udine".

FORMAZIONE - "Domani mattina decideremo. Shaqiri sta molto meglio, anche Hernanes. Non abbiamo particolari problemi".

EUROPA LEAGUE - "Domani sarà una partita importante proprio per capire se potremo giocarcela nelle prossime quattro. Già col Chievo sarà difficile, poi non avremo partite semplici. Tutto dipende da domani comunque".

ATTEGGIAMENTO - "Non so se è cambiato dopo il Parma. Loro hanno lavorato bene anche prima. Penso che si arrivi ad un certo punto che i giocatori debbano prendersi le loro responsabilità. Forse è capitato questo".

PODOLSKI - "Sono molto felice abbia fatto gol perché se lo è meritato. Era stato sfortunato in tante occasioni, si è sempre allenato bene. E' un professionista esemplare e ha sempre fatto la sua parte quando ho giocato. Per domani dobbiamo valutare anche diverse situazioni".

VIDIC - "E' molto migliorato fisicamente nell'ultimo periodo. Aveva esperienza e qualità, quindi con la condizione fisica ottimale sta facendo bene. Un giocatore quando arriva ad una certa età non può pensare di allenarsi di meno, ma di più. Non è il suo caso comunque. Un giocatore deve sempre allenarsi al massimo e lui in questo ultimo mese e mezzo ha fatto benissimo. Non ho detto che prima non si allenasse, ho detto che la sua condizione fisica non era ottimale".

INSIDIE - "Abbiamo le qualità per continuare a far bene, poi ogni partita nasconde tante insidie. Vedremo domani, poi aspetteremo la Lazio ed in quella partita può succedere di tutto, non conta che la Lazio sia seconda".

DIFFIDE - "Le diffide di Hernanes e Palacio non incidono sulle mie scelte. Per un attaccante poi è più facile evitarle, se fa un po' di attenzione. Rugani in 33 partite non ne ha mai prese ed è difensore centrale".

FINALE DI STAGIONE - "Sarà un bel finale. Tutte le squadre che sono lì in lotta penso si possano giocare quinto e sesto posto. Il Napoli non penso verrà risucchiato, hanno un buon vantaggio ed un calendario non proibitivo".

ZUKANOVIC - "Stiamo valutando tanti giocatori. Ho letto anch'io sui giornali. Sarà un giocatore che stiamo seguendo come stiam seguendo tanti altri giocatori. Vedremo. Penso sia un buon giocatore, ma non so alla fine se verrà o meno".

RAMMARICO - "Le mie aspettative erano altre, quindi è una stagione negativa. Dovessimo arrivar quinti poi qualcosa potrebbe cambiare, ma la mia aspettativa era quella di arrivare terzo o secondo quindi la reputa una stagione negativa".

TOURNEE - "Non è fondamentale, non la facciamo per andare a vincere partite a Shanghai. Serve per mettere insieme minuti ed il gruppo per il campionato, oltre che per il brand".
 




Commenta con Facebook