• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Mancini: "Icardi resta. Io? Ormai la fesseria l'ho fatta..."

Calciomercato Inter, Mancini: "Icardi resta. Io? Ormai la fesseria l'ho fatta..."

Il tecnico nerazzurro parla anche in generale del campionato italiano


Roberto Mancini (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

01/05/2015 12:33

CALCIOMERCATO INTER MANCINI ICARDI / MILANO - Dal calciomercato Inter al campionato italiano, passando per il futuro dei giovani nerazzurri: Roberto Mancini non tralascia nessun argomento in un'intervista a 'La Repubblica'. Il tecnico jesino parte dal suo ritorno in Italia e dal rapporto con Thohir: "E' carico e positivo, cosciente che per una costruire una squadra serve tempo e bisogna affrontare momenti difficile. Non è come noi italiani che pensiamo solo a vincere, anche se l'obiettivo è quello. Dopo avergli parlato sono fiducioso: costruirà una squadra vincente nel tempo". 

Per vincere occorrerà anche attrezzarsi sul calciomercato e resistere alle offerte per big come Icardi: "Resterà, è migliorato tanto e ha ancora margini di crescita. All'inizio il suo atteggiamento non mi piaceva, ora è cambiato e si vede. Il mio futuro? Mi manca la Champions e lottare per lo scudetto, mi piacerebbe ritrovarle qui. Vorrei ricostruire una squadra vincente, come accadde dieci anni fa, e vederla crescere. Resto qui, ormai la fesseria l'ho fatta (ride, ndr)".

E allora per vincere servono calciatore con determinate caratteristiche: "La squadra deve migliorare ma anche io ho commessod egli errori. Sono stato troppo positivo, ci vuole tempo. All'Inter mancano calciatori in grado di capire le situazione a volo, gente che parli, che guidi e che abbia una straordinaria tecnica. Mi piacciono le ali veloci che creano superiorità come David Silva".

Infine, un commento sugli incidente del derby di Torino: "Incredibile la scena di quel padre che dà i pugni al pullman della Juve con il figlio vicino. Ai miei tempi accadevano fattacci ma non così brutti. La domenica ci si sfoga per i problemi di tutti i giorni, ma allo stadio c'è un senso di impunità che non va bene. Bisogna applicare severamente le leggi". 




Commenta con Facebook