• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Empoli > Atalanta-Empoli, Carli: "Denis ha perso la testa, Tonelli non è un criminale"

Atalanta-Empoli, Carli: "Denis ha perso la testa, Tonelli non è un criminale"

Il Direttore sportivo dei toscani parla della lite tra Denis e Tonelli


German Denis ©Getty Images
Matteo Torre (@torrelocchetta)

27/04/2015 15:10

ATALANTA EMPOLI CARLI DENIS TONELLI / BERGAMO - La lite tra Denis e Tonelli dopo Atalanta-Empoli è uno degli argomenti cardine di questo lunedì, inevitabile polo delle attenzioni tra le ultime news Empoli. La società toscana ha programmato una conferenza stampa per le 14:30: presente il Direttore sportivo Marcello Carli. Calciomercato.it ha seguito in diretta per voi le sue dichiarazioni dal Centro Sportivo di Monteboro.

"Non ne vogliamo più parlare, sapete quello che è successo un quarto d'ora dopo la partita, un episodio spiacevole: Denis è entrato negli spogliatoi, ha chiamato Tonelli e gli ha rifilato un pugno. Sono emerse troppe inesattezze, sembra che Lorenzo sia un delinquente e Denis abbia reagito perché non poteva fare altrimenti. Tutto questo è inaccettabile, come dire che Tonelli lo ha aspettato nel tunnel quando invece Denis stava parlando con 'Sky'. Lorenzo non ha fatto niente, ha subito un cazzotto e ora sta pensando di chiedere la possibilità di tutelare la propria immagine. Non accettiamo che passi il messaggio che Tonelli sia un criminale".

ERRORE CLAMOROSO - "E' successo tutto per un errore clamoroso di un ragazzo che nella vita è straordinario, con una famiglia meravigliosa e che per due minuti ha perso la testa e fatto una cosa gravissima", prosegue nel suo sfogo il Ds Carli. "Chi sbaglia paga, nella vita. Non mi importa che gli diano una o dieci giornate, purché non si attacchi Tonelli".

DENUNCIA - "La denuncia dell'agente di Tonelli per Denis? Marco Sommella mi ha chiamato, vogliono aprire un procedimento e valuteranno. Si cercano delle giustificazioni mettendo in mezzo un'altra persona per salvare Denis, ragazzo che io ritengo con dei valori anche se ha perso la testa per due minuti. Dopo il pugno è scappato, Tonelli voleva reagire e Cigarini lo ha bloccato, mentre Denis si è nel frattempo fermato e voleva continuare. Le luci spente? Credo fossero un caso, interruttore premuto per sbaglio. Ha fatto una sciocchezza, deciderà la Procura adesso. Tonelli deve uscirne tranquillo, sereno e pulito. E' una barzelletta che passi da mafioso e delinquente, può succedere di prendere un cazzotto".

CONDANNA DENIS - "Non sono qui a condannare Denis: si condanna da solo. Di questo caso non parleremo più, questa è la posizione dell'Empoli. La realtà delle cose è solo questa. Gli arbitri stavano già facendo la doccia e non sono usciti, non gli competeva neanche. Ripeto: non sono qui a calcare la mano su Denis, della sua squalifica non mi importa. Squalifica per Tonelli? Se l'arbitro scriverà nel referto di aver sentito parole pesanti, allora sì. Se verrà squalificato per le parole di Marino questo allora diventa un carnaio. Denis ha perso la testa, è una cosa che può succedere sempre, non c'entra col calcio violento".




Commenta con Facebook