• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Inter, Heurtaux è la variabile tattica di Mancini

TATTICA DEL MERCATO - Inter, Heurtaux è la variabile tattica di Mancini

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul difensore dell'Udinese


Thomas Heurtaux (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

25/04/2015 15:51

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO INTER HEURTAUX / ROMA - La stagione volge al termine e c'è chi sta solo aspettando di staccare la spina per voltare pagina. Fra le grandi deluse c'è sicuramente l'Inter, che sta già programmando la prossima annata sulla base di una rifondazione importante. Il calciomercato Inter è già nel vivo da un mesetto, con l'obiettivo di regalare a Mancini una rosa competitiva per tornare a farsi valere anche in Europa. Il reparto che ha più bisogno di innesti è sicuramente la difesa e per questo la dirigenza nerazzurra non poteva che essere in pole position per accaparrarsi uno dei migliori elementi proposti dal campionato di serie A. Secondo quanto riportato in esclusiva da Calciomercato.it, infatti, l'Inter è la favorita tra le big italiane per accaparrarsi Thomas Heurtaux, centrale dell'Udinese sulla cresta dell'onda ormai da diversi anni. La concorrenza è forte, non solo in Italia ma anche all'estero. Intanto conosciamo meglio il difensore bianconero attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI HEURTAUX, OBIETTIVO DELL'INTER PER LA DIFESA 

Thomas Heurtaux è nato a Lisieux, in Francia, il 3 luglio del 1988, Heurtaux è cresciuto nelle giovanili del Caen, dove ha militato fino a 24 anni salvo una parentesi con lo Cherbourg. Poi il passaggio per circa 2 milioni e mezzo all'Udinese, dove è partito subito titolare e ha convinto gradualmente tutti delle sue indubbie qualità. Ambientamento rapido per il francese, che è diventato man mano una colonna della squadra allenata da Guidolin e si è riconfermato anche con Stramaccioni. Settantaquattro presenze finora con i bianconeri friulani, finora però non ha trovato spazio nella Nazionale francese, chiuso da campioni che calcano palcoscenici ben più prestigiosi. Per la Serie A, comunque, è una garanzia. Una curiosità: è fidanzato con Sarah Castellana, giornalista siciliana di 'Gazzetta Tv' ed ex 'Udinese Channel' che fa coppia fissa con lui ormai da diverso tempo. Un motivo in più per non lasciare l'Italia e vagliare le proposte delle big del nostro campionato. 


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI HEURTAUX

Discretamente alto (1,83), buon fisico, di piede destro, Thomas Heurtaux è un difensore centrale rapido e concentrato, che difficilmente si fa notare per qualche disimpegno errato o per qualche errore marchiano. Ideale per la difesa a tre, tanto che fin dal primo momento Guidolin lo ha impostato come centrale destro della sua retroguardia,in un trittico difensivo con Danilo e Domizzi che è stato solidissimo fin dal primo momento. Con Stramaccioni si è sperimentato con discreto successo anche nella difesa a quattro, ma la duttilità del tecnico romano ha portato la squadra ad interpretare diversi moduli e il francese è stato sempre inamovibile. La velocità e l'adattabilità a giocare più largo fanno sì che possa essere piazzato anche come terzino destro basso, ma il suo ruolo originario resta comunque quello di centrale difensivo. 


HEURTAUX E' UN GIOCATORE ADATTO ALL'INTER?

Il nome di 'Tommy' Heurtaux fa ormai parte delle voci di calciomercato da un bel po' di tempo, e spesso è stato accostato alle big italiane. Il calciatore sembra ormai maturo e pronto per cimentarsi con esperienze più impegnative, anche perché l'età è quella giusta: a 27 anni è ancora abbastanza giovane per poter pensare di avere qualche altro anno di carriera ad alto livello davanti a sé e ha la maturità adatta ad affrontare l'Inter o qualsiasi altra squadra punti ad entrare stabilmente in Europa. Se dal punto di vista ambientale non ci sarebbero problemi di sorta, potrebbe invece essere da verificare l'adattabilità alla difesa a quattro di Mancini, anche se lo 'stage' con Strama ha già dato buoni frutti, in un'operazione che potrebbe ricalcare bene l'esperienza di Benatia con la Roma, per nulla a disagio nel nuovo schema tattico. La possibilità di poterlo schierare anche a destra poi è un ulteriore punto a favore di Heurtaux, che offrirebbe a Mancini un'alternativa tecnico-tattica piuttosto interessante, configurandosi sia sul piano tattico che su quello tecnico come colui che occuperà la casella lasciata libera dal partente Campagnaro. Sì, il momento è quello giusto per spiccare il volo, e l'Inter può essere la squadra giusta per proseguire il processo di crescita. 

 




Commenta con Facebook