• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Torino-Juventus, Allegri: "Ingiuste le critiche post-Monaco. Pogba può esserci a Madrid"

Torino-Juventus, Allegri: "Ingiuste le critiche post-Monaco. Pogba può esserci a Madrid"

Calciomercato.it ha seguito per voi le dichiarazioni del tecnico bianconero


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

25/04/2015 12:00

TORINO JUVENTUS CONFERENZA ALLEGRI / TORINO - Archiviata la bella parentesi Champions, la Juventus si rituffa nel campionato con la possibilità di chiudere i conti già domani contro il Torino: vincendo il derby, infatti, in caso di sconfitte per Lazio e Roma, i bianconeri sarebbero campioni d'Italia con sei giornate di anticipo. Allegri però non ci pensa: il tecnico ha risposto alle domande sulle news Juventus nella conferenza stampa di rito. Calciomercato.it ha seguito per voi le dichiarazioni dell'allenatore della Juventus

CRITICHE - "C'è stata una critica eccessiva, quella sera era necessario raggiungere l'obiettivo che era la semifinale. Si è criticato un gruppo che non poteva fare di più: siamo in semifinale Champions, al primo posto in campionato con un largo vantaggio, in finale di coppa Italia. Più di questo non si poteva fare. Si è criticato un gruppo di ragazzi che da tre anni vincere per una serata dove abbiamo giocato un po' peggio: il risultato era molto più importante della prestazione". 

POGBA - "Stiamo facendo di tutto per recuperarlo per il ritorno di Champions. Anche gli altri: Asamoah è quasi pronto, anche se non è in lista Champions. Anche Romulo: non dobbiamo dimenticare che abbiamo altre sette partite di campionato e la finale di coppa Italia. Pogba ha una buona percentuale per essere a disposizione nella partita di ritorno". 

SCUDETTO - "Per la matematica mancano ancora sei punti. Domani c'è una partita difficile come il derby, in cui affrontiamo un Torino che sta facendo grandi cose ed è ancora in lotta per entrare in Europa League. Domani sarà una gara dura e dovremo essere bravi e concentrari. Ci mancano ancora dei punti e per farlo dobbiamo giocare in un certo molto: non c'è fretta di chiudere il campionato, ma per farlo dobbiamo continuare a fare bene. Domani difficilmente vinceremo lo scudetto, perché Roma e Lazio non perderanno punti. Dobbiamo continuare a lavorare senza pensare allo scudetto né alla Champions: domani testa solo al Torino". 

CHAMPIONS - "Non peserà, le motivazioni di una semifinale di Champions faranno superare anche l'eventuale stanchezza. Dobbiamo affrontare una squadra forte, sono i campioni in carica: sarà una sfida affascinante e noi dobbiamo avere la consapevolezza di poter arrivare in finale, pur sapendo le difficoltà dell'incontro altrimenti siamo fuori di testa. Dobbiamo prepararci a queste due partite sapendo la grandezza del Real Madrid ma consapevoli di poter andare in finale". 

FORMAZIONE - "Domani a parte Evra saranno tutti a disposizione. Oggi farò l'allenamento e vedrò la formazione che sarà comunque la migliore per questa partita".

BRUNO PERES - "In occasione del suo gol potevamo fare un pelino meglio ma lui è stato molto bravo". 

TORINO - "Non credo siano superiori a noi, ma hanno fatto un lavoro importante. Quest'anno ha fatto una partita straordinaria con lo Zenit in casa, è una squadra difficile da affrontare perché abbassa molto i ritmi. Serve tanta concentrazione".

MODULO - "Dovrò vedere oggi, con le condizioni dei ragazzi: mercoledì c'erano in campo giocatori che non stavano bene. Dopo la rifinitura deciderò la formazione". 




Commenta con Facebook