• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Bayern Monaco, Thiago Alcantara è la mente di Guardiola

I CRAQUE DEL MOMENTO - Bayern Monaco, Thiago Alcantara è la mente di Guardiola

Il mediano voluto dal tecnico spagnolo ha realizzato due reti nella doppia sfida di Champions contro il Porto


Thiago Alcantara ©Getty Images
Jonathan Terreni

23/04/2015 13:00

I CRAQUE DEL MOMENTO BAYERN ALCANTARA / MONACO (Germania) - Pep Guardiola lo ha voluto al Bayern Monaco perché lo conosceva bene e sapeva di poterci contare. Ai tempi del Barcellona era difficile trovare spazio in mezzo a gente come Xavi, Iniesta e Busquets ma il talento di Thiago Alcantara da San Pietro Vernotico (Brindisi) non era da sottovalutare. Peccato solo per quel brutto infortunio che lo ha tenuto fuori a lungo e ne ha condizionato il rendimento in Germania, ma da quando lo spagnolo è tornato a pieno regime i risultati si vedono e danno ragione al tecnico. Il suo passato da 'tiki-taka' ha fatto sì che il gioco dei bavaresi assumesse una forma diversa: passaggi corti, nuove geometrie in verticale e una qualità che arricchisce un reparto fatto di sostanza e muscoli. Se poi ci mettiamo il contributo in zona gol tutto diventa ancora più bello. Le due reti nella doppia semifinale contro il Porto in Champions League testimoniano una qualità che per un centrocampista di impostazione non si trova facilmente. 

Thiago Alcántara do Nascimento, nasce a San Pietro Vernotico l'11 aprile 1991, figlio di Mazinho all'epoca calciatore del Lecce. Cresce nelle giovanili del Barcellona e con la squadra B realizza 59 presenze e 3 reti. Dal 2009 fa parte della prima squadra dei catalani e vi resterà per quattro anni collezionando 68 presenze e sette reti. Quattro campionati spagnoli, due coppe del Re, una Champions League e un Mondiale per club il suo bottino prima di passare nell'estate 2013 al Bayern Monaco, per 20 milioni più 5 di bonus, dove ritrova Guardiola. Costretto a saltare la prima parte della stagione a causa di un infortunio si aggiudica Coppa del mondo per club, la Bundesliga e la Coppa di Germania. Ha preso parte a tutte le categorie minori della Nazionale spagnola: vince l'Europeo under 2017 e due Europei under 21 (2011 e 2013). Il 10 agosto 2011 fa il suo esordio con la Nazionale maggiore, in occasione dell'amichevole di Bari contro l'Italia.




Commenta con Facebook